ULTIMA - 25/4/19 - RISULTATI DELLA 33^ GIORNATA DI ECCELLENZA: VIGASIO IN SERIE D

Si sono giocate oggi le partite dell'anticipo della 16^ giornata di ritorno del campionato di Eccellenza che hanno visto il Vigasio di mister Mario Colantoni vincere 1 a 0 nel suo stadio "Umberto Capone" contro il Caldiero di mister Cristian Soave grazie al gol di Bovi al 12° minuto. I biancazzurri del presidente Cristian Zaffani
...[leggi]

PRIMA PAGINA

11/2/19
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. B) - 21^ GIORNATA

BOMBER FAVALLI SCARDINA IL MONTORIO, LASCIANDOLO DIETRO A -2. PRO SAMBO A -3 DALLA VETTA, CASALEONE A -4 E IN RIMONTA A ISOLA RIZZA. TREGNAGO E SANGUINETTO PENULTIMI, IN RIPRESA VALDALPONE E ZEVIO. ALTRA SCONFITTA, A S.MICHELE EXTRA, PER IL BOVOLONE!

Un ruggito di quel “leone immortale d’area” qual è Marvin “Hagler” Favalli fa compiere, dalla paura (si fa, ovviamente, per dire), un passo indietro al Montorio di mister Marco Burato, e ricorda allo sconfitto lo “ius soli”: che si giocava al “Pelaloca” di Cerea. Dunque, vittoria numero 14 per il trainer raldonate Simone Marocchio, che, dopo la bella favola costruita con il “suo” A.C. Raldon, aveva cercato gloria e riconferma in altri club, rilanciandosi recentemente – l’anno scorso – alla guida del “defunto” A.C. Concamarise (2° posto, titolo di Prima, dietro al fantastico SanguinettoVenera, assegnato in estate e poi sdoganato a Bovolone).
 
46 i punti, ora, a beneficio dell’Atletico Città di Cerea, a fronte dei 44 dei montoriesi; poi, a 43 ecco la lanciatissima Pro Sambo di mister Totò Mantovani e di “patron” Claudio Fattori, ieri devastante con il suo 0 a 3 ottenuto all’”Emilio Steccanella” di Cazzano di Tramigna, contro i bianco-rossi di bomber “over 200 gol”, Cristian Turozzi da Monteforte d’Alpone. Ancora lui, l’ex zeviano bomber Gianmarco Ravelli, autore della doppia, e l’ex Tregnago Alberto Vallisari, classe 1989.
 
Lì, attaccato, appeso a un solo quanto tenue punto di distacco, continua a tessere la sua ragnatela il Casaleone di mister Pippo Crivellente, ieri non apparso nella sua forma più smagliante, nella sua performance, dirimpetto a un’Isola 1966 che ha scambiato la sfida (vinta all’andata per 0 a 1) per la prova generale del turno di andata di semifinale di Coppa Veneto di Prima categoria, che la vedrà impegnata non contro i terribili polesani dello Scardovari, ma con gli altrettanto temibili alto-vicentini del nobile decaduto Bassano.
 
Gara bella, caratterizzata da ritmi intensi e costellata dalla “sagra dei gol sbagliati” (molti dagli avanti isolani), in cui ha maramaldeggiato il 30 dicembre 1999 Matteo Badia, a un passo due inverni fa dal suo trasferimento al CastelbaldoMasi di “patron” Ottoboni, autore il “giovane quanto imprevedibile torello” di una fantastica doppia. Per i “casaleoncini” di mister Pippo Crivellente e di un non soddisfatto presidente Marco Faella – rincuorato dal diesse Stefano Todeschini, con quel suo “Ma, oggi, non era per noi giornata delle migliori!” – hanno esultato Luca Pasquali direttamente su rigore ed Alessandro “Sky” Guerra, i "gemelli del gol" dei gialloblu (26 gol in due).
 
Quinta a quota 37 punti l’SSD ValdalponeRoncà di mister Beppe Allocca, tornato alla vittoria a Montecchia di Crosara, 1 a 0, a spese dei “cugini” del San Giovanni Ilarione di mister Sereno Ferrari. Monscledensi convinti della vittoria, visto che sono riusciti a strappare l’intero bottino in dieci uomini a causa dell’espulsione del loro numero 4 Paolo Arvotti (fallo da ultimo uomo commesso dall’ex di turno, classe 1997), e con un altro ex, Thomas Marchetto, classe 1995, al tiro da 3 punti.
 
Al “Leo Todeschini”, tenente colonnello carrista della Seconda Guerra mondiale, l’A.C. Zevio di mister Christian Piasere ce la fa ad aver ragione, anche se di stretta misura (1 a 0), su un’U.S. Provese, che nulla ha più da chiedere al campionato se non qualche vittoria di prestigio. Il gol della vittoria fatica a scaturire: infatti, bisogna attendere fino all’81mo per assistere al tiro-cross effettuato da Bressan, e che inganna con la sua traiettoria l’estremo rosso-nero Marco Mosele, classe 2000.
 
Altra sconfitta del SanguinettoVenera di mister Matteo Branchini: mezza squadra si è ricompattata, ma, pesano ancora le ferite di un ammutinamento generale, che ha raffreddato i motori ed interrotto il buon girone di andata: 1 a 2 e passa il Pozzo di mister “Bel-Paese” Stefano, in rete con Kwesi Papa Kassum (1992, ex Olimpica Dossobuono) e poi con l’avanti 1993 Francesco Girometti. Per i sangui-venerabili, accorcia le distanze su rigore l’ex Scaligera, il classe 1992 Andrea Girardi.
 
All’”Eliseo Zendrini”, i Boys Buttapedra di mister Cristian Cordioli intravvedono, contro l’A.C. Tregnago di mister Antonio Sorgente da Nola, i 3 punti dopo il rigore trasformato in rete da Valerio Manzini (espulso, poi, per somma ammonizione l’atleta nato il 1990), ma propiziato dall’appena entrato Andrea Sabbion, che salta due uomini, prima di essere atterrato. Pareggio definitivo in pieno extra time da parte del giallo e blu alto-valligiano Nicola Tagliapietra, “bocia del ‘96”.

Sesto posto a 34 freccette (una in più rispetto a chi le alita sul collo, e cioè l’Isola 1966) per l’Audace calcio: che al “Tiberghien” smacchia il “leopardo” Bovolone di mister Devis Padovani con un secco 3 a 0. Frutto delle reti realizzate da Pippo Menini (doppia per il 1993 ex Tregnago giunto al suo 13° centro stagionale) e di Francesco…Avanti…Savoia (1992). Ben imbeccato dal “fenomenale” Francesco Gasparato.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1936)