ULTIMA - 14/12/18 - IL CALCIO MERCATO DI CASA NOSTRA E' IN CONTINUO FERMENTO

La Virtus Verona comunica che ieri sono stati risolti i contratti dei calciatori Fabio Alba ed Alessandro Speri. La dirigenza della società rossoblu dice: "Auguriamo di vero cuore a Fabio e Ale, colonne portanti della squadra che lo scorso anno ha conquistato la storica promozione in serie C, le migliori fortune
...[leggi]

ULTIM'ORA

25/7/13
IL CALCIO CALDIERO TERME 2013-14 FA SUL SERIO

E' partita anche l'annata calcistica dell'A.S.D. Calcio Caldiero Terme 2013-14. All'insegna del grande ottimismo, e con nessuna cicatrice circa l'amara retrocessione patita l'anno scorso: “Quando a maggio si è chiusa la porta dell'Eccellenza, si è aperto per noi del Caldiero il portone della Promozione”: così l'ottimismo molto pragmatico del presidente e sponsor Filippo Berti, in dolce, affettuoso ritratto con la piccola e splendida figlioletta Viola durante la cena consumata al Ristorante-pizzeria “Filò”.

I “termali” ripartono, dunque, con volti nuovi sia a livello di giocatori che di staff tecnico: ecco, allora, l'ingresso del diesse Fabio Brutti, uno dei portieri (con Loris Marsotto e Manuel Rossi) a nostro modesto avviso, più forti che il nostro calcio minore abbia espresso in questi ultimi dieci anni, un Brutti senza guantoni, ma con tanto di block notes e penna nel suo nuovo incarico di diesse: “Ci aspettiamo grosse soddisfazioni” ha detto “abbiamo cambiato tanto a livello di giocatori e di quadri dirigenziali, riuscendo ad abbassare l'età media del gruppo fino a 22,8 anni. E' stata, dunque” ha aggiunto Brutti “privilegiata la corsa, la gamba, gli stimoli e la voglia di far bene. Il nostro obiettivo? Occupare la colonna di sinistra, visto che negli ultimi due anni si è occupata quella di destra verso il basso. Chiedo a tutti voi giocatori di dare il massimo di voi stessi!”

Nuovo anche il tecnico: è Gigi Possente, fino a maggio trainer del CastelnuovoSandrà, dove ha costruito miracoli in Eccellenza: “Spero di guadagnarmi la grande stima ripostami dalla dirigenza e di centrare i risultati che il vertice giallo e verde mi ha chiesto. Dobbiamo subito creare gruppo, armonia, sono felicissimo di essere qui, in una società dove da subito si nota l'attenzione nei minimi particolari”.

Per Filippo Berti la retrocessione servirà da molla per far scattare il Caldiero in avanti: “Per il nostro parse la Promozione è l'abito giusto, ma, in campo ogni domenica noi tutti – dirigenti, volontari e giocatori – dobbiamo dare tutto. Le gare si possono vincere, perdere o pareggiare, a noi interessa che voi usciate dal campo dopo aver speso il meglio di voi stessi. E, questo, per il rispetto di tutti quelli che vi seguono durante la settimana e che si spendono per voi”. Vicina l'Amministrazione Comunale, rappresentata dal primo cittadino ed ex calciatore Giovanni Molinaroli. Una Giunta che ha sempre sposato ogni genere di iniziativa dell'effervescente società caldierina. Ma, anche gli sponsor, a dire il vero, nonostante il periodo delle vacche molto anoressiche, si sono confermati nel loro prezioso appoggio alla società gialloverde termale.

Il diggì Augusto Fanini ha dato i numeri del Settore Giovanile dei “termali”: “A livello di numeri, abbiamo toccato la punta più alta di un movimento in continua espansione, creando un'intesa, un rapporto di collaborazione importante con il gruppo calcistico di Mezzane, che, in cambio ci dà ragazzi e ci consente di giocare nel loro impianto sportivo”.

Per il sindaco Giovanni Molinaroli importante non è tanto la categoria in cui militare, bensì la grande opera sociale che da anni la società caldierina garantisce e fa all'interno della sua comunità, del proprio territorio: “Stiamo parlando, d'altronde” ha detto Molinaroli “di una società ben strutturata, in cui ogni suo tesserato, dal più piccolo al più grande, è un grande esempio per la comunità e una risposta al vertice della nostra Italia. Bravi e disciplinati i tesserati che vanno in campo, splendida la regìa dei tecnici e dei dirigenti e l'attenzione per il sociale offerta da sempre dalla famiglia Berti”.

Per l'Assessore allo Sport Andrea Dal Sasso, inventore del “parlare camminando (per Caldiero e dintorni)” - un'iniziativa che ha fatto centro, consentendo a chi del paese termale tre volte alla settimana camminando ha la possibilità di sfogare idee e lamentele (si è arrivati a oltre una cinquantina di camminatori serali) – gli oltre 300 tesserati del Caldiero costituiscono una risorsa preziosa e fondamentale per l'oggi e il futuro della comunità. Un altro esponente politico del luogo, Giacomo Corsi, ha dato tre date: 1934 (nascita della società), 2004 (ingresso della famiglia Berti) e 2014 (i primi 10 anni di massima dirigenza della stessa famiglia).

Presente anche il vice-presidente del Comitato Regionale Veneto della FIGC-LND, Carlo Franchi – trascorsi arbitrali, classe 1955, una laurea mancata in Medicina e Chirurgia compensata da una figlia, la dottoressa Anna, avvocato e attiva all'interno della Delegazione veronese – il quale, proveniente dal Palazzo federale di via della Pila, n.1, a Marghera, si è detto particolarmente contento di ritornare da dove per la prima volta era decollata la sua carriera di uomo della Figc: “Non solo, ma, ringrazio la società Caldiero per averci permesso, da alcuni anni a 'sta parte – di diventare un punto d'appoggio per il prezioso servizio che noi forniamo alle società; questo aiuta a mitigare i costi e a snellire le nostre pratiche”.

Tempi duri per i nostri club: ne sono spariti, quest'estate, una mezza dozzina: “La 3^ categoria” ha aggiunto Franchi “verrà risucchiata nei piani alti della Seconda da altre società che beneficeranno del ripescaggio. Siamo stati il “fanalino di coda” nel Veneto a dover aumentare i costi di iscrizione ai campionati, cosa però inevitabile. Caldiero è fucina di numerose iniziative ed eventi tutti molto interessanti e a beneficio delle leve più giovani del paese termale”.

Altre figure nuove, di estrazione e dal passato professionistico, sono Ivan Miraglia (team manager, ed ex Pro Patria, Monza, A.C. San Zeno Vr, Seregno Borgo Trento, ecc...) il quale ha detto: “Grazie a Filippo Berti per l'opportunità concessami: io farò da filo conduttore tra i giocatori, il mister e la dirigenza. In 8 anni che da lombardo vivo a Verona, non ho mai trovato una società così ben organizzata come il Caldiero!” e l'ex Torino di mister Emiliano Mondonico, ex Barletta di serie B guidata da Totò Di Gennaro, ex Casertana ed ex Olbia, Davide Bolognesi da Borgo San Pancrazio. Davide esercita il ruolo di scouting e visionerà oltre a giovani promesse nella e della nostra provincia anche le partite in cui militerà l'avversaria dei termali.

A dicembre diventerà papà per la seconda volta (“Adesso, dopo un figlio sardo, aspetto un pargoletto veronese!”), ha conseguito il diploma di Direttore Sportivo al Centro Tecnico Federale di Coverciano e quest'autunno conseguirà il patentino di Allenatore di Base europeo. Responsabile Tecnico del Settore Giovanile caldierese, il mitico Maurizio Morandini, una vita trascorsa dietro la scrivania del San Martino-Speme e grande conoscitore delle problematiche calcistiche e delle attese giovanili.

Non poteva mancare l'importante e preziosa figura di Giancarlo Brutti, ex “enfant prodige” del Milan della metà degli anni 60: ha giocato nella Primavera col fratello di Sandro Salvadore, è stata una grandissima promessa del calcio italico, ha militato nel Lecce un anno in B – inaugurando con un gol firmato nel derby contro il Taranto 5 anni lo Stadio di via del Mare -, ha militato nella Pistoiese, ad Avellino, nel Teramo (serie D). Classe 1946, ha firmato tre triplette clamorose e storiche, ha dribblato avversari come birilli, gli hanno fatto tunnel soltanto le belle donne. L'ultima squadra dilettantistica guidata nel Veronese, il Borgo San Pancrazio (e questo dopo San Martino e Tregnago e quant'altro).

“Memoria storica”, addetto stampa e responsabile sito internet del Calcio Caldiero Terme: già, non poteva mancare il computer, la storia scritta e commentata di Giorgio Verzini, il segretario di origini lombarde Giancarlo Gorla, la segretaria Barbara Castiglioni, l'addetto al campo Giobatta Molinaroli, l'addetto agli arbitri alla promozione, il flemmatico Attilio Bonvicini, l'addetto agli arbitri per il Settore Giovanile Tullio Lonido, il cassiere Gianmaria Bonvicini, il Responsabile degli Juniores-Allievi Silvano Veronese, il Resp. Scuola Calcio Sergio Feltre, il Resp. Organizzativo Corrado Drezza, gli accompagnatori della 1^ squadra Luciano Scotton e Giovanni Gianesini, i mitici operatori e volontari del “Bar El Bogon”. Addetti alle pulizie degli spogliatoi ed al lavaggio degli indumenti sportivi, Roberto Zorzi e Clara Finetto. Preparatore dei portieri, Paolo Perazzani, preparatore atletico Matteo Zambello da Grantorto di Padova e con tanto di abbronzatura da Rodi, massaggiatore Anwar Khalil, osteopata Michele Zanella. Lo staff tecnico degli Juniores Regionali sarà composto da mister Walter Fedrigo, allenatore in 2^ Gianluca Dal Prà, team manager Paolo Meneghini, accompagnatore Luca Girardi.

LA “ROSA” 2013-14 DELL'A.S.D. CALCIO CALDIERO TERME:

PORTIERI: Alessandro Pastorello (1987), Afyf Abderrahim (91).
DIFENSORI: Tommaso Baccaro (91), Alessandro “Bronzo di San Martino” Colombari (81), Alessandro Corsi (95), Valerio Dal Lago (87), Stefano broker assicurativo Bresolin (82), Elia Mignolli (94), Luca Gelain (93).
CENTROCAMPISTI: Francesco De Rossi (88), Matteo Erbetti (95), Gionata Cammalleri (86), Simone Cereda (84), Davide Marchetto (95), Nicola Oliboni (95, studente ITIS al Marconi), Michele “Ciuffettino” Peroni (89), Matteo Rambaldo (91).
ATTACCANTI: Stefano Guandalini (82), El Hattas El Mehdi (94), Stefano Fracasso (“Sono all'altezza di 1,75 cm..., classe 84), il ghanese nato però in Italia Kakou Theodore (92).

STAFF TECNICO DELLA PROMOZIONE. Mister Gigi Possente (per 3 anni campione d'Italia di judo, ed ex mister del Trento in D, che al “Briamasco” il 27 luglio 2006 osò sfidare – perdendo solo 1 a 3 (gol di Lorenzo Meda) – la Juve neo-retrocessa in B); allenatore in 2^ Giampaolo Bazzoni e collaboratore tecnico Luca Amati.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it, 25 luglio 2013












Visualizzato(3310)