ULTIMA - 22/5/19 - IL VILLA BARTOLOMEA SI AFFIDA A MISTER GIAN LUCA PARISATO

Nel girone B di Terza categoria, domenica scorsa si è giocato il 1° turno dei play-off che hanno registrato la vittoria per 2 a 0 della Dorial di mister Alessandro Bruni che ha quindi eliminato dai giochi promozione il Roverchiara di mister Simone Brunelli. Promozione in 2^ categoria che i "doriani" del presidente Gabriele
...[leggi]

PRIMA PAGINA

8/4/19
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. D) - 28^ GIORNATA

SCALIGERA ED ALBAREDO, LA CORSA ASSIEME, VERSO IL TITOLO, CONTINUA! AL CADEGLIOPPI LO SCONTRO SALVEZZA CONTRO “EL SUSTI”, BOYS GAZZO IN SALVO, CASTELDAZZANO SEMPRE 3° E A +3 SUL BEVILACQUA. BOMBER PESARIN (5 RETI IN 180 MINUTI) FRENA LO SLANCIO DEL VIGO, IL GIPS SALIZZOLE QUELLO DELL’ATLETICO VIGASIO.
 
Non vogliono saperne affatto di staccarsi, l’uno dall’altro: la corsa verso la Prima categoria, la fama e la celebrità spinge la capolista Scaligera – ora a 69 punti – e l’inseguitrice Albaredo di mister Manuel Cuccu, a 65, a non rallentare il passo, a non concedersi pause o tregue alcune, per non rimetterci una stagione intera. Ricordiamo che la 30esima ed ultima giornata riserverà lo scontro Scaligera - Albaredo quindi i giallorossi del presidente Luca Melotti dovranno andare a vincere a Vigo domenica prossima per evitare sorprese e festeggiare in anticipo il ritorno in Prima categoria.
 
Il girone “D” di Seconda categoria continua a vivere di questo duello, anche se con i 4 punti di vantaggio domenica prossima i giallo-rossi di mister Alessandro Ghirigato potrebbero, nell’insidiosissima tana del GSP Vigo 1944 di mister Adriano Rossignoli, porre una seria ipoteca, se non staccare addirittura il pass del trionfo in anticipo. Scaligera, la quale passa tranquillamente, 0 a 2, a Raldon, contro i “ramarri raldonati” del cadidavidese trainer Simone Ronconi: a segno, due non proprio più giovinetti, ossia Alessandro Pasotto (su rigore il suo 18° sigillo) e Massimiliano Gramegna (suo 15° gol in campionato), 64 anni in due.
 
L’Albaredo maramaldeggia per 1 a 4 al “G.R. Lombardi” di Bonferraro, tempio degli amaranto-gialli di mister Andrea Olivieri (in rete soltanto con Luca “Sambuca” Molinari). Per i “biancazzurri del Basso Adige” del presidente Daniele…ma, per cortesia,…mi faccia un bel…Piasere, in rete ci va il capocannoniere e uno dei candidati alla “scarpa d’oro 2018-19”, Pier Luigi Dal Bosco, classe 1987, ex Montebello vicentino: per lui, fantastico tris che lo porta a quota 26 reti, più l’assolo del compagno di scuderia, il 1996 Mattia Ciocchetta.
 
Sempre solidamente arroccato al 3° gradino del podio, ora a 59 freccette, il Casteldazzano di mister Riccardo Adami: ieri, al “Padovani”, 2 a 0 dei biancazzurri “castellani” a spese della non ancora matematicamente salva (a 28 punti) Aurora Marchesino, autore delle reti “Pierino” Manuel Prati (1995, x San Marco B.M.) e Tomas Scarpolini.

Alle spalle dei “biancazzurri del castello”, a 56 punti alitano sempre il loro fiato i grigio-rossi del Bevilacqua di mister Eros Crema: ieri, per i “pigiamati” del presidente Marco Calonego, 0 a 3 secco, al parrocchiale di S.Maria di Zevio, casa della Nuova Cometa di mister Ivan Benìn. Realizzatori grigio-rossi Matteo Bedoni, Fabio Olivieri (1995) e il coetaneo di quest’ultimo, Federico Malatrasi, figlio di Anselmino “Mino”, ex preparatore atletico del Parma della Coppa delle Coppe di mister Alberto Malesani.
 
Il Gips Salizzole del nogarese coach Andrea Bertelli frena, 3 a 2, l’avanzata dell’Atletico Vigasio di mister Fabrizio Saccomani: duplice vantaggio dei “rosso e blu del castello”, con il 1991 Nicholas Marzari e con l’avanti 1991 Michele Pimazzoni, poi, rimonta atletico-vigasiana grazie ai fendenti sferrati dall’ex Alpo Club ’98, il 1992 Daniel Lago e dal difensore ’95 Federico Zorzella, quindi, vantaggio definitivo salizzolese grazie al bomber nigeriano Osa Odaro (1992), “scarpa d’oro 2017-18” con 27 reti.

Nello scontro fratricida della salvezza, il Cadeglioppi di mister Nicola “Fonzie” Bertozzo si aggiudica i preziosi 3 punti (2 a 1) a danno del Sustinenza di mister Giancarlo Permunian e del suo vice “radiolina” Matteo De Fanti, con la “Celeste della Bassa” del diesse Paolo Leardini che nel ritorno avrà fatto tanti punti quanto le dita di una sola mano! L’urlo di gioia del “biondino”, l’ ex Concamarise, Nicolas Mantovani (1993), viene stritolato, soffocato dalle chele del ragno o dell’aragosta cadeglioppina tese prima da Andrea Doardo e poi da Michele De Togni, due ever-green del nostro calcio.
 
A Maccacari, i Boys Gazzo di mister Matteo Gobbetti trovano i 3 punti della matematica salvezza, superando per 1 a 0 la già da tempo retrocessa Pol. Bonarubiana del trainer di Bergantino di Rovigo, il professore di Educazione Fisica Gianni Rossi. Mattatore? “Treccine” (ma le indossa, poi, ancora?) Oremen Austine Aitalegbe.
 
Infine, all’”Orvile Venturato”, il Bonavigo, sempre più Andrea Pesarin dipendente (5 reti negli ultimi 180 minuti; e caraffe di spritz per tutti i compagni di scuderia offerte al “Bar Roma” di Sebastiano, nel cuore di Isola Rizza), ha ragione, 3 a 1, del GSP Vigo 1944 del presidente-salottiere dell’originaria Saletto padovana, Raimondo De Angeli. Al gol della magra consolazione con il solo bomber Riccardo Trivellin, classe 1987, da Noventa Vicentina. Per i biancazzurri bonadicensi, doppia, come già ricordato del cuoco-cacciatore di lepri e bomber, Pesarìn (classe 1991 al suo 19° gol stagionale), preceduta dall’acuto pavarottiano emesso, ancora una volta!, dal 1994 Mattia Ciccomascolo.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1995)