ULTIMA - 14/12/18 - IL CALCIO MERCATO DI CASA NOSTRA E' IN CONTINUO FERMENTO

La Virtus Verona comunica che ieri sono stati risolti i contratti dei calciatori Fabio Alba ed Alessandro Speri. La dirigenza della società rossoblu dice: "Auguriamo di vero cuore a Fabio e Ale, colonne portanti della squadra che lo scorso anno ha conquistato la storica promozione in serie C, le migliori fortune
...[leggi]

ULTIM'ORA

18/11/09
PROTAGONISTI DEL CALCIO VERONESE: LUCIANO MALAMAN

Il protagonista di cui vi parlo questa settimana è Luciano Malaman, una delle persone più positive che ho trovato qui al Nord e che nonostante il suo passato da calciatore professionista ad alti livelli, non ha raccolto finora come allenatore ciò che merita per capacità, qualità ed esperienza, considerando anche gli episodi sfortunati che gli sono capitati da tecnico.

La storia del Ciano ha inizio nel Polesine, a Frassinelle, dove nasce il 21 marzo 1962 da una famiglia molto numerosa, con ben dieci figli e con il padre che verrà a mancare.

Inizia a giocare come tutti per strada fino a che Silvano Pizzardo lo porta nelle giovanili del Rovigo, notando qualità nel ragazzo.

Fisico dirompente, un gran destro, un intelligenza tattica notevole, questo è il giovane Malaman che fa giovanissimo l'esordio in promozione con i Rovigo per passare poi alla Spal dove con Pereni vince il titolo di campione d'italia primavera nell'80/81.

Ormai il calcio è la sua professione, l'esordio a Varese il 30 dicembre 1981 con la Spal di Rota e poi l'inizio di tanto girovagare al sud.

Passa infatti l'anno successivo in Serie A con l'Avellino di Veneranda dove gioca poco ma fa l'esordio a Roma contro i giallorossi poi scudettati di Liedholm.

Ritorna alla Spal con Galeone, per passare poi al Palermo di mister Giagnoni in B, e fermarsi qualche anno a Cava dei Tirreni con i vari mister Benetti, Liguori, Piccioni e Ballarò.

Chiude la carriera professionistica nel Frosinone di mister Mari e nella città ciociara riserba ancor oggi ricordi eccezionali che dimostrano come sapeva volersi voler bene dalla gente, per l'impegno, la passione e la voglia che ci metteva in ciò che faceva. Con un contratto già firmato con la Torres in C/1 a soli 28 anni decide di dire basta al calcio professionistico e di rientrare nel Veneto, dove gioca negli anni 90 a Legnago con mister Maraschi prima, Manganotti poi, e finire la carriera di calciatore a Porto di Legnago prima e a Terranegra in terza categoria poi.

Proprio da Terranegra inizia la carriera di allenatore nel 1997/98 dove arriva allo spareggio promozione con l'Oppeano perso.

Nel 1999/00 con L'Isola Rizza in prima categoria ottiene la salvezza, poi momenti bui, con la difficile esperienza nel Cerea del presidente Fazion nel 2000/01 esonerato in corso d'opera, la retrocessione l'anno successivo a Villa Bartolomea in prima categoria nel 2001/02, dopo essere subentrato nel corso del campionato, l'esperienza non brillante poi nel Carpi di Villa Bartolomea.

Nell'anno successivo, per qualche anno allena nelle giovanili di qualche società locale, ma la rinascita come tecnico arriva nel 2007/08 con il Vigo del Presidente De Angelis dove subentra, nel corso del campionato, và ai play off ed ottiene la promozione in 1° categoria.

L'anno successivo sempre a Vigo riesce a salvarsi alla lotteria dei play out, il resto è storia recente ovvero ancora Vigo in prima categoria per un campionato si spera meno problematico del precedente.

Ho scelto di parlare di questo personaggio, perché, secondo me, da allenatore non ha niente da invidiare ai colleghi che militano nelle serie superiori ed io mi auguro che un giorno gli arrivi la possibilità di misurarsi a questi livelli , compatibilmente con gli impegni di lavoro e di famiglia, che per il Ciano rappresenta la cosa più cara e preziosa che la vita glia abbia donato, la moglie Marina, ed i suoi figli Irene, pallavolista e Mattia, calciatore di categoria ed ex mio allievo. Questo è Luciano Malaman.

crescenzonardella@libero.it
www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(4082)