ULTIMA - 23/3/19 - VIAREGGIO CUP: LA PRIMA SEMIFINALE A FORTE DEI MARMI

Sarà lo stadio "Necchi-Balloni" di Forte dei Marmi (in provincia di Lucca) ad ospitare lunedì 25 marzo la prima semifinale - inizio alle ore 14 - della 71ª Viareggio Cup. Restano confermate la sede e l'orario d'inizio della seconda semifinale, in programma sempre lunedì 25 (ore 16.30) all'Intels training center "Ferdeghini"
...[leggi]

PRIMA PAGINA

4/3/19
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. A) - 24^ GIORNATA

IL 17 (COME LE SUE VITTORIE) PORTA BENE ALLA SUPERCAPOLISTA PESCANTINA! NON MOLLA, A -15 PUNTI DI DISTACCO, IL PGS. BATTUTO “EL LUGA” DAI CROZZINI, TORNA ALLA VITTORIA LA MONTEBALDINA, COLPACCIO SANZENATE A LUGO. TRE GARE TERMINATE SULL’1 A 1.

In una testa, che attende solo la matematica (domenica potrebbe bastare un punto se il Concordia perde a San Zeno) proclamazione della sua incontrastata “regina”, il PescantinaSettimo di mister Gianni Canovo, nel girone “A” di Prima categoria veronese emerge la battuta d’arresto di chi – l’A.C. Lugagnano di mister Massimo Gasaparato – pareva non chiudere mai le proprie ali nello splendido volo del maxi recupero.
 
Invece, i terrestri, non marziani giallo e blu, cadono, alla maniera degli dei greci, in piedi, al “Meneghello”, in Zai, sotto i 3 colpi a 1 sferrati dai pari colore crozzini di mister “Ghepardo” Doriano Pigatto (doppia di Francesco “Kaiser” Montolli, preceduta dall’ex virtussino, il classe 1999, Nicolò Donatiello. Per i lugagnanesi, invece, ancora il solito Cornel Petre. Con questi 3 punti i gialloblu del diesse Germano Pistori risalgono dall'ultimo al quint'ultimo posto a -1 dalla salvezza diretta.
 
Il PescantinaSettimo rifila tre scoppole ad una al Parona di mister “Sir Alex Ferguson” “baffo” Flavio Marai; che il giorno delle Sacre Ceneri mangerà pasta con le famose “renghe”, stavolta, affumicate dalla batosta n.10 e suffragata dall’ultimo posto in classifica a 24 punti. Buon per i “bianco-verdi all’Adige”, dove sono arrivate secoli fa dai Paesi bassi le famose arringhe, che la corsa verso la salvezza è tutt’altro che spenta: dal Peschiera in giù, ovvero da quota 28 punti in basso, trovi invischiate ben 6 compagini! Stefano Bonato, cui va calcolata la doppia del fortissimo brasiliano Mauricio Salvador, con l’inframezzo realizzativo a cura di “Dinamite” Daniele Begnoni, su rigore, materializzano il tabellino marcatori.
 
Al gradino argenteo, a quota 40 (siderale il distacco di ben 15 punti dalla capolista pescantinese!), si acquartiera ora il Pgs Concordia di mister Luca Righetti, il quale, a borgo Milano, al “Manuel Fiorito”, supera, sfrecciando in…Alfa …Romeo (l’ex lugagnanese Giordano, classe ’96), il Peschiera dello skipper Dal Dosso che schiera tra i pali il promettente classe 2003 Andrea Ferro.
 
Terzo posto, a 37 punti, per “El Luga”, 4° a 36 per l’Olimpica Dossobuono di mister “Trap” Matteo Meneghetti (ieri in panca dei giallo-rossi il suo secondo Corrado Frinzi), fermati sull’1 a 1 al “Luigi Ciresa” da un senz’altro più famelico di punti, Calmasino di mister Ivo Castellani (in vantaggio-illusion con il difensore ’97 Marco Cristanini; cui ha risposto “Lollo” Lorenzo Baraldi, annus domini il 1989).
 
Sul sintetico “Plinio Lonardoni” di Lugo, l’A.C. San Zeno Vr di mister Vasco “Rossi” Guerra fa la voce grossa (0 a 2), quella che assorda gli orecchi dei “lupi mannari nero-verdi” del presidente Dino De Paoli e del suo mister, “Zaccheroni” Antonio Ferronato. Segnano due “vecchie” conoscenze del nostro calcio: l’ex pastrenghese, il 1987 Nicola Pappalardo (con una punizione chilometrica!) e capitan - di lunghissimo corso - Riccardo De Pizzol, classe 1983.
 
A Caprino, finalmente una vittoria, dopo una miriade (12) di pareggi, record del girone: la Montebaldina di mister Salvatore Piccinato rende pan per focaccia la sconfitta che aveva patito all’andata in casa dell’Arbizzano. L'altra volta il passivo fu più pesante per i montebaldini, ma, la sostanza non cambia e l’urlo dei vincitori sale alto, fino a bucare le pareti dello spogliatoio. Il 1989 arbizzanese Matteo Tomba sciupa la più ghiotta delle occasioni (il tiro dal dischetto viene intercettato dall’estremo Giacomo Pimazzoni, ex Peschiera, classe ’92), non fallisce invece la mira il centrocampista 1994 Stefano Coppini, abile a girare in rete un traversone servitogli dal 1992 Nicolò Tomezzoli.
 
Al “Paolo Maggiore”, il “derby del miglior vino del Veronese” si conclude – 1 a 1 – senza vincitori né vinti: vantaggio dei pedemontani di mister Stefano Modena grazie al 1992 Marco Ambra, pareggio definitivo del Valpolicella di mister Gianluca Marastoni di Alessandro Cengiarotti (1998).
 
Al “Guglielmi”, idem con patate, tra Real Lugagnano di mister Fabio Di Nicola e la Pol, Quaderni di mister Nicola Chieppe: bussa il rosso-nero l’immarcescibile (1982) Davide Bortoletti, risponde…Secchi…Secchi, papale, papale…il n.7 dei “nero-verdi della Postumia” della presidentessa Sara “Ferguson” Olivieri, appunto Marco Secchi rientrato in nero-verde dal Team Santa Lucia a dicembre.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(576)