ULTIMA - 23/3/19 - VIAREGGIO CUP: LA PRIMA SEMIFINALE A FORTE DEI MARMI

Sarà lo stadio "Necchi-Balloni" di Forte dei Marmi (in provincia di Lucca) ad ospitare lunedì 25 marzo la prima semifinale - inizio alle ore 14 - della 71ª Viareggio Cup. Restano confermate la sede e l'orario d'inizio della seconda semifinale, in programma sempre lunedì 25 (ore 16.30) all'Intels training center "Ferdeghini"
...[leggi]

PRIMA PAGINA

18/2/19
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. A) - 22^ GIORNATA

IL PGS CONCORDIA PRIMA BATTE IL QUADERNI POI SI PROCLAMA VICE-REGINA, ALLE SPALLE DELL’IMPRENDIBILE PESCANTINA, ALLA 15^ VITTORIA STAGIONALE SUL REAL LUGAGNANO. APPAIATI AL 3° POSTO DOSSOBUONO E LUGAGNANO, QUEST’ULTIMO FA “SESTINA” SUL VALPOLICELLA. RISORGE IL PARONA A LUGO, IDEM IL CALMASINO AL “MAGGIORE” DI PEDEMONTE. LA FUGA DELLA CROZ ZAI BLOCCATA DALL’ARBIZZANO.

Sempre irraggiungibile il PescantinaSettimo di mister Gianni Canovo. Ieri per gli incontrastati capolisti – sempre a +13 – vittoria, 2 a 1, a spese della matricola Real Lugagnano di mister Fabio Di Nicola, con ancora in rete “matuzalem” (classe 1981) Nicola Gottoli, imitato nella precisione balistica del calcio piazzato poco dopo dal socio di reparto Cristian Carigi (1985). Del “cow boy” di San Zeno di Mozzecane, Stefano Morandini, classe 1993, ex anche del Povegliano, il gol-bandiera dei rosso-neri del presidente Sergio Coati.
 
Al “Manuel Fiorito”, in borgo Milano, il PGS Concordia di mister Luca Righetti ottiene la vittoria (1 a 0 ai danni della Pol. Quaderni del coach nonché bancario Nicola Chieppe) del secondo posto, a quota 36 punti (davanti a 49 il Pescantina), che consente ai bianco-viola di portarsi a +2 dalla coppia inseguitrice – quella formata dall’Olimpica Dossobuono e dall’A.C. Lugagnano – e di assestarsi come unica vice-regina del girone “A” di Prima categoria. Una mossa tattica, quella di avvicendare Maycol “Ronnie” Aliperti con “Massimo” Francesco Moratti (1998, attaccante), che premia nel cuore della ripresa il trainer concordiese: infatti, sua la zampata vincente!
 
Emozioni col contagocce e zero reti sia al “Luigi Ciresa” di Dossobuono, tra l’Olimpica Dossobuono di mister “Trap” Matteo Meneghetti e l’A.C. San Zeno Vr del collega Vasco “Rossi” Guerra, sia a Caprino, tra la Montebaldina del mister-imprenditore – con azienda a Gazzolo d’Arcole – Salvatore Piccinato e il Peschiera dello skipper Bellotti e del presidente Umberto Chincarini.
 
Al “Guglielmi” di Lugagnano, i giallo e blu di mister Massimo Gasparato consacrano il loro “magic moment” e festeggiano a suon di punti il 2019, ubriacando con una “sestina” secca il Valpolicella di bomber Nicola Vicentini, guidato da Gianluca Marastoni. Crepitano le doppiette imbracciate ed esplode dal centrocampista 1995 Amos Scandola e da “mano di pietra” o “piede di Pietra”, Petre Cornel, poi, do di petto emessi dall’avanti 1994 Daniele Zanoni e dal suo coetaneo Michele Perozzi.
 
Risorge, dopo tanta polvere mangiata, il Parona dell’inamovibile “Sir Alex Ferguson” “baffo” Flavio Marai: 0 a 2 dei bianco-verdi del “paron de la renga”, il massimo dirigente Riccardo Portoghese, sul sintetico di Lugo di Valpantena, in casa dei “lupi nero-verdi” del Real GrezzanaLugo di mister “Zaccheroni” Antonio Ferronato. Reti paronesi a cura del romano Luca “l’Imperatore” Simeone – direttamente su calcio piazzato - e al 92mo di Adabe.
 
Parona non più “maglia nera” del girone “A” di Prima categoria perché ora a 23 punti, 2 in più rispetto alla Croz Zai, uno in meno rispetto all’Arbizzano; che ieri ha privato della gioia dei 3 punti – 1 a 1 – proprio l’U.S. Croz di mister “Il Gattopardo” “Ghepardo” Doriano Pigatto, illusosi per quella punizione – oramai sua consacrata specialità – battuta a rete da capitan non Findus, ma Francesco Montolli (1989). Per i giallo-blu arbizzanesi di mister Massimiliano Canovo testa imperiosa inarcata con successo dal 1992 Riccardo Manzato.
 
Al “Paolo Maggiore”, capitola il Pedemonte del grande conoscitore di calcio, nonché ex terzino dell’Audace SME dell’allora mister Angelo Barbi, Sandro Farina, classe 1942, padre del team manager Claudio. Passa, per 1 a 3, il più affamato di gloria e di punti Calmasino di mister Ivo Castellani, grazie alla doppia dell’ex F.C. Valgatara Mattia Lavarini, classe 1995, ed all’assolo inscenato da Sala. Nell’inframezzo, ci sta anche il rigore dell’algido Marco Ambra, “annus domini” il 1992, ala sinistra, con l’11 sulle spalle. Bianco-rossi pedemontani del duo tecnico Stefano Modena-Giorgia Brenzan ora sesti a 30 punti, alla pari di Real GrezzanaLugo ed A.C. San Zeno Vr.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(594)