ULTIMA - 19/3/19 - VEDIAMO CHI RISCHIA I PLAY-OUT IN 2^ CATEGORIA ..

Girando i campi per assistere a dei recuperi di Seconda categoria ci siamo accorti che molte squadre non erano al corrente del nuovo regolamento di quest'anno per quanto riguarda i play out di questi campionati che dovranno decidere chi retrocederà al Campionato di Terza categoria 2018-2019. Abbiamo quindi interpellato il delegato della FIGC di Verona
...[leggi]

PRIMA PAGINA

18/2/19
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI PROMOZIONE - 22^ GIORNATA

IL CASTELBALDOMASI INCIAMPA A CHIAMPO, MA E’ SEMPRE GRAN PRIMATO A +12. PAREGGIA, INFATTI, L’ALBARONCO A BADIA POLESINE, SFRECCIA SOLO LA SERATICENSE (0-3 A POVEGLIANO). TORNANO ALLA VITTORIA MOZZECANE E OPPEANO. PER NOGARA, CADIDAVID E SITLAND RIVEREEL PAREGGI IN RIMONTA.
 
Una vetta, che riluce ancora in tutto il suo gran splendore (12 i punti di vantaggio a -8 gare alla conclusione), per il CastelbaldoMasi del ferrarese trainer Luca Albieri e “giocattolino” del “patron” di Menà di Castagnaro, Michele Ottoboni, scivolato per la seconda volta, in questa stagione di indiscussa protagonista, a Chiampo. Sicuramente, con maggior fame di punti, i giallo-verdi vicentini di mister Gianfranco Brendolan, paladino – lo abbiamo ammirato a borgo Roma – del bel gioco, più rilassate, visto il pingue e storico vantaggio, le “tigri bianco-rosse basso-patavine” di Simone Dal Degan; che avrebbe voluto festeggiare in miglior maniera il suo 39mo genetliaco (è nato il 15 febbraio 1980). Il gol di Enrico Bortolotto (1981) è stretto, a mo’ di tenaglia, tra le morse sferrate prima dal 1996 Riccardo Raniero e poi dall’ex Aurora Cavalponica, Alejandro Nicolas Musso.
 
Al secondo posto, ora, a quota 38 (50 i punti fino ad ora totalizzati dai capolisti “castellani”), la coppia Albaronco-Seraticense: i bianco-verde-granata di Ronco all’Adige, guidati dall’ex giocatore del Mantova, Emanuele Pennacchioni, non riescono ad imporsi, né ad approfittare del passo falso della fuggiasca, a Badia Polesine: dove prevale lo 0 a 0, e dove l’estremo rodigino Matteo Manzoli, classe 1982, salva il pareggio, opponendosi alla grande ad una pepata conclusione dell’albaronchesano, l’ex sanmartinese Nicolò Centomo (1994).
 
Va meglio, invece, alle “tigri giallo-nere” della Seraticense del mister veronese Luca Cortellazzi: 0 a 3, secco, ruvido, a Povegliano, contro le "libellule biancazzurre" di mister Lucio Beltrame, con ancora al bersaglio il veronese ex Team S.Lucia Andrea Bresaola (1997), il 1994 Matteo Manganotti e l’avanti Leonard Anghel, classe 1994 ex Belfiorese. Stessi i gol subiti per entrambe le squadre appollaiate sul gradino d’argento del girone “A” di Promozione.
 
Raggruppamento, che dal quarto posto all'ultima in classifica vede raccolte ben 13 squadre i soli 10 punti. Al 4° posto a 32 si cristallizza la Pol. Virtus borgo Venezia di mister Alberto Baù, sconfitta di misura in riva al Piganzo dall’A.C. Oppeano di mister Stefano Ghirardello, mattatore Dame Diagne, classe 1993, ex Piacenza, freddo esecutore materiale dal plotone di esecuzione degli undici metri.
 
Alle spalle dei polivirtussini, un trittico da 30 punti cadauno: quello formato da CastelnuoSandrà, Nogara e dall’Aurora Veronella. I cavalponici di mister Flavio Carnovelli cadono per 2 a 0 al “Nereo Faccioli” di Mozzecane, per la trappola tesa a loro dai “rosso e blu della Postumia” di quel mister Nicola Santelli, il quale, nonostante la sconfitta di sette giorni prima patita al “Donato-Smanio” di Castelbaldo, aveva intravisto i prodromi della ripresa da parte dei suoi ragazzi. Dell’ex bresciana Calvina Sport, Arsid Selmani (1991) e dell'ex Chievo e Villafranca Davide Arabia, le due marcature mozzecanesi.
 
In riva al Guà, in casa del Cologna Veneta di mister Salvatore Di Paola, si protrae il filotto di risultati utili consecutivi inanellati dagli “ussari bianco-rossi del basso Tartaro”, sguinzagliati da mister Andrea Greggio da Gazzo veronese: 2 a 2. Apre e chiude la sigla dei marcatori proprio il Nogara del diesse Giulio Furlani, con Andrea “Il Talebano” Badalotti, classe 1990, e con il caustico Valenti, cinico dal dischetto del rigore, contro il cui tiro “nulla puote” la pure esperta “saracinesca” Alessandro Pastorello, convolato a nozze il giorno di San Silvestro. Per i "gialloblu del mandorlato" segnano i "gemelli del gol" Alessandro Borgatti e Fabio Sinigaglia dal dischetto.
 
A Castelnuovo del Garda, più precisamente al “Giuseppe Pancera”, 1 a 1 tra i nero-verdi “castellani di mister Fabrizio Gilioli e i bianco-neri alto-vicentini (di Albettone) del collega, il veronesissimo Peter Taccardi. Le marcature? Tutte, nello spazio temporale di un centinaio di secondi, con botta del “castellano” centrocampista 1993 Roberto Turrini, e con la risposta di pari grado ed intensità sferrata dall’avanti 1999, Alessandro Feltrìn.

Finisce 1 a 1 pure tra A.C. Cadidavid ed Alba Borgo Roma, in un derby tra due compagini che mirano come primario obbiettivo quello di non dover fare i conti con le sabbie mobili dei play off. Un gol per tempo: Brentegani per i giallo-rossi borgo-romani di mister Andrea Danese, il navigato (1979) capitan Federico Taioli, invece, per i bianco e blu cadidavidesi di mister Armando Corazzoli.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(620)