ULTIMA - 14/12/18 - IL CALCIO MERCATO DI CASA NOSTRA E' IN CONTINUO FERMENTO

La Virtus Verona comunica che ieri sono stati risolti i contratti dei calciatori Fabio Alba ed Alessandro Speri. La dirigenza della società rossoblu dice: "Auguriamo di vero cuore a Fabio e Ale, colonne portanti della squadra che lo scorso anno ha conquistato la storica promozione in serie C, le migliori fortune
...[leggi]

ULTIM'ORA

5/7/11
UN SALTO IN SOFFITTA: MONTE...FORTISSIMI!

Anno indimenticabile per lo sport di Monteforte, dove le due squadre di calcio maschile, il Real e l'Hellas, hanno guadagnato il balzo in Prima categoria, e il calcio femminile – l'Hellas – è salito in serie C. Ma, cerchiamo di conoscere come è nato il calcio da quelle parti, ricche di vigneti e di ciliegi oltre che di fermenti sportivi attraverso la trama storica intessuta dalla “memoria storica” del paese Gastone Cona. Un calcio ancora ruspante, fatto di mutandoni e brillantina, oltre che di fasciatura attorno al capo per colpir meglio la palla, da cui spuntavano pericolosamente i lacci che contenevano la camera d'aria.

Durante gli anni del fascismo a Monteforte c'e stata una squadra di calcio che a disputato campionati svoltisi nei comuni dell'est veronese, inquadrati secondo la disciplina di quel tempo. Storiche alcune partite disputate a Zevio che hanno visto a fine gara i montefortiani "scappare" a piedi lungo l'argine dell'adige fino a Monteforte. Sono da ricordare per la loro tecnica e agonismo i vari Antonioli Alfredo, Pelosato "biotti", Contin "el bulo", Manfro Alfredo, Rodighiero Gino "titan", Martinelli Angelino, Contin Luigi, Manfro Paride, Burti Beppino e Antonio.

Terminata la guerra nel 1945 è nato il "U.S. Monteforte" e del primo periodo ricordiamo Anzolin Bruno (che da poco gli è stato dedicato il plesso scolastico di Monteforte) Bozzola Giuseppe, Burti Beppino, Prà "ciceti" Fiorini, Battistella Leone, Antonioli Agostino, Santi Erico e Brighente Massimiliano. Già allora era presente una figura che per lungo tempo allenò il settore giovanile. Pizzini Giuseppe con il quale noi Juniores nel 1967 arrivammo alle finali del titolo veneto. Fino al 1953 la squadra mantenne una presenza appariscente. Ci fù un tentativo nel 1954 ad opera un gruppo di tifosi giudati da Anselmi Beppino. Iniziò con l'arrivo del trio Gianni Gavioli, Leone Battistella e Vittorio Mosele (papà dell'ex presidente della provincia), che in breve tempo riuscirono portare la squadra a livelli notevoli. Passarono dalla Terza divisione fino in Promozione disputando due finali di coppa italia.

In questo periodo e da ricordare il forte "bomber" Temellin Vitaliano che militò per vari campionati di serie B con il Marzotto Valdagno. Durante questi anni la squadra cambiò nome passando alla nuova nominazione di "Juventina Monteforte", che divenne famosa in tutta la regione. Anni 62/65 altri due montefortiani arrivarono in serie A: Walter Forante alla Sampdoria e Bertolazzi al Genoa. Tanti altri ed in particolare il duo Preto Vittoriano e Roberto Dal Pont carlcarono con i colori del Barletta tutti i campi del sud in serie C. Nell'anni da '75 al '90 si distinse con i colori di Sambenedettese, Ascoli, Cagliari e Cesena per una quindicina d'anni il validissimo Antonio Bogoni.

Dopo questi anni di grandi soddisfazioni, la dirigenza cambiò spesso. Si alternarono alla guida della società Bolla Lino, Bozzola Giuseppe, Prà Ciceti e Vittorio Perbellini. Fino al 1982 resse il buon Verzini Attilio che dopo anni di guida solitaria abbandonò senza fama e senza lode nel 1982. In quel agosto del 1982 appena in tempo utile per iscrivere la prima squadra, juniors e allievi decidemmo in quattro (Orio Manfro, Vittoriano Preto, Orio Bozzola ed il sottoscrito Gastone Costa) di proseguire l'attività. Ci dividemmo gli incarichi Gastone Costa presidente, Orio Manfro segreterio e contabilità, Orio Bozzola area tecnica e Vittoriano Preto direttore generale e direttore sportivo. Incomiabile fu il suo impegno e con la sua esperienza Vittoriano Preto riuscì ad ingaggiare tecnici e collaboratori. Vi posso garantire che non fu impresa facile.

Con l'aiuto del Palazzo convocammo una assemblea pubblica in sala Consiliare: la partecipazione fu notevole. Al momento di decidere e proseguire con la denominazione "Juventina Monteforte" i tifosi della grande signora si dimostrarono indifferenti; di conseguenza da fine agosto 1982 la squadra si chiamò Monteforte Calcio". Dopo due anni di nostra gestione passammo gratuitamente il tutto al geometra Gallo che con il suo team proseguì per diversi anni. Nel contempo affiancò il geometra Gallo l'emergente imprenditore Silvano Pelosato. Il duo proseguì con sucesso alterno fino al 1999. Anno magico finalmente si arriva alla fusione con il Real B.C. Squadra sorta nelle frazioni di Brognoligo e Costalunga a metà anni 60.

L'allora presidente Frigotto Giuseppe e il suo staff da una parte e Pelosato Silvano e Tessari Amedeo (che già era entrato in orbita Monteforte calcio) sancirono la tanta sognata fusione. E' da ricordare che nel 1993 sotto il mio assessorato fu stipulato con Internazionale di Milano con l'auto di Giuseppe Perina e Gastone Costa con il Real B.C. del presidente Giuseppe Frigotto un'accordo per la durata di 5 anni che permise di vallorizzare i nostri tecnici con stage e corsi mensili ad Appiano Gentile ed in altre zone D'Italia. Ottimo fu il rapporto che si creò con l'amico Massimo Moretti ed il signor Mereghetti responsabile del settore giovanile dell Inter F.C. Per chiudere fu un'ottima operazione che ci introdusse nel mondo "INTER CAMPUS". Un nome per tutti, Raffaele Tregnaghi che con l'esperienza acquisita e la sua enorme disponibilità è tuttora il nostro coordinatore e direttore della nostra indipendente "SCUOLA CALCIO". Comunque si naviga sempre tra 1^ e 2^ categoria. Promozioni e retrocessioni si sà fanno parte del gioco.

Presidenti furono Silvano Pelosato poi Giuseppe Frigotto fino al 2009 quando per 6 mesi il presidente protempore è stato Walter Laffranchi (dopo le dimisioni peraltro giustificatissime dell'avvocato Frigotto). Entra in società nel 2009 Moreno Floriani e sarà una figura di rilievo. Porta freschezza, spirito di collaborazione e con l'aiuto del preparatissimo vice presidente Amedeo Tessari e del preparato diesse Roberto Martinelli, nonchè di una dozzina di validi collaboratori, al 2° anno di presidenza centra la promozione in 1^ categoria. Il resto è storia d'oggi.

Auguri caro vecchio MONTEFORTE - JUVENTINA - MONTEFORTE CALCIO - REAL MONTEFORTE, qualsiasi nome tu abbia avuto negli anni passati tu sei eternamente nei nostri CUORI.

Gastone Costa per www.pianeta-calcio.it

Visualizzato(2817)