ULTIMA - 22/5/19 - IL VILLA BARTOLOMEA SI AFFIDA A MISTER GIAN LUCA PARISATO

Nel girone B di Terza categoria, domenica scorsa si è giocato il 1° turno dei play-off che hanno registrato la vittoria per 2 a 0 della Dorial di mister Alessandro Bruni che ha quindi eliminato dai giochi promozione il Roverchiara di mister Simone Brunelli. Promozione in 2^ categoria che i "doriani" del presidente Gabriele
...[leggi]

PRIMA PAGINA

8/4/19
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI SERIE D - 30^ GIORNATA

IL VILLAFRANCA NON VA OLTRE IL 3 A 3 CON L'OLGINATESE, L'AMBROSIANA SFIORA L'IMPRESA DELLA RIMONTA A SONDRIO (4-3), SCONFITTA ANCHE PER IL LEGNAGO (2-1) A SEREGNO.

La 30esima giornata del girone B di serie D vede sempre piangere le veronesi con il solo Villafranca del presidente Mirko Cordioli che raccoglie un punticino che è più un bicchiere mezzo vuoto che mezzo pieno. Il Legnago del presidente Davide Venturato è stato battuto di misura dal Seregno mentre l'Ambrosiana del presidente Gianluigi Pietropoli, sotto per 4 a 1 a Sondrio, sfiora l'incredibile rimonta (4 a 3). Le tre veronesi sono sempre più invischiate in zona retrocessione quando mancano ora solo 4 gare alla fine del campionato.

Solo un pareggio per il Villafranca di mister Alberto Facci che esce con un 3 a 3 contro il fanalino di coda Olginatese che lascia l'amaro in bocca ai blaugrana blaugrana che nel finale sfiorano il gol vittoria. Partita vietata ai deboli di cuore, quella di ieri vista al comunale di Villafranca, con i blaugrana  che vanno sotto per ben 3 volte e che riescono, non senza difficoltà, a recuperare il risultato. In campo non si notano i 14 punti di differenza in classifica tra le due squadre. I lombardi non hanno nulla da perdere e alla prima occasione passano in vantaggio su calcio di rigore trasformato da Ricozzi. Ci pensa poi Marco Bertoli, con un’azione caparbia, a difendere il pallone e siglare il gol del pareggio al 35’. La gioia dura però poco in quanto al 45’ arriva la doccia fredda con il gol ospite siglato da Lacchini che supera Rossi in uscita. Nella ripresa al 54’ arriva il pareggio blaugrana con Stefano Bortignon che approfitta di una indecisione del portiere ospite. Passano 7 minuti e al 61’ l'Olginatese triplica le marcature con Guanziroli in azione di contropiede. All’83’ arriva il nuovo pareggio del Villafranca con Pellacani in mischia. Al 94’ c'è il gol annullato ai blaugrana di Michele Porcelli per fuorigioco di Pellacani (ndr: le immagini lasciano forti dubbi) di Pellacani. Sicuramente grande rammarico in casa del Villafranca per i 2 punti gettati alle ortiche ma, come detto da Pellacani nel post partita, la testa è già a martedì per preparare al meglio il derby di domenica prossima al "Sandrini" di Legnago, partita che se fosse finito oggi il campionato sarebbe valida per il 1° turno dei play-out.

Altra sconfitta per i rossoneri del diesse Mattia Bergamaschi che cadono 4 a 3 a Sondrio. Ai ragazzi di mister Tommaso Chiecchi resta il rammarico di aver sfiorato l'incredibile rimonta dopo un buon 2° tempo. Partenza a razzo della squadra di mister Omar Nordi alla quale basta 45 minuti per archiviare la pratica Ambrosiana. Già 3 a 0 per i lombardi nella prima frazione con vantaggio al 23° di D'Amuri che sblocca il risultato con una conclusione da centro area che batte Zanchetta. L'Ambrosiana prova a pareggiare con un tiro dalla distanza ma Lassi salva in due tempi. Sugli sviluppi di un angolo arriva al 36° il raddoppio di Mostacchi che di testa appoggia in rete. Al 40° minuto il Sondrio triplica, colpo di testa di Baggi, Zanchetta non trattiene e tapin di bomber De Respinis che fa 3 a 0. Nella ripresa l'Ambrosiana prova a riaprire la partita al 5° con Scapini che sigla il 3 a 1.  Al 13° però arriva la quarta rete dei padroni di casa con Valtulina su rigore. Al 31° fallo di Baggi su Buxton e per l'arbitro è rigore. Matteo Scapini trasforma con freddezza il 4 a 2. Al 42° minuto l'Ambrosiana si porta sul 4 a 3 con una bella girata volante del neo entrato Enrico Manconi. I rossoneri si gettano avanti alla ricerca del clamoroso 4 a 4 ma putroppo senza riuscirci. La bella reazione della ripresa fa ben sperare i rossoneri del presidente Gianluigi Pietropoli che domenica prossima saranno di scena al "Montindon" contro lo Scanzorosciate, una gara da vincere assolutamente si ci si vuole giocare la salvezza ai play-out.
 
Cade anche il Legnago di mister Andrea Pagan che esce sconfitto 2 a 1 a Seregno che vince anche grazie al gol fantasma annulato ai veronesi. Legnago sconfitto di misura ma che è stato in partita fino al 96° minuto e sempre alla ricerca del pareggio. Al 25’ era arrivato improvvisamente il vantaggio del Seregno dopo una bagarre in area con la palla che arriva ad Artaria che non perdona. Nella ripresa al 13’ sugli sviluppi di una punizione di Mantovani il pallone spizzato da Vita è incornato in rete da Orchi. Gol fantasma prima convalidato dall’arbitro e poi annullato su segnalazione del secondo assistente Pinna di Pinerolo che riferisce che il pallone non aveva oltrepassato la fatidica linea di porta. Orchi giura che il pallone è entrato, altri dicono il contrario. Sta di fatto che il gol non è stato giudicato valido e si prosegue sull'1 a 0. Al 28° però arriva il secondo gol targato Artaria (10 gol finora) che sorprende Orchi e fulmina Cuoco. Al 36° il Legnago accorcia le distanza con “testina d’oro” Peinado che concretizza un traversone in area  di Darraji. Il Legnago insiste, ma i sei minuti di recupero con cambiano il risultato. Il Legnago del presidente Davide Venturato sperava nei 3 punti ma ora diventa fondamentale battere nel derby di domenica prossima al "Sandrini" il Villafranca. In zona play out ci sono Ciserano con 23 punti, il Legnago con 28 punti, il Villafranca con 29, lo Scanzorosciate con 30 punti. Molte gare di domenica prossima sono importanti: l’Ambrosiana  battendo lo Scanzorosciate potrebbe scavalcare il Ciserano che non dovrebbe aver vita facile contro un Rezzato che ieri ha battuto il Mantova; Il Legnago con il Villafranca deve vincere per scavalcarlo e agganciare il Darfo Boario che dovrebbe perdere a Mantova da una squadra delusa per aver perso prima la finale di Coppa Italia con il Matelica e poi la vetta della classifica ora conquistata dal Como.

Le altre partite della 30^ giornata hanno visto la Pro Sesto battere il Pontisola 1 a 0, il Rezzato vincere 1 a 0 col Mantova, il Como vincere 1 a 0 in casa del Caravaggio, il Darfo Boario batte 1 a 0 il Villa D'Almè, la Virtus Bergamo domare 1 a 0 il Ciserano e la Caronnese battere 2 a 1 lo Scanzorosciate. In classifica passa al comando il Como di mister Marco Banchini con 77 punti, secondo è ora il Mantova di mister Morgia con 75 punti, al 3° posto a 59 punti c'è il Rezzato, la Pro Sesto è al 4° posto con 57 punti e precede la Caronnese a 55 punti. Al 6° posto staccatissima a 44 punti c'è la Virtus Bergamo che precede il Sondrio a 43 punti, a 39 c'è il Seregno, poi il Pontisola a 38 mentre il Villa d'Almè e il Caravaggio sono a 37 punti. Al 12° posto con 31 punti c'è il Darfo Boario che precede lo Scanzorosciate a 30, il Villafranca a 29 e il Legnago a 28 punti. A 23 c'è il Ciserano con l'Ambrosiana sempre penultima a 21 punti e l'Olginatese ultima con 15 punti.

tratto dagli addetti stampa delle società per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1992)