ULTIMA - 24/5/19 - FABIO BRUTTI (CALDIERO): "LA ROSA NON SARA' STRAVOLTA"

Per il giovane direttore generale del Calcio Caldiero Terme, l'ex portiere Fabio Brutti, al suo 7° anno consecutivo nel direttivo team giallo-verde termale, la società del presidente Filippo Berti è in continua crescita di gioco e risultati: "Sono contentissimo" ci confida Brutti "di come abbiamo giocato quest'anno, facendo
...[leggi]

PRIMA PAGINA

25/3/19
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. B)- 26^ GIORNATA

TRIONFO DI TUTTE LE “BIG”, AD ESCLUSIONE DEI “CASALEONCINI” INCORNATI DAL “PICCOLO TORO” DI MISTER MAROCCHIO. IL TREGNAGO MACCHIA IL DEBUTTO DI MISTER SGANZERLA SULLA PANCA DEI “MOBILIERI”, IL VALTRAMIGNA TRACIMA (0-5) A LA PROVA, L’AUDACE AVVELENA IL POZZO, L’ISOLA 1966 SI LASCIA ALLE SPALLE IL VALDALPONERONCA’, SETTEBBELLO MONTORIESE A S.G.ILARIONE, ZEVIO…LIMA…TO AL “TIZIAN” DALLA PRO SAMBO.

Nulla cambia in testa alla graduatoria del girone “B” di Prima categoria: vincono tutte le aspiranti allo scudetto, capitola il solo Casaleone, ora 4° a 51, incornato per 3 volte a uno dal “Piccolo Toro” di mister Simone Marocchio da Raldon e tifosissimo Hellas Verona, alla vittoria n.18 stagionale dei bianco-granata del presidente ed avvocato Luca Bronzato. Al “Bertoldi”, vanno in rete i ceretani Stefano Guandalini, Matteo Peroni e il difensore biondino Matteo Ghisi, classe 1996, il quale griffa il “gol dell’ex”. Per i “casaleoncini” di mister Pippo Crivellente, il solo Alessandro “Sky” Guerra a firmare il registro delle presenze dei giallo e blu del presidente Marco Faella.
 
Ceretani secondi a quota 56, appaiati sempre dalla Pro Sambo di mister Totò Mantovani, ieri vincitori di misura – 1 a 0 – al “Renzo Tizian”, contro l’A.C. Zevio, rinsavito dalla cura somministrata da mister Lucio Merlìn. La differenza scocca, matura nella più antipatica delle soluzioni offensive, il penalty: lo trasforma il classe 1988 Fabio Da Silva Lima.
 
Lo scettro, con 57 pietre preziose, del comando lo impugna sempre, e con grande merito!, il capofila Montorio di mister, il belfiorese Marco Burato: ieri, montoriesi da Settebello, per lo 0 a 7 rifilato sul sintetico di “San Giovanni Bosco” di San Giovanni Ilarione ai “Leoni biancazzurri della Lessinia orientale” di mister Sereno (non proprio ieri sera!) Ferrari. Nella sagra e saga delle reti pro-sambonifacesi, risalta il fantastico tris firmato dall’ex sanmartinese, il classe 1993 Francesco Tarullo, mentre salgono al cielo gli assoli emessi da Alessandro Caputi…mi hai? (1984), del difensore 1992 Alessandro Bragato, di bomber Manuel Marcolini (1993) e di Stavarachi.
 
In riva al Piganzo, il già balzato in Promozione (dopo l’epica notte del “Mercante” di Bassano, dove i vicentini avevano vinto tutti i 17 incontri casalinghi: dopo il 2 a 1 conseguito all’andata ad Oppeano, ecco lo 0 a 1 nel retourn match, mattatore il “cormorano magrebino” El Alami Afyf (dicembre 1996), e bassanesi da ieri sera già promossi alla categoria superiore come stra-vincitori del loro girone vicentino) Isola 1966 del presidente Franco Brunelli e di mister Andrea Corrent liquida con un 3 a 1 eloquente la pratica ValdalponeRoncà di mister Beppe Allocca (al pari illusorio con l’ex casaleonese, il 1991 Antonio Cardone). Difficile spuntarla contro gli isolarizzani in grande magic moment e con un bomber Matteo Badia (30-12-1999 davvero incontenibile e ieri autore della doppia. Ma, anche l’odontoiatra Michel “Platini” Visentini, il “re di Coppe di Prima categoria veneta” grazie ai suoi 6 gol, lo imita una sola volta e corre verso il centrocampo portando entrambe le mani dietro gli orecchi.
 
All’”Antonio Perlato”, il Tregnago ha ragione, 1 a 0, del Bovolone passato nelle sapienti mani del pluridecorato trainer, il dr (in Agraria) nonché milanista Claudio Sganzerla; è di David Tagliapietra, centrocampista avanzato datato 1999, il tiro da e dei 3 punti dei giallo e blu alto-valligiani del presidente Gabriele Rizzin guidati da mister Antronio Sorgente.
 
Il ValtramignaCazzano di mister Omar Lovato tracima con quel suo 0 a 5 ottenuto a La Prova di San Bonifacio: “poker caraibico” del Superbomber ed ex “scarpa d’oro” Christian Turozzi (al suo 22° sigillo stagionale), il quale ha già abbondantemente superato la soglia dei 200 gol realizzati. Il quinto gol bianco-rosso cazzanese è a firma di Enrico Pimazzoni, difensore datato 1992.
 
Un guizzo vincente del guitto audacino Francesco Savoia (1992) consente ai sanmichelati di mister Luca Ponzini di fare la voce grossa al “Nicola Pasetto” di Pozzo di San Giovanni Lupatoto: la tenzone termina sullo 0 a 1 e pozzani di mister Stefano Paese sempre al sest’ultimo posto, attraccati alla boa numero 28 in compagnia dei sangiovannei.
 
Infine, 0 a 3 a tavolino per i Boys Buttapietra di mister Cristian Cordioli e radiazione dalla Prima alla Terza categoria per il Sanguinetto Venera di mister Matteo Branchini, con i sangui-venerabili che, non essendosi presentati per la 4^ volta, vengono spazzati dalla Prima categoria e fanno un falò del bel trionfo ottenuto lo scorso anno, arrivando prima del favoritissimo Concamarise (vice-regina). Ora, il regolamento, in un campionato decisamente sfalsato, assegnerà lo stesso la vittoria a tavolino di 3 a 0 e i 3 punti a tutte le ultime 4 avversarie che il calendario prevede. A partire dall’SSD ValdalponeRoncà, al Valtramigna Cazzano, all’Atletico Città di Cerea, per finire all’Audace calcio.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(2011)