ULTIMA - 23/3/19 - VIAREGGIO CUP: LA PRIMA SEMIFINALE A FORTE DEI MARMI

Sarà lo stadio "Necchi-Balloni" di Forte dei Marmi (in provincia di Lucca) ad ospitare lunedì 25 marzo la prima semifinale - inizio alle ore 14 - della 71ª Viareggio Cup. Restano confermate la sede e l'orario d'inizio della seconda semifinale, in programma sempre lunedì 25 (ore 16.30) all'Intels training center "Ferdeghini"
...[leggi]

PRIMA PAGINA

25/2/19
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. C) - 23^ GIORNATA

AGGANCIO IN VETTA DEL GIOVANE S.STEFANO NEI CONFRONTI DELL’ARCUGNANO, STOPPATO A META’ DAL REAL MONTEFORTE! IL MONTECCHIO S.PIETRO SEGUE A -1, IL SOAVE A -2, IL LOCARA A -3. L’ALTAVALLE FRANA SUL GAMBELLARA, IL CASTELGOMBERTO PASSA A LONIGO, LA SAMBO FA SALTARE IL PONTE DEI NORI.
 
Al “Fa.Lou.Sal.” di Monteforte d’Alpone, il Real fa tremare l’ancora co-capolista Arcugnano di mister Ciro Vicari, imponendole il 2 a 2, e consentendo così ai “cugini” del Giovane S.Stefano di mister Simone Lazzari di consumare l’operazione-aggancio in vetta, a quota 45 punti. Il 1992 Giacomo Cengia e il collega del pacchetto centrale, il classe 1998 Alessandro Panà, per i real-montefortiani di mister Roberto Albertini, a fronte dell’avanti 1992, “papa” “Giovambattista” Luca Montini (1992) e di Maràn per i biancazzurri vicentini.
 
Al “Comunale” di via dell’Artigianato, a Santo Stefano di Zimella, il Giovane Santo Stefano, con l’asciugamani, ha ragione per 1 a 0 del meno quotato Brendola del mister Vinicio Corato. Match winner per i giallo e blu del presidente Alessandro Rinaldi è il 1988 Sebastiano Logiudice.
 
Vittoria, ancora più pesante perché ottenuta in trasferta, 1 a 3, a Brogliano, per la terza migliore realtà del girone “C” di Seconda categoria, il Montecchio San Pietro di trainer Piergiovanni Rutzittu. A mitigare la resa per i bianco-rossi di casa, il numero 2 Tonin, a fronte della doppietta griffata dallo strepitoso 2000 Nicola Urbani e dall’assolo emesso dal compagno di scuderia nero-verde, il 1988 Nicola Pegoraro.
 
Cin cin festoso, ma al contempo sofferto e per questo ancora più bello – e lì la materia prima non manca, soprattutto il recioto ambrato del presidente soavese Franco Adami – per le “frecce rosse” di mister Francesco Bresciani: 2 a 3 al patronato “Sant’Antonio” di San Vitale. Per i biancazzurri vicentini di mister Quinto, hanno fatto “bingo!” il centrocampista 1996 Stefano Zarantoniello e l’avanti 1993 Gianmarco Bozzetti; per i soavesi, invece, fantastica tripletta griffata dal 1994 Massimo Veronese, al suo 15° sigillo stagionale.
 
Quinto posto a 42 freccette per il Locara, anche lui largo trionfatore, per via dello 0 a 3 assordante e strepitoso inferto al “Pietro Ceccato” alle Alte di mister Armando Farinello. Sull’altare della gloria, l’avanti 1986 Enrico Purgato, preceduto nell’impresa dal centrocampista Leonardo Crestani, classe 1991. Poi, si registra il gol nella porta sbagliata segnato dal n.2 giallo-rosso, il 1993 Giacomo Carlotto.
 
E, le Alte (o Basse?!? Ieri pomeriggio?!?) Ceccato vengono scavalcate proprio dai suoi “sicari” locaresi. Ad Altissimo Molino, l’Altavalle del Chiampo del coach Fabio Faccin frana pesantemente addosso, maciullandolo, - 4 a 0 -, al Gambellara 1980 di trainer Claudio Fracasso. Tripletta di quel prolifico bomber rosso-verde che è l’attaccante di razza, il classe 1998, Edoardo Singh; al quale deve essere calcolato l’assolo di Corato.
 
Al “Mancassola” di Lonigo, cadono i biancazzurri leoniceni, 2 a 3, allenati da Maurizio Battistella: passa il Castelgomberto Lux di mister Fabio Gonella. Crepitano le doppiette fatte esplodere dal “castellano” giallo e blu, il maturo (1984) Arissou Traorè, e quella imbracciata dall’”avversario” leoniceno Sipon Hossain, classe 1998. La differenza, a questo punto, sul tabellone, sul display dei marcatori di questa gara, la fa la punta 1990 “Alberto” Paolo Bevilacqua.
 
Ad Arcole, quarta vittoria per l’A.C. Sambonifacese del presidente ed avvocato Mariano Dalla Valle: 2 a 0, che fa crollare il Ponte dei Nori di mister Cristian Soliman, ed archibugiate decisive dei rosso e blu Abdelkrim Choukrani, “volpe argentata d’area” della classe 1973, e di El Hattas. Insomma, vittoria di chiara matrice maghrebina.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(245)