ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

PRIMA PAGINA

10/12/18
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI ECCELLENZA – 14^ GIORNATA

IL PARI A SANTA LUCIA PROMUOVE LO STESSO IL VIGASIO CAPOLISTA, S.G.LUPATOTO ANCORA BENE, OSSIGENO-S.MARTINO,  PER LA BELFIORESE ANCORA UN K.O., VALGATARA IN PARADISO.
 
Giornata, la 14ma, che ha visto il Caldiero - ora secondo a pari dell'Arcella a 28 punti - sostare per il turno di riposo della stagione, e il Vigasio balzare al comando, nonostante il pari incolore (0 a 0) ottenuto agli impianti sportivi di via Sant'Elisabetta, casa del Team S.Lucia Golosine. Un punto, in buona sostanza, che vale il doppio per gli "aquilotti" bianco e blu rionali di mister Andrea Scardoni in quanto la squadra si è vista in questo inizio di mercato dicembrino svolazzare via due delle sue punte, Secchi e Brunazzi.
 
Bicchiere, dunque, senz'altro mezzo vuoto, per i "Guerrieri del Tartaro" vigasiani di mister "Mou" Mario Colantoni, i quali hanno messo in campo con la casacca n.11 Antenucci, fratello del più noto spallino (1 a 1 dei ferraresi ieri in casa del Genoa affidato al redivivo Cesare Prandelli), punta della Termoli molisana. Provvidenziali, a salvaguardare la saracinesca santaluciana gli interventi del navigato (1981) Gabriele Marini. Team ora in una posizione di medio-bassa classifica, a quota 17, assieme alle veronesi S.Martino-Speme e Belfiorese.
 
Quest'ultima nuovamente messa a tappeto - e piuttosto pesantemente:4 a 1 - a Pozzonovo, impallinata dalla doppietta esplosa dal 1991 Andrea Birolo, dai colpi vincenti del 1996 Riccardo Degan e dello "stupefacente" 2000 Jacopo Rizzieri (per i biancazzurri di mister Roberto Maschi l'ha cacciata dentro il solo bomber, l'ex a lungo virtussino, il classe 1991 Michele Vesentini, l'anno scorso in forza al San Martino-Speme.
 
Giornata favorevole per il San Martino-Speme del coach Pippo Damini che ieri in riva al Fibbio stende per 2 a 0 l'Abano Terme di mister Lucchini e lo fa ricorrendo al freddo quanto preciso rigorista Pietro Filippini (1991) e su azione grazie al "gemello" 1994 Marco Irprati...sono in fiore (quando segno...).
 
Si allunga la striscia di risultati positivi per la matricola San Giovanni Lupatoto, che, da quando ha chiamato al suo cappezzale il diggì quadernese, il 1976 Mario Tesini (ex A.C. Sambo di C2), ha, alla maniera dei rettili, cambiato pelle. Ed anche quando si è seduto in panca l'ex professionista di Hellas Verona ed Olbia, Matteo Fattori. Ieri, i lupatotini hanno portato a casa un punticino d'oro (0 a 0) nella trasferta di Borgoricco padovano, punto utile per la loro marcia fuori dalle sabbie mobili della bassa classifica (bianco-rossi del presidente Daniele Perbellini e del diesse Gino Crema ancora penultimi a 13 punti, ma, appaiati dalla Calidonense).
 
Calidonense, la quale in casa sua non va oltre l'1 a 1 contro la matricola padovana dell'U.S. Arcella di mister Colantoni (un altro Colantoni, gulp!?!), con vantaggio patavino di "chicchirichì" Federico Gal (1996) e pari definitivo dei rosso-neri berici di mister Claudio Clementi (1968) a firma di Zangara.
 
Botta e risposta nell'1 a 1 tra Sona e Garda: il solito kosovaro, classe 1999, ex giovani del Padova e del Toro Shaban Gashi e risposta dei rosso-blu lacustri del virgiliano trainer Paolo Corghi a cura di Federico Marchetti.
 
Chiassoso, folcloristico 3 a 3 tra la matricola Valbrenta del presidente Riccardo Dalla Zuanna, classe 1960, compagine alto-vicentina blu-arancione allenata da Alessandro Pontarollo, ex professionista dell'Atalanta di Vavassori, del Lumezzane di mister Pillon, della Triestina di Ezio Rossi, della Pro Sesto di mister Sonzogni, dell'Ivrea di Iaconi, dell'A.C. Sambonifacese, del Vercelli, del Legnano e del Campodarsego, e il lanciatissimo Montecchio Maggiore della potente famiglia conciaria degli Aleardi (da patron Romano al nipote Mattia).
 
Incredibile vantaggio, addirittura triplice da parte dei padroni di casa (acuti dell'avanti 1993 Irfan Ponik, del difensore 1993 Gianluca Gallonetto e del navigato avanti - 1989 - Gianluca Cacciotti), poi, poderosa "remuntada" dei bianco-rossi di mister Davide De Forni (1976) grazie al difensore 1986 Mattia Vanzo, all'avanti 1998 Matteo Casarotto ed al collega di reparto, il 1997 Alessandro Tescaro.
 
Finalmente una domenica di tregua per l'estremo difensore, l'ex Ambrosiana Massimiliano Quintarelli, classe 1998: il suo F.C. Valgatara -allenato dal 1984 Jody Ferrari - non subisce gol, meglio, ne rifila uno in Valpolicella alla Piovese di mister Boscaro. Per "el Barça della Valpolicella" il tiro dei 3 punti è opera del difensore classe 1998, scuola Ambrosiana, Fabio Giacomi. Valgatara, che aggancia al 4° posto a quota 23 freccette il Montecchio, e che domenica anticiperà la sosta natalizia, rimanendo alla finestra della sosta.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(567)