ULTIMA - 23/3/19 - VIAREGGIO CUP: LA PRIMA SEMIFINALE A FORTE DEI MARMI

Sarà lo stadio "Necchi-Balloni" di Forte dei Marmi (in provincia di Lucca) ad ospitare lunedì 25 marzo la prima semifinale - inizio alle ore 14 - della 71ª Viareggio Cup. Restano confermate la sede e l'orario d'inizio della seconda semifinale, in programma sempre lunedì 25 (ore 16.30) all'Intels training center "Ferdeghini"
...[leggi]

PRIMA PAGINA

11/3/19
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI PROMOZIONE - 25^ GIORNATA

CASTELBALDOMASI A -3 DAL TRIONFO, ALBARONCO NUOVAMENTE SECONDO, NOGARA IN GRANDE RECUPERO CONTRO IL MOZZECANE. “DOPPIO” TOMMASI FA TRIONFARE IL CASTELNUOVO AD OPPEANO, “CINQUINA” DEI CAVALPONICI ALL’ALBA BORGO ROMA, COLOGNA “CORSARO” A BADIA POLESINE, DEVASTANTE SITLAND SUL CHIAMPO, CADIDAVID RAGGIUNTO (1-1) A SAREGO.
 
Eh, sì, solamente 3 punti separano il già vincitore “in pectore” CastelbaldoMasi di mister Luca Albieri e di “patron” Michele Ottoboni dallo storico traguardo dell’Eccellenza. Le “tigri bianco-rosse” basso-patavine di capitan Matteo Deinite sbranano, in borgo Venezia, anche i giovani “levrieri” virtussini al guinzaglio di mister Alberto Baù da Perzacco di Zevio: 0 a 2, con alla consumazione del dantesco e “fiero pasto” il bomber e gentiluomo Enrico Bortolotto (1981) e l’”ussaro” Bojan Djordjevic.
 
CastelbaldoMasi a quota 57, inseguito ad una distanza siderale dall’Albaronco di mister Emanuele Pennacchioni a 45 punti: i bianco-verde-granata di Ronco, ieri, all’”Erasmo Zamperlini”, hanno avuto ragione, 2 a 1, sul combattivo Povegliano dell’omologo Lucio Beltrame, in rete grazie al “brasilero” (per la sua carnagione da sudamericano) Carlo Alberto Calvetti, nato proprio in via Carlo Alberto, come ci ha confidato lui stesso a fine gara.

Per gli albaronchesani di un sempre decisivo capitan "Ibra" Afyf, portiere cresciuto a San Bonifacio sotto la grande scuola di Maurizio Memo, portiere del grande Foggia degli anni ’70 ed ex compagno di Gigi Del Neri, una parata felina, che gli fa meritare il patronimico di “Gatto”: ma, l’arbitro, in quel frangente, al 97mo, aveva rivelato un fuori-gioco di una “libellula” poveglianese in volo. Per la “vice-regina” del girone “A” di Promozione, decidono “Pinturicchio” Luca Avesani, che, senza le sue prodigiose pennellate renderebbe il cielo di Ronco plumbeo, e il “cosacco” Goran Ivanov. La mamma di Nicola Avesani, intanto, attende, così come suo figlio e bomber la nascita – a maggio – del secondo figlio – il gol dell’ex a lungo bomber lupatotino.
 
Dal braccetto con l’Albaronco si stacca la Seraticense di mister Luca Cortellazzi, ora a -2 dalla più in vista damigella d’onore dei “castellani” capolisti basso-patavini: le “tigri giallo-nere”, a Sarego, non riescono a dilaniare un attento Cadidavid del futuro 40enne Federico Taioli, nella vita di tutti i giorni dottore commercialista e felice padre di due figli. Prova a scappare proprio il club bianco e blu allenato da Armando Corazzoli con Bodini, ma, è il centrocampista 1990 Andrea Borotto ad agitare il laccio da cow boy, che termina per acciuffare i cadidavidesi.
 
Legittima, consacra il suo 4° posto a 39 (il CastelbaldoMasi è a quota 57) l’Aurora Cavalponica del sanbonifacese condukator Flavio Carnovelli: a San Gregorio di Veronella, ustionante cinquina dei ragazzi di capitan Simone Romellini sulla guancia dell’Alba Borgo Roma di mister Andrea Danese, al gol della davvero magra consolazione con l’ex Rivoli di Eccellenza, lo stopper Enrico Eller (infallibile su rigore). Per i “cavalponici” del presidente e tifoso helladino Stefano Bressan, “quaterna” della “gazzella ghanese”, il silenzioso Ronnie Otoo, imitato una volta sola (e cosa volevate di più dalla vita? Un Lucano?!?) dall’ex serie C2 ai tempi della sua militanza a San Bonifacio, il difensore 1986 Nicola Pimazzoni.
 
La Pol. Virtus, battuta in casa per 0 a 2 dal CastelbaldoMasi, si ferma alla boa n.36, raggiunta a sua volta dalla matricola A.C. Cologna Veneta di mister Salvatore Di Paola: i “giallo e blu del mandorlato” ieri sono andati a dettare legge, 1 a 2, al “Comunale” “Fratelli Martiri di Villa Marzana”, a Badia Polesine, in casa dei biancazzurri di mister Ruggero Ricci (in vantaggio con il “daino” albanese Erjon Dervishi (1983). Fabio Sinigaglia, classe 1986, su rigore, e “mitraglietta” Matteo Crivellaro (1995 ed ex “cavalponico”), questi i bucanieri giallo e blu del diggì e dottore commercialista Renato Martinelli.
 
Al “Remo Soave” di Nogara, i “cosacchi del basso Tartaro” di mister Andrea Greggio rischiano la capitolazione dopo l’uno-due mozzecanese a firma di Tommaso Cappelletti e di Arsid Selmani (classe1991, ex Calvina Sport bresciana). Per fortuna dei biancorossi a rimediare alla frittata ci pensano il “talebano” Andrea Badalotti, classe 1990, ex Suzzara di 1^ categoria, e l’ex Berretti del Mantova, il prolifico realizzatore Diego “de la Vega” in arte “Zorro” Grigoli. In attesa della papale fumata bianca (in pole position “Puma” Marco Montagnoli), nella panca del “Mozze”, si è seduto il presidente Riccardo Montefameglio, classe 1980.
 
Una doppia di bomber Matteo Tommasi (1992) permette al CastelnuoSandrà del lippiano trainer Fabrizio Gilioli di violare il già violato quest’anno terreno di Oppeano (articolo dettagliato in ultim'ora). Un irrefrenabile, incontenibile Sitland Rivereel del “marine” Peter Taccardi devasta, 3 a 0, il Chiampo di mister Brendolan, facendo “bingo” con Dalla Benetta, Andrea Spoladore (1997) e in virtù di un gol all’incontrario firmato da Farinon. Che arriva a correggere, dalla porta errata, un traversone magistralmente pennellato da “bum-bum-bum” Alberto Sacconi da Pressana (milanista ex Caldiero, classe 2000).

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(694)