ULTIMA - 21/3/19 - SEMIFINALI DI COPPA VERONA: SAVAL "CORSARO" A GAZZOLO

Ieri sera si sono giocate le partite di andata delle semifinali della Coppa Verona 2018-19 che mette in palio, oltre al prestigioso trofeo, anche un posto nel prossimo campionato di Seconda categoria 2019-2020. Sfortunata la gara per il Gazzolo 2014 del presidente Paolo Valle che alla fine ha perso 1 a 2 in casa contro il bravo e fortunato Saval Maddalena
...[leggi]

PRIMA PAGINA

7/1/19
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI ECCELLENZA - 18^ GIORNATA

FERME LE “BIG” DEL GIRONE. FOOTBALL VALBRENTA 4° ASSOLUTO, GARDA “PIRATA” AD ABANO, SONA DA EXPORT A BELFIORE. “BARCA DELLA VALPOLICELLA” COLPITO ED AFFONDATO DAL POZZONOVO, TEAM SCONFITTO A MONTECCHIO. I LUPATOTINI RIPRESI DAL S.MARTINO-SPEME, PIOVESE RINATA CONTRO LA CALIDONENSE.

Nella calza della Befana la vecchietta non porta alcunché alle “big” del girone “A”, Arcella, Caldiero e Vigasio, fermate le prime due dalla finalissima di Coppa Italia veneta giocata sabato 5 gennaio al “Rino Mercante” di Bassano (eravamo presenti e in questi giorni forniremo la nostra versione sulla gara che ha visto capitolare la nobile decaduta Mestre sotto i colpi dei “termali” di mister Cristian Soave), i “Guerrieri del Tartaro” invece dal turno di riposo.
 
Giornata, dunque, che non ha detto assolutamente nulla circa la corsa-scudetto, ma, che ha consolidato al 4° posto assoluto la matricola Football Valbrenta del presidente, il passionale Paolo Dalla Zuanna (classe 1960), di mister Alessandro Pontarollo (ex giocatore dell’A.C. Sambonifacese di mister Claudio Ottoni, dei fratelli Sarzi e Dimas) e del bomber – ex Montecchio, ex 6 stagioni in club di serie D, vedi Caravaggio, Belluno, Castiglione delle Stiviere Mantovano, ex Nove di Bassano, con una dote di 18 reti personali – Alberto Battaglia, interista, classe 1988, nella vita di tutti i giorni commerciale.
 
Punta dai movimenti sinuosi, da ballerino stella, etoile, tipo Roberto Bolle, con il quale condivide passi ed altezza (circa 187 centimetri), avanti elegante, sul quale bisogna intervenire in due difensore per svellergli la sfera dai piedi. Raddoppio degli arancio-blu del passionale vice-presidente Stefano Cavalli a firma di Edison Osmani, classe 1998. Per i padroni di casa padovani del Borgoricco di mister Bertan aveva pareggiato Alberto Galliot, ragazzo classe 1996.
 
Restando nel Padovano, al “Vallini”, risorge la Piovese di mister Boscaro, battuta il 23 dicembre 2018 (eravamo in tribuna) per 2 a 0 a San Nazario, casa del Football Valbrenta. Ebbene, la Piovese ha piegato per 2 a 0 alle proprie volontà la vicentina Calidonense del coach Claudio Clementi, classe 1968: marcatori, uno solo, ovvero Salmaso.
 
Inattesa battuta d’arresto casalinga dell’F.C. Valgatara di mister Jody “Scheckter” Ferrari: “el Barça della Valpolicella” lascia il 4° posto che aveva in comproprietà col Football Valbrenta, cadendo davanti ai propri tifosi ed al cospetto del Pozzonovo. 1 a 3 lo score, con unica rete azulgranata a firma di Paluzzano, stritolato dalla tenaglia delle 3 reti pozzonovesi messe a rete da Mariano Mangieri (doppia per l’italo-argentino, classe 1993) e dall’assolo di Fabio Cazzadore, classe 1989.
 
Al “Gino Cosaro” di Montecchio Maggiore, il Team S.Lucia Golosine di mister Andrea Scardoni non ce la fa ad eguagliare il buon 3 a 1 dei più piccoli “blues” santa-luciani di mister Franco Righetti appioppato ai pari età Giovanissimi Regionali dello Schio, due ore prima della trasferta – sostenuta in auto dai rionali del diesse Ivano Belligoli -: i monscledensi di trainer Davide De Forni (1976, al 2° anno sulla panca dei bianco-rossi berici), e di “patron” Romano Aleardi ritrovano in campo Hakim Calgaro (1990), la forte punta tunisino-italiana, ma la via Lattea del gol la imboccano la punta 1998 Matteo Casarotto e il difensore 1992 Alberto Bevilacqua (che non è il famoso scrittore-romanziere di Parma).
 
A Belfiore d’Adige, il nuovo anno non poteva inaugurarsi nella peggiore delle maniere per i biancazzurri: 0 a 1 e l’undici di mister, il caldierese Roberto Maschi, subisce il gol-partita dall’ex Ambrosiana, il 1985 Cesar Pereira. Ma, il diesse, nonché dr Mirko Cucchetto, a giorni, metterà a segno un colpo sul mercato, fronte arrivi. Tre punti vitali raccolti in trasferta dal Sona di mister Marco Tommasoni che risale al 9° posto da solo a quota 20 punti.
 
Bene, l’A.C. Garda del mantovano coach Paolo Corghi: i rossoblu vanno a fare la voce grossa, 0 a 1, in quel di Abano Terme, facendo immergere nei fumosi fanghi termali i nero-verdi patavini di mister Lucchini: piegati da un’artigliata all’arsenico sferrata dal bravo Nicola Beverari, classe 1994, “bandiera” e frutto del vivaio coltivato dal 2002 dal presidente, l’italo-svizzero Vittorino Zampini.
 
Al “Giobatta Battistoni”, il San Giovanni Lupatoto di mister Matteo Fattori, in illusoria …”fuga verso la vittoria”, viene raggiunto nella ripresa dall’avversario sanmartinese guidato da mister Pippo Damini, grazie al gol del bomber Pietro Filippini. Era stato opera del 1999 Matteo Giordano il gol-illusion dei bianco-rossi del presidente Daniele Perbellini, classe 1961.
 
E, mercoledì 9 gennaio, alle ore 14.30, tutti ad Arcella, per assistere al big match, quello tra la capolista U.S. Arcella (34 punti) e il Caldiero del presidente Filippo Berti (che insegue a -2), “regina veneta” di Coppa Italia Dilettanti!

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(688)