ULTIMA - 18/1/19 - TEAM S.LUCIA GOLOSINE, RAMPA DI LANCIO DEI MISTER. E, NON SOLO!

Una particolarità che contraddistingue il Team S.Lucia Golosine del presidente Giuseppe "l'Elettrico" Bettini è che negli ultimi 10 anni sono passati, anche a fare tirocinio, i mister più prestigiosi del nostro calcio. Parliano di Gigi Possente, poi approdato al Trento, di Cristian Soave, ora "timoniere" del
...[leggi]

PRIMA PAGINA

19/11/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. A) – 11^ GIORNATA

PESCANTINA DA 10 (VITTORIE) E 30 (E LODE) PUNTI CREA IL VUOTO. AL 2° POSTO C'E’ IL QUADERNI, A -8, IERI STRARIPANTE A PARONA (1-5). ROCAMBOLESCO 4-3 DEL “CALMA” SUL LUGO, RECORD QUASI ASSOLUTO DI COLPACCI (6), PARI SOLO TRA LUGAGNANO E MONTEBALDINA.

Dominio assoluto, e mezzo scudetto già cucito sul proprio petto, per l’incontrastata capolista PescantinaSettimo di mister Gianni Canovo: l’unica squadra ad aver già collezionato la vittoria n.10 (e lode) e a quota 30 (e lode) punti dopo 11 gare. Nella “busa” dell’A.C. San Zeno Vr di mister Vasco “Rossi” Guerra, ieri pomeriggio, si perpetra l’ennesimo colpaccio pescantinese, 0 a 1, con la solita firma del mozzecanese Simone Bonetti, capocannoniere del girone con 8 reti.
 
E’, l’11ma giornata, caratterizzata da quasi un record: quello delle vittorie su campo esterno, ben 6 su 8. Fuori dal coro, solo lo 0 a 0 al “Guglielmi” tra l'A.C. Lugagnano di mister Massimo Gasparato e la Montebaldina del collega Simone Cristofaletti, il resto sono proprio tutti colpacci esterni.
 
Il PGS Concordia borgo Milano va a vincere, 0 a 1, in casa dell’Arbizzano di mister Massimiliano Canovo: mattatore è per i bianco-viola dell’arilicense skipper Luca Righetti, il 1996 Giuseppe Blasi. Rosso per Alberti, del PGS Concordia, e per lui niente prossima gara al “Manuel Fiorito”, contro il Calmasino.

Calmasino di mister Alberto Pizzini il quale ha vinto al “Belvedere” per 4 a 3 contro il Real GrezzanaLugo, con reti bianco-verdi di Elia Pachera, del ’97, l’ex Ambrosiana Marco Cristanini, di Juan Pablo Ometto (1987) e prim’ancora di Mattia Lavarini. C’è da registrare che il Real GrezzanaLugo di “Zaccheroni” Antonio Ferronato era passato in duplice vantaggio grazie ai colpi del 1982 Brahim El Hamich e dell'ex Pozzo Luca Bilotta, cognato dell’azzurro Cristiano Biraghi. Il terzo canestro lughese reca la firma dell’avanti 1991 Mirco Benedetti.
 
Squillante, quasi rintronante l’1 a 5 con cui la Pol. Quaderni passa a Parona all’Adige, contro il club biancoverde guidato da “Sir Alex Ferguson” Flavio Marai ed ora quint’ultimo a quota 12 punti, ex aequo col Valpolicella, ieri steso per 0 a 2 a Fumane dal “fanalino di coda” U.S. Croz Zai di mister “Il Gattopardo” Doriano Pigatto. Doppia del quadernese Fusari, doppia anche l’ex Villafranca Samuel Viviani, classe 1998, poi, l’assolo di Scalia. Per i paronesi, issa la bandiera del gol della magrissima consolazione “Dinamite” Daniele Begnoni.
 
Ecce victoria per l’U.S. Croz Zai del presidente Giampaolo Gaspari e di mister Doriano Pigatto, brodino per ora per convalescenti e seconda vittoria della stagione: 0 a 2 a Fumane, in casa del Valpolicella di mister Gian Luca Marastoni, con reti di bomber Marco Zorzella e dell’ingegnere, l’ex Caldiero ed Ares Calcio Francesco Paiusco. tre punti comunque importantissimi per il morale dei gialloblù del diesse Germano Pistori.
 
La matricola Real Lugagnano di mister Fabio Di Nicola sta correndo per la maglia ciclamino e il titolo di squadra-sorpresa del girone “A” di Prima categoria: ieri pomeriggio va a fare la voce grossa, 0 a 3, nella già inquinata Peschiera calcistica e si affida agli abili sommozzatori Davide Bertoletti (doppia per l’”ever-green”) e all’ex sanzenate, pure lui, alla pari di Bertoletti, classe 1982, il classe 1988 Nicola Milani. E non dimentichiamo che mercoledì alle ore 20.30 a S. Pietro in Cariano i rossoneri del presidente Sergio Coati recuperano la gara dell'8^ giornata contro il Valpolicella e che un eventuale vittoria li proietterebbero al 3° posto.
 
Anche il Pedemonte inciampa davanti all’amico stadio “Paolo Maggiore”: 1 a 2, e a passare è l’Olimpica Dossobuono di mister Matteo “Trap” Meneghetti (decisiva quanto devastante la doppia messa a segno da Mattia Gandolfi). Per i bianco-rossi pedemontani del duo tecnico Stefano Modena-Giorgia Brenzan segna il solo “Gigi” Rizzi, gran “tombè de femme”, grande ruba cuori delle assolate ed allora affollatissime spiagge dell’Adriatico e dei favolosi anni 70-80.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(664)