ULTIMA - 24/5/19 - FABIO BRUTTI (CALDIERO): "LA ROSA NON SARA' STRAVOLTA"

Per il giovane direttore generale del Calcio Caldiero Terme, l'ex portiere Fabio Brutti, al suo 7° anno consecutivo nel direttivo team giallo-verde termale, la società del presidente Filippo Berti è in continua crescita di gioco e risultati: "Sono contentissimo" ci confida Brutti "di come abbiamo giocato quest'anno, facendo
...[leggi]

PRIMA PAGINA

18/2/19
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. B) - 22^ GIORNATA

LA PRO SAMBO CON “HIGUAIN” CORBO BECCA VELENOSAMENTE IL CEREA E LO AGGUANTA IN CLASSIFICA DOVE SVETTA AL COMANDO IL MONTORIO. IL CASALEONE SI CONFERMA ALLE SPALLE DI PRO SAMBO E “PICCOLO TORO”. “SETTEBELLO” ISOLARIZZANO, CAZZANESI “CORSARI”, 3 PUNTI IMORTANTI PER TREGNAGO E POZZO.
 
E’ la punta che tanto desiderava il diggì della Pro Sambo del ferrarese trainer Totò Mantovani, Claudio Fattori: e, ieri pomeriggio, Antonio “Higuain” Corbo, arrivato sulla slitta di Babbo Natale, gli ha regalato la gioia dei 3 punti al “Renzo Tizian”, contro l’ex capolista Atletico Città di Cerea del trainer raldonate Simone Marocchio (14 le vittorie conquistate con i bianco-granata della bassa veronese dall’ex coach del Concamarise!). Una vittoria con i fiocchi…non di neve, per carità, ma che non significa primato assoluto.

In quanto, in contemporanea all’ombra del suo leggiadro maniero caro al Boccaccio, il Montorio del bancario-mister Marco Burato fa festa con la sua maschera – El Magnaron – battendo per 3 a 1 l’Audace calcio del collega Luca Ponzini. Per gli audacini la caccia dentro il solo Pippo Menini, ex Tregnago, poi, il tabellino dei marcatori è proprietà dei montoriesi Claudio Bozzola (1989, ex Pro Sambo), Darko Kovacevic (1991) e di Manuel Corradi, difensore del 1988.
 
Tien botta, nel “derby della Sanoa”, il Casaleone di mister Pippo Crivellente, il quale al “Bertoldi”, supera, 2 a 1, il Sanguinetto di mister Matteo Branchini, nel duello tra coach impiegati entrambi in istituti di credito. Sangui-venerabili in effimero vantaggio grazie all’ex Suzzara Tornike Turmanidze, classe 1992, in quanto prima “Sky” Alessandro Guerra (1994) e bomber Luca Pasquali direttamente dal dischetto imbiancato archiviano la pratica contro i “cugini”, ora penultimi a 19, a -3 dall’A.C. Tregnago.
 
Tregnago di mister Antonio Sorgente che, all’”Antonio Perlato” (presidente onorario classe 1929), ha ragione del lanciato SSD Valdalpone di mister Beppe Allocca grazie alla precisa punizione scoccata da Andrea Girardi, la cui parabola piega le reni all’incolpevole estremo montecchiese Alex Carrer, classe 1999.

Vittoria anche per l’A.C. Pozzo di mister Stefano Paese: al “Nicola Pasetto”, 2 a 1 per i rosso e blu pozzani del ritornato tra i pali, il portiere titolare, l’isolarizzano, ed ex Oppeano, Andrea De Fanti (ieri davvero in gran giornata!), a spese dei Boys Buttapedra di trainer Cristian Cordioli e di un letteralmente rinato Andrea Sabbion – ieri col 10 sulla schiena -; eppure, in vantaggio i buttapietresi grazie al glaciale rigorista Luca Zaffani (1997). Tap-in vincente del rosso e blu di Luca Abbey, ex Olimpia Ponte Crencano, classe 1995, quindi, capocciata imperiosa sferrata dal centrocampista classe 1994 Giulio Personi.
 
Al “Cavallaro”, 0 a 0, sono mancati i gol e i pezzi da novanta: la sfida tra il Bovolone (in astinenza dal successo dal giorno della Befana) di mister Devis Padovani da Isola della Scala e l’A.C. Zevio dell’omologo Christian Piasere (tolti ai bianco-neri in settimana i 3 punti della vittoria riportata al “Leo Todeschini” per 1 a 0 domenica scorsa contro l’U.S. Provese) registra penuria di reti e le gesta di grosse individualità.
 
A la Prova di San Bonifacio, 1 a 7 per l’Isola 1966 di mister Andrea Corrent, che ha smesso di marciare a …Corrent alternata, trovando la sospirata continuità dei risultati. Nel carnet dei marcatori latita il “golden boy”, prodotto del luogo, Matteo Badia, 30-12-1999, il quale ha il mirino sballato quando si appresta al plotone di esecuzione degli 11 metri. Ma, in una domenica talmente grassa… sia di Carnevale che di bottino, gli si è perdonato tutto; anche perché lui un gol su azione regolare l’ha segnato. Per i biancazzurri isolarizzani vanno a bersaglio, a turno, due volte Michel “Platini” Visentini, nella vita di tutti i giorni odontoiatra, lo stopper 1995 “Cerchio” Andrea Cerchier, il 1990 Matteo Granetto, “torace scolpito” Luca Peroni (1996) ed Othmane El Qorichi, classe 1998, centrocampista che sa tirare sia di spadone che di fioretto.
 
Vittoria numero 7 per il Valtramigna Cazzano di mister Omar Lovato – principale ex di turno della sfida vinta a San Giovanni Ilarione per 0 a 1 dai bianco-rossi del presidente Lucio “IV” Castagna – contrassegnata dal suo bomber “over 200 gol”, Christian Turozzi, il “gol da me è sempre di casa…”. Il 16° gol stagionale della punta biancorossa mette ko la squadra di mister Sereno Ferrari e del diesse Omar Rossetto.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1997)