ULTIMA - 19/3/19 - VEDIAMO CHI RISCHIA I PLAY-OUT IN 2^ CATEGORIA ..

Girando i campi per assistere a dei recuperi di Seconda categoria ci siamo accorti che molte squadre non erano al corrente del nuovo regolamento di quest'anno per quanto riguarda i play out di questi campionati che dovranno decidere chi retrocederà al Campionato di Terza categoria 2018-2019. Abbiamo quindi interpellato il delegato della FIGC di Verona
...[leggi]

ULTIM'ORA

8/3/19
IL PASTRENGO DI MISTER PAOLO BRENTEGANI VUOLE I PLAY OFF

E’ giunto al suo tredicesimo anno continuo sulla panchina del Pastrengo, l’allenatore dei gialloverdi Paolo Brentegani. L’entusiasmo per allenare non gli manca mai ed ogni anno basta una semplice stretta di mano con il presidente dei gialloblu Umberto Segattini per sigillare il loro rapporto in società. “E’ sempre un piacere dirsi le cose in faccia con il presidente in maniera schietta, è la cosa più giusta. A volte io ho delle idee differenti dalle sue, ma alla fine troviamo sempre l’accordo per andare avanti nella nostra nuova stagione calcistica”.

Domenica scorsa il pastrengo ha pareggiato in casa per 2 a 2 contro la capolista San Peretto, non riuscendo a rosicchiare i tre punti ai rossoneri di mister Franco Tommasi. Aveva aperto la contesa al 20° del primo tempo Sandrini ma poi aveva pareggiato al 40° Elia Mignolli. Nella ripresa era passato subito in vantaggio dopo due minuti il San Peretto ancora con Mignolli, autore di una splendida doppietta, ma il Pastrengo aveva gonfiato il petto ed al 35° con Alberto Ronconi aveva trovato il pareggio definitivo. “Sapevamo, aggiunge Paolo, che loro erano una buona squadra, consistente e forte in tutti i reparti, ma noi avevamo molta voglia di batterli per rifarsi sotto. Purtroppo non è girato tutto al meglio e ci siamo accontentati del pareggio. Un peccato davvero, ma alla fine onore e merito al San Peretto che è la vera regina del nostro girone”.

I 51 punti in classifica dei rossoneri del diggì Nicola Righetti, frutto di 15 vittorie, 6 pareggi e 3 sconfitte, la dicono lunga sull’impianto di gioco rossonero creato dall’esperto tecnico Franco Tommasi. Ma le altre rivali, si stanno facendo sotto con caparbietà. Il Malcesine di mister Marco Martini è ora a solo due punti di distacco, mentre il Lazise è 46 ed il Pastrengo 44 punti. “E' un campionato imprevedibile dove nessuno vuole stare al proprio posto - e ride divertito Brentegani -. Le squadre dietro al San Peretto non mollano mai. E' una classifica livellata e tutta ancora da scrivere, anche per le posizioni play-off”.

In fondo, secondo Paolo, solo il Team San Lorenzo è spacciato: "Mi dispiace per la squadra di mister Di Marzo ma otto punti sono pochi per agganciare il Valdadige che ne ha 15 ed il Sant’Anna a 16. Sono certo che la simpatica squadra di Pescantina, sta gettando le basi per ripartire l’anno prossimo con veemenza”. Quando si mette la tuta è va ad allenare, Paolo Brentegani non guarda in faccia a nessuno, nonostante che nella rosa della prima squadra ci sono anche i figli Giampaolo ed Alberto. “Per me i ragazzi della prima squadra sono tutti uguali e la domenica cerco di schierare la formazione migliore. Ci mancano ancora sei gare importanti dove voglio raccogliere più punti possibili. I conti li farò solo alla fine”. I gialloverdi dispongono questa'anno dei due migliori bomber del girone A di 2^ categoria, Alberto Ronconi (20 gol) e Davide De Carli (19 gol) capaci di segnare ben 39 reti delle 49 totali del Pastrengo.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(493)