ULTIMA - 22/5/19 - IL VILLA BARTOLOMEA SI AFFIDA A MISTER GIAN LUCA PARISATO

Nel girone B di Terza categoria, domenica scorsa si è giocato il 1° turno dei play-off che hanno registrato la vittoria per 2 a 0 della Dorial di mister Alessandro Bruni che ha quindi eliminato dai giochi promozione il Roverchiara di mister Simone Brunelli. Promozione in 2^ categoria che i "doriani" del presidente Gabriele
...[leggi]

PRIMA PAGINA

8/4/19
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. B) - 28^ GIORNATA

SEMPRE IN VETTA IL “TENNISTICO” MONTORIO, MA IL CEREA NON LO PERDE D’OCCHIO A -1 DI DISTANZA. CONTINUA IL CROLLO DELLA PRO SAMBO, ORA A -6 DAL “PICCOLO TORO”, IL BOVOLONE AGGUANTA (2-2) IL CASALEONE, SEMPRE 4° IN CLASSIFICA, LO ZEVIO PAREGGIA A S.GIOVANNI ILARIONE, AUDACE EXTRALARGE A LA PROVA (0-6), NIENTE RETI A BUTTAPIETRA, TRA I BOYS E IL VALDALPONE RONCA’.

Ancora una domenica all’insegna del duello, gomito a gomito, quello tra la capolista Montorio e l’Atletico Città di Cerea: entrambe vincitrici su campi esterni, i “castellani” del belfiorese e bancario coach Marco Burato al “Nicola Pasetto” di Pozzo, il “Piccolo Toro” del trainer raldonate Simone Marocchio (al suo 19° successo personale) nell’insidiosa trasferta in riva al Piganzo (1 a 2 a Isola Rizza).
 
Che dire? Ricorre il “Manuel Marcolini Day”, perché la punta bianco-nero-verde – classe 1993 – timbra per ben 3 volte il cuoio prima che esso varchi la linea bianca inutilmente protetta, difesa dall’estremo pozzano Francesco “G.Luigi Buffon” Gobbetti. Ma, scocca, sul calendario dei cannonieri montoriesi anche il “Francesco Tarullo Day”, perché il coetaneo “socio della cooperativa del gol” dei “castellani” del presidente e geometra Lorenzo Peroni e del diesse Stefano Menini non vuol essere da meno, non ci sta a star giù dal podio inteso alla Luciano Ligabue: fantastico tris anche per lui! Che fuori dal campo, ama indossare gli occhiali. E sono 40 i gol segnati dalla coppia d'attacco bianco-verde-nera, 23 per Marcolini e 17 per Tarullo.
 
Sono invece 63 i punti per il Montorio, capolista da quasi tutto il cammino del campionato di Prima categoria, girone “B”, 62 invece per l’Atletico Città di Cerea di mister Simone Marocchio, il quale tanto temeva alla vigilia l’insidiosa trasferta isolarizzana. E, l’assenza del “puntero” Marvin “Hagler” Favalli – allettato perché con febbre a 39 – metteva in maggiore apprensione i ceretani nell’impresa che dovevano compiere, al fine di non perdere le orme dei montoriesi. E, così è stato: vantaggio iniziale di Afyf El Alami (poi, espulso per proteste nei confronti del direttore, signor Castellin della sezione AIA di Este di Padova), già, l’”eroe di Coppa”, il “fortissimo cormorano maghrebino”, dei biancazzurri di mister Andrea Corrent, quindi, pareggio del “suo compagno di merenda”, Matteo Peroni, infine, sorpasso ceretano a cura di Alessandro Boscaro, autore di una grande bordata da fuori area, su cui nulla poteva lo spinimbecchese portiere Andrea Negri. Alla fine, si sono smerigliate le ruggini di un quasi derby, con scenari che, a dire il vero, nulla hanno a che vedere con il bel calcio che seguiamo da 40 anni e più di carriera.
 
Continua, inesorabile, il sorprendente (in negativo) crollo di una compagine, data alla vigilia, per papabile alla lotta per la conquista dello scudetto, la Pro Sambo di mister Totò Mantovani: ieri, secondo scivolone consecutivo per l’undici del factotum Claudio Fattori, questa volta all’”Antonio Perlato” di Tregnago, dove i giallo e blu di mister Antonio Sorgente si sono imposto per 2 a 1 (doppia del classe 1998 Jacopo Dal Forno per gli alto-valligiani, Alessandro Zerbato, difensore del 1988, ex SSD ValdalponeRoncà, invece, per i pro-sambonifacesi).
 
Al “Bertoldi”, il Casaleone, in doppio vantaggio grazie alla doppia di bomber Luca Pasquali, si vede raggiunto dal Bovolone di Claudio Sganzerla, al bersaglio anche i “mobilieri” con un altro doppiettista, il bomber classe 1987 Giacomo Bissoli giunto a dicembre dall'Isola Rizza ed ex proprio del Casaleone.
 
Non è il solo SuperMontorio a giocare alla domenica n.28 a tennis: lo imita anche l’Audace calcio di mister Luca Ponzini, “corsara” con uguale punteggio di 0 a 6 a La Prova di San Bonifacio, casa dell’U.S. Provese. Nel tabellino dei marcatori, il “fenomenale” Francesco Gasparato (1980), poi, il 1986 Marco Capobianco, autore della doppia, quindi, l’ex virtussino ed Intrepida Mirko Cacciatori (1996), il 1990 Marco Cristofoli e per finire il 1992 Andrea Castelli.

Sul sintetico “Don Giovanni Bosco”, a San Giovanni Ilarione, 2 a 2 tra i “Leoni biancazzurri della Lessinia orientale” di mister Sereno Ferrari e l’A.C. Zevio dell’omologo Lucio Merlìn. Per i bianco-neri zeviani, in rete con l'attaccante ex Albaronco classe 1996 Riccardo Cherubin e con Dihaj; di contro, per i sangiovannei, il difensore e rigorista 1992 Diego Costa e l’avanti 1996 Francesco Chiarello.
 
3 a 0 a tavolino per il Valtramigna Cazzano di mister Omar Lovato: il SanguinettoVenera radiato da tutti i campionati, anche quelli, ahimé, giovanili, fa sì che anche senza giocare la vittoria netta sia assegnata ad ogni squadra che, da qui alla fine, sul calendario è stato prescritto che avrebbe dovuto vedersela con i sangui-venerabili di mister Matteo Branchini. Che ripartiranno dalla Terza categoria, con altri personaggi nei quadri dirigenziali, e senza la compagna di viaggio Venera; Responsabile del vivaio, si vocifera, sia “Ciccio” Carlo Passarini, un monumento del calcio sanguinettese. Vittoria a tavolino che non da la possibilità a bomber Turozzi di incrementare il suo bottino visto che viene raggiunto a quota 23 reti in testa alla classifica cannonieri da Marcolini con Pasquali che si fa sotto a 21 gol.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1990)