ULTIMA - 22/5/19 - IL VILLA BARTOLOMEA SI AFFIDA A MISTER GIAN LUCA PARISATO

Nel girone B di Terza categoria, domenica scorsa si è giocato il 1° turno dei play-off che hanno registrato la vittoria per 2 a 0 della Dorial di mister Alessandro Bruni che ha quindi eliminato dai giochi promozione il Roverchiara di mister Simone Brunelli. Promozione in 2^ categoria che i "doriani" del presidente Gabriele
...[leggi]

PRIMA PAGINA

19/11/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. B) – 11^ GIORNATA

CROLLANO IN VETTA ILLASI E BORGOPRIMAGGIO: NE APPROFITTANO CADORE, OLIMPIA PONTE CRENCANO E ANCHE IL CASELLE. “EL ROSEGA” RIMESSO K.O. DAL REAL S.MASSIMO, CUSTOZA IN…SOMMA GIOIA, INTREPIDA MESSO ALLA…LAVAGNO, IL DERBY DEI DUE ALPO VA ALLA LEPANTO DI MISTER MALAMAN.

Ieri si è assistito “alla caduta degli dei”, meglio, delle divinità calcistiche di questo molto incerto girone “B” di Seconda categoria. Parliamo dei crolli di Illasi e Borgoprimomaggio.

Più pesantino quello accusato dal Borgoprimomaggio di mister Tiziano “Titti” Salvagno al “Monterotondo”, 2 a 6, per mano di un ritornato Caselle di mister Beppe “Mazzini” Bozzini. Nei “draghi rossi” borgatari, per l’undici del diggì Enrico Sgreva segnano solamente il difensore 1991 Simone Rocchi e Denis Torni, classe 1988. I giallo e blu casellini vendiammatori sono invece: per tre volte il giovane Samuele Olioso, per due volte Michele Rigo e l'assolo di Giuliani.
 
Crollo un pochino più contenuto – 5 a 3 a Sommacampagna – quello invece registrato dall’ancora capolista A.C. Illasi di mister Beppe Castagna, in rete due volte con Luiz Enrique Herber e con Filippo Minati a fronte dei precisi e ficcanti (con le loro luccicanti baionette) “tamburini sardi” del “tenente” Massimiliano Signoretto, e cioè Lorenzo Mailli, Hernandez, Dolci, l’appena entrato (al posto di Mattia Cioffi) Riccardo Marchiori, classe 1997, e chiudi i conti Greco nel recupero. 
 
Ricapitolando la graduatoria, dopo 11 giornate. Sempre primo, a 24 carati, l’A.C. Illasi, il quale sente sul collo fiatare e rifiatare (per la grande rincorsa) l’Olimpia Ponte Crencano e l’U.S. Cadore, appaiate a quota 23 punti. I cadorini di mister, il “gran maresciallo in carica” Adamo “vigile” Urbano, vanno a cogliere il loro successo n. 7 a Palazzolo, in casa dello United Sona PSG di mister, il “fedel maresciallo” Michele Barone: 1 a 3, e reti per i nero-verdi di Ponte Crencano del presidente, l’ingegnere di Foggia, Giacomo Caserta, a cura e a firma di Nicolò Busola (1995), del 1994 Riccardo Ciserani e del “furioso” Luca Orlandi, classe 1995, ex Quinzano. Di contro, per i bianco-rosso-viola-blu, ha sventolato la bandiera del magro “ma, qui, signori, ci siamo anche noi!” l’avanti 1991 Mattia Binotto.
 
Allo stadio “Vignola”, in riva al Lorì, torrente che attraversa Avesa, passano i giallo-blu di Ponte Crencano di mister Giordano Rossi – alla settima vittoria pure loro: alla pari degli illasiani dei cadorini e dei borgotari - per 1 a 2, grazie alle vincenti conclusioni sferrate da …”in nuce”… Nucera prima e dall’ex Primavera, il 1996 Gianmarco Ferrante poi. E' stata una scoppiettante e vivace partita, quella giocata in quel di Avesa, tra due compagini preparate alla battaglia, e battaglia è stata, anche se formalmente corretta. Nonostante saracinesca Viscione decide l'apertura delle danze un colpo di testa del veterano Nucera, su palla vacante in area, per il momentaneo 1 a 0 dei nero-verdi. Per l'Avesa pareggia il solito implacabile Marco Bucci. Nella ripresa girandola di sostituzioni, e gli ospiti fraseggiano bene a centrocampo e palla lunga e pedalere in difesa dove si pensa più al sodo. Con l'innesto in fascia di Gianmarco Furlani, classe 1994  ex Pozzo e Càdidavid, i gialloblu prendono campo, nella prima occasione Furlani mette al centro una palla velenosa che viene stoppata con una mano in area ma non sanzionata dal direttore di gara, nella seconda occasione Furlani trova puntuale Ferrante per il definitivo 2 a 1 a favore dei geniali pontieri del diesse Nicola Testi detto "Cix".
 
Sesta vittoria stagionale, invece, per il Real San Massimo del duo Gregory Donadel-Roberto Sorio: ieri, in Postumia, all’altezza di Rosegaferro, 0 a 2 per i nero-verdi rionali, con centri azzeccati da Grigoli prima e poi da Omar “Sivori” Jmili, classe 1996, ex PGS Concordia B.M, al suo 10° sigillo stagionale.
 
Al “Lorenzo Molinaroli”, la Scaligera Lavagno del “profe di Greco e di Latino”, con cattedra al Liceo Classico “Scipione Maffei” di Verona, Dionisio Zamperini ha la meglio, 2 a 1, sulla matricola Intrepida del duo tecnico formato da Alessandro “Gardaland” Puttini e dal diesse Andrea Ferrari. Duplice il vantaggio dei nero e oro lavagnesi, marcatori Davide Stevani e lo “spagnolesco” Juliano Ortega; il 1992 Elia Gasparini, invece, per i rosso-neri del quartiere Madonna di Campagna.

Il “derby delle due Alpo calcistiche”, emergenti frazioni del comprensorio di Villafranca, va male a chi ha ospitato il confronto, l’Alpo Club ’98: 1 a 2 per la Lepanto di mister Adelchi Malaman, grazie alle reti messe a segno dai giallo-verdi, il centrocampista 1998 Alessandro Bonizzato e poi dal compagno di pacchetto centrale, il 1995 Andrea Adami. Per gli sconfitti rosso-neri dell’Alpo Club ’98 di mister Stefano Ferro, invece, si era frapposto, ma inutilmente, l’ex Real Vigasio, nonché classe 1994, Luca Veronese con il suo acuto, assordante, ma, ahilui!, inutile ai fini del risultato.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1983)