ULTIMA - 24/5/19 - FABIO BRUTTI (CALDIERO): "LA ROSA NON SARA' STRAVOLTA"

Per il giovane direttore generale del Calcio Caldiero Terme, l'ex portiere Fabio Brutti, al suo 7° anno consecutivo nel direttivo team giallo-verde termale, la società del presidente Filippo Berti è in continua crescita di gioco e risultati: "Sono contentissimo" ci confida Brutti "di come abbiamo giocato quest'anno, facendo
...[leggi]

PRIMA PAGINA

18/3/19
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI SERIE D - 27^ GIORNATA

IL VILLAFRANCA VINCE IL DERBY IN CASA DELL'AMBROSIANA, IL LEGNAGO PERDE IN CASA CONTRO IL REZZATO.

La 27esima giornata del girone B di serie D vede solo il Villafranca del presidente Mirko Cordioli raccogliere tre punti, ancora zero punti per Legnago e Ambrosiana che sono sempre più impantanati nella zona retrocessione, specialmente i rossoneri del diesse Mattia Bergamaschi che ad ora retrocederebbero direttamente in Eccellenza.

L’Ambrosiana di mister Tommaso Chiecchi doveva ieri prendersi assolutamente i tre punti in casa nel derby contro il Villafranca ed invece ha incassato un pesante 3 a 0 che fa male alla classifica e soprattutto al morale dei rossoneri. Al "Montindon" l’avvio di partita vede i rossoneri locali subire subito la pressione della squadra blaugrana che si fa subito pericolosa con un paio di conclusioni di Pape. I locali rispondono con qualche azione d'attacco che partono sempre dalla fascia sinistra. Sul finire del primo tempo Marco Bertoli s'invola tutto solo dalla metà campo ed appena entrato in area viene steso (forse al limite dell’area di rigore) ma l'arbitro assegna il penalty che Pape realizza spiazzando il portiere. Si conclude così, sull'1 a 0 il primo tempo. La ripresa vede i rossoneri gettarsi subito avanti alla ricerca del pareggio che sfiorano in un paio di occasioni ma l'occasione più ghiotta capita al Villafranca con Porcelli che pesca Bertoli solo sul dischetto di rigore ma il numero 9 conclude alto. Poco dopo il Villafranca colpisce una traversa con un tiro cross smanacciato dal portiere rossonero. L’Ambrosiana si fa ancora pericolosa con un paio di azioni ma all’81° arriva il gol del raddoppio ospite con Michele Porcelli bravo a scaricare al volo in rete un punizione alta dalla destra. Al comunale di Sant'Ambrogio cala il gelo e i blaugrana di mister Alberto Facci trovano al 95° anche il 3 a 0. Salvatore Elefante si procura un rigore che lui stesso calcia ma il portiere rossonero para, la palla s'impenna e lo stesso giocatore blaugrana si esibisce in una spettacolare rovesciata che sancisce lo 0 a 3 finale per il Villafranca che domenica ospiterà lo Scanzorosciate che ieri ha pareggiato 1 a 1 col Sondrio. L’Ambrosiana invece farà visita al Darfo Boario che ieri ha pareggiato 0 a 0 in casa del fanalino di coda Olginatese.
 
Cade il Legnago di mister Andrea Pagan che perde 0 a 2 al "Sandrini" contro il rezzato di mister Alberto Gilardino. Rezzato che si spinge subito in attacco col numero 77 Matteo Pedrini, classe 2000, ma il suo tiro è parato dal portiere Cuoco. Al quarto d’ora l'occasione per il Legnago di passare in vantaggio: Cocuzza serve Vita che è solo davanti al portiere bresciano Borghetto che sventa il pericolo. Ecco la solita legge del calcio colpire ancora. Passa un minuto e il Legnago perde palla a centrocampo, Gaetano Caridi, 38enne ex Mantova, serve di precisione Varas che non perdona e porta in vantaggio il Rezzato. Due minuti dopo tentativo di Vita che inzucca fuori. Il Rezzato cerca il raddoppio con un forte tiro di Sodinha Felipe Diogo ma la palla esce. Nella ripresa prova a reagire con le conclusioni senza esito di Mantovani, Cocuzza e Darraji. Poi, per un fallo di Parrino l'arbitro concede una punizione contro il Legnago. Batte Diogo, la barriera biancazzurra di apre e il pallone rimbalza davanti a Cuoco che non riesce ad evitare che il pallone termini in modo beffardo alle sue spalle per il 2 a 0 bresciano. Prima del triplice fischio fallo in area del Legnago di Darraji su Sorrentino e l’arbitro concede il penalty. Tira Lauria ma Cuoco è bravo a respingere il tiro ed evitare il cinquantesimo gol al passivo dei biancazzurri. Il Legnago giocherà ora la prossima partita di campionato in casa della Pro Sesto del bomber di Bergantino cresciuto nel Casaleone Filippo Guccione.

Le altre gare della 27^ giornata hanno il Villa D'almè perdere in casa 1 a 2 col Caravaggio, il Mantova battere la Pro Sesto 2 a 1, il Pontisola vincere 3 a 0 in casa del Ciserano, il Como pareggiare 0 a 0 col Seregno e stesso risultato per la Virtus Bergamo contro la Caronnese. In classifica passa al comando il Mantova di mister Morgia con 69 punti, il Como di mister Marco Banchini è ora secondo con 68 punti, poi, dopo l'abisso, al 3° posto a 53 punti c'è il Rezzato, la Pro Sesto è al 4° posto con 51 punti davanti alla Caronnese a 50 punti. Poi, al 6° posto, staccatissimo a 38 punti c'è il Pontisola, che precede la Virtus Bergamo a 37, il Sondrio a 36 e il Seregno a 35. Sale al 12° posto a 28 punti il Villafranca che aggancia il Darfo Boario, poi lo Scanzorosciate a 26 e il Legnago fermo a 24, a 20 c'è il Ciserano, l'Ambrosiana rimane penultima con 18 punti e l'Olginatese è sempre fanalino di coda con 14 punti.

tratto dagli addetti stampa delle società per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1978)