ULTIMA - 19/3/19 - VEDIAMO CHI RISCHIA I PLAY-OUT IN 2^ CATEGORIA ..

Girando i campi per assistere a dei recuperi di Seconda categoria ci siamo accorti che molte squadre non erano al corrente del nuovo regolamento di quest'anno per quanto riguarda i play out di questi campionati che dovranno decidere chi retrocederà al Campionato di Terza categoria 2018-2019. Abbiamo quindi interpellato il delegato della FIGC di Verona
...[leggi]

ULTIM'ORA

14/3/19
L'INTERVISTA AL NUOVO TECNICO DEL BOVOLONE CLAUDIO SGANZERLA

"SONO FIDUCIOSO E PRONTO A PORTARE IN SALVO I ROSSOBLU"

Si ricongiungono le strade di mister Claudio Sganzerla e il Bovolone. Per la quarta volta nella sua carriera il conosciuto è stimato allenatore torna ad allenare nella piazza che ben conosce. 35 anni di carriera da allenatore è tanta roba e Sganzerla è ora pronto a questa nuova ed inebriante sfida: "Trovo una squadra rossoblu che può dare ancora tanto per conquistare l’obiettivo della salvezza. Bisogna correggere qualcosa sia a livello tecnico che in fatto di testa. Mi sono sempre piaciute le nuove sfide e sono fiducioso perchè conosco bene l’ambiente. A Bovolone ci sono impianti sportivi bellissimi e funzionali, da serie D. Rimbocchiamoci le maniche e ripartiamo con entusiasmo e più forza e determinazione”.

Claudio Sganzerla, in precedenza, aveva allenato l’anno scorso la Scaligera in Prima categoria, il Nogara in Promozione, il Bevilacqua in Prima ed ancora la Scaligera nella stagione 2013-14. Prima ancora era stato due anni a Bovolone in Seconda, poi altri due all’Isola Rizza, ancora uno a Bovolone, stavolta in Eccellenza, Team Santa Lucia in Seconda, poi a Castelnuovo in Promozione per tre stagioni ed infine altri due anni a Bovolone portando la squadra rossoblu dalla Seconda fino in Prima categoria.

Paga gli ultimi risultati negativi mister Devis Padovani ma sopratutto la sconfitta per 6 a 1 patita domenica scorsa tra le mura amiche contro il San Giovanni Ilarione. Dopo 25 gare giocate il Bovolone del presidente Paolo Zago si trova nella zona bassa della classifica con 27 punti a +1 dalla zona play-out. Ha raccolto 6 vittorie, 9 pareggi e 10 sconfitte ed ha subito 46 reti realizzandone 38.

Continua Sganzerla: "Nello spazio di pochi punti ci sono ben otto squadre che si giocano la salvezza a sole cinque giornate dalla conclusione del campionato. Solo il fanalino di coda Provese, con 8 punti, è già spacciata da tempo. Noi dobbiamo correggere il tiro con fiducia e le prossime gare, dopo la pausa di domenica prossima, saranno per la mia nuova squadra fondamentali. Dovremo dare l’anima in ogni partita per abbandonare in fretta  la zona calda della classifica. Dobbiamo avere nervi saldi e muscoli tonici per cambiare il volto al nostro torneo di Prima categoria”.

Intanto la lotta nell’alta classifica si fa molto interessante con quattro squadre che vogliono vincere il girone B di Prima categoria. La capolista Montorio guida i giochi con 54 punti, ma dietro di un solo punto c'è la terribile coppia formata da Atletico Cerea e Pro San Bonifacio. Ancora in piena corsa anche  il Casaleone che con 51 punti non sta certo a guardare. Prossimo match dei rossoblu è la trasferta insidiosa in casa di un’altra pericolante, il Tregnago di mister Antonio Sorgente che domenica scorsa ha perso in casa dell’Audace per 3 a 1. "Lavoreremo nei giorni che mancano da qui alla sfida di Tregnago con il massimo impegno e attenzione - chiude Sganzerla -. Bisogna resettare la testa di tutti ed accelerare in campionato. Sono molto fiducioso, altrimenti non avrei accettato questa nuova sfida. Voglio bene al Bovolone e voglio che ottenga in fretta il pass per la salvezza”.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(676)