ULTIMA - 24/5/19 - FABIO BRUTTI (CALDIERO): "LA ROSA NON SARA' STRAVOLTA"

Per il giovane direttore generale del Calcio Caldiero Terme, l'ex portiere Fabio Brutti, al suo 7° anno consecutivo nel direttivo team giallo-verde termale, la società del presidente Filippo Berti è in continua crescita di gioco e risultati: "Sono contentissimo" ci confida Brutti "di come abbiamo giocato quest'anno, facendo
...[leggi]

ULTIM'ORA

12/3/19
L'INTERVISTA A GINO CARLI, PREPARATORE PORTIERI DEL VILLAFRANCA

Gino, sei ripartito da Villafranca, una nuova tappa per l’inizio di un nuovo cammino .. "In effetti è proprio così, riprendo  il “cammino” interrotto circa 4 anni fa per motivi personali e familiari. La chiamata del diggì Mauro Cannoletta è stata per me motivo di grande orgoglio personale, ne ho parlato in famiglia e alla fine ho deciso di intraprendere questa nuova avventura a Villafranca".

Che cosa ti senti di dire ai giovani della squadra?
"Ripartire con entusiasmo e determinazione nella vita come nello sport. Quando si tocca il fondo, come è successo a me, dobbiamo fare delle scelte secondo le priorità della vita, e, nel mio caso, ho dovuto abbandonare l’hobby del calcio a cui tenevo moltissimo per dedicarmi alla famiglia. Ma non ho mai smesso di sognare di poter tornare ad allenare ed ora eccomi qui a ripartire con piu’ voglia di prima. Per cui ai ragazzi dico: da una sconfitta, da una caduta, non dovete abbattatervi ma ripartire piu’ forti e determinati di prima".

Le tappe piu’ importanti della tua carriera, come preparatore dei portieri, quali sono state? "Ho collaborato con il Chievo Verona, società da cui sono partito, poi 12 anni all’Hellas Verona, e ancora Licata e Como tra i professionisti per poi passare alle principali squadre dilettantistiche di Verona, tra le quali Virtus Verona, San Zeno, Sona, San Massimo, Audace, Pescantina, San Giovanni Lupatoto, Team S.Lucia Golosine, Casteldazzano e adesso al Villafranca".

Un allenatore a cui sei rimasto legato?
"Sicuramente Giuliano Sonzogni, un professionista sia dal punto di vista sportivo che umano. Preparato e capace di far comprendere il suo “credo” calcistico ma soprattutto un uomo vero sia dentro che fuori dal campo".

Ricordiamo alcuni portieri che hai allenato e poi hanno giocato nei professionisti .. "Il piu’ famoso è sicuramente Francesco Toldo, poi ricordo con piacere Matteo Guardalben, Gianluca Pegolo e Alberto Pomini, tutti portieri che ho allenato nel settore giovanile dell’Hellas Verona".

Tra i portieri che hai allenato chi ricordi con piu’ piacere?
"Sicuramente ricordo con piu’ piacere Francesco Toldo col quale mi sento ancora, ma non vorrei dimenticare Gianluca Pegolo e Alberto Pomini, entrambi ancora attivi con le squadre del Sassuolo e del Palermo".

Un ricordo particolare della tua esperienza sportiva?
"Il giorno in cui sono andato dal Direttore Generale dell’Hellas Verona, Gardini, a dare le mie dimissioni per problemi familiari. Lui mi ha dato una risposta che mi ha fatto riflettere e mi ha commosso: “Gino, nel calcio ci vorrebbero tante persone come te. E ti assicuro che per te la porta in questa società e in quelle in cui andrò io sarà sempre aperta”.

I punti di forza dei 5 portieri che alleni quest’anno?
"Michele Martello ha esperienza e lettura della partita, oltre ovviamente alle capacità e doti naturali che ha la fortuna di possedere; Riccardo Rossi ha coraggio e determinazione nel raggiungere l’obiettivo; Massimiliano Quintarelli ha grande reattività, anche se mi piacerebbe vederlo attivo in una partita ufficiale; Dino Panuccio è un portiere giovane ma con molti margini di miglioramento e buonissime doti atletiche; Andrea Errera ha tanta voglia di lavorare. Gli manca solo la possibilità di giocare per il problema del tesseramento".

Un messaggio che ti senti di trasmettere ai tuoi portieri e alla squadra che è impegnata nella lotta per la salvezza? "E’ il mio motto e vorrei che fosse anche quello dei miei portieri e dei giocatori blaugrana: "Never give up!" (mai mollare)".
 
Germano Zerbetto per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(754)