ULTIMA - 17/2/19 - GIANA ERMINIO E VIRTUS VERONA SI DIVIDONO LA POSTA (1-1)

E' finito 1 a 1 lo scontro salvezza fra Giana Erminio e Virtus Verona, valido per la 27^ giornata di campionato (8^ di ritorno), che si è giocato ieri al Comunale “Città di Gorgonzola”. Un punto che serve poco ad entrambe che se finisse oggi il campionato sarebbero retrocesse in serie D. Il Giana è terzultimo a 26 punti mentre la Virtus Verona è sempre
...[leggi]

ULTIM'ORA

30/10/14
HELLAS MONTEFORTE E RACHELE PEROBELLO...INSIEME PER VINCERE!

Ne ha macinati di chilometri, sul rettangolo verde, l'attaccante Rachele Perobello catturata quest'anno dal nuovo progetto di salire con la giusta programmazione, si intende, fino al sontuoso palcoscenico della Serie A Donne. Simpatica e con le idee sempre chiare, Rachele ci ha raccontato il suo fulmineo avvicinamento nella compagine dell'Hellas Monteforte, che milita nel campionato di Serie C. Domenica scorsa roboante affermazione per le biancoverdi nella trasferta in casa del Menà per 3 a 0.

Rachele che aria si respira dalle vostre parti?
"E me lo domandi? Di profondo entusiasmo. Stiamo costruendo qualcosa, speriamo di unico, io e le mie compagne. Bisogna vincerlo questo campionato (e ride). Siamo un gruppo fantastico e buono in ogni reparto con l'attitudine al goal. Con continuità possiamo correre spedite verso il traguardo voluto dalla società".

Un gruppo di dirigenti eccezionali, ho ragione?
"Certamente, io sono al primo anno con questo spumeggiante sodalizio. Il Presidente è Claudio Fattori, un personaggio che ama profondamente il calcio femminile. Persona umile ed ambiziosa che conosce molto bene l'ambiente. Si è prefissato di arrivare in Serie A, facendo i passi giusti. Bravo e attento il direttore sportivo Federico Agresti. Ma vorrei fare un plauso enorme a tutti coloro che lavorano all'interno della società".

Come sei arrivata fin qui, dopo il tuo passato con le maglie di San Martino, Verona, Verona Fruttapiù, Fortitudo Mozzecane e Valpolicella?
"Mi piace girare, non sto mai ferma io! (e sorride Rachele divertita) Sono cresciuta nel San Martino, mio padre giocava a calcio e mio cugino pure, nel Chievo. Una mia amica, Eleonora Bonamini, che ora è ritornata a giocare proprio con la sottoscritta quest'anno, mi ha invitato a giocare al pallone con le femmine. Come ben sai, quando si inizia, si gioca con i maschietti. Cosi dopo gli undici anni si trova a disputare partite in una grintosa formazione donne. Poi ho fatto numerose ed allettanti stagioni. A 18 anni ho esordito in Champions League al Bentegodi contro una compagine della Danimarca. Vestivo la maglia del Verona femminile, entrai nei minuti finali e dopo un minuto deposito il pallone in goal. Quante emozioni ho provato. Meravigliose davvero! Tre anni a Mozzecane con la promozione in serie A. Peccato che nel massimo campionato femminile italiano, le cose non siano andate per il verso giusto e arrivò un'amara retrocessione alla fine. La definirei un annata molto burrascosa. Dopo sono andata a giocare alla Fimauto Valpolicella. Malgrado che, finita la stagione, avessi ricevuto diverse offerte. Mi ero trovata molto bene con l'attuale mister e d.s. ora arrivati dal Valpolicella qui a Monteforte, così sono stata chiamata da loro. Non ci sono stati grossi problemi visto che avevo giocato in serie maggiori in precedenza. L'idea di scendere di categoria mi ha stuzzicato, visto il progetto attualmente in corso. Ritengo un sodalizio, quello di Monteforte, molto capace. Con questa dirigenza, con calma, possiamo farcela".

Ma perchè hai deciso di giocare a calcio?
"E' ovvio! Perche sono immamorata di questo sport e di tutte le discipline sportive in generale. Da bambina adoravo scartare in velocità i maschietti e urlare di gioia ogni volta che segnavo! Con il pallone, continuo a divertirmi molto. Spezzo la dura settimana lavorativa, nel ramo ortofrutticolo a Verona, giocando in una squadra dove si coltivano tante emozioni importanti. Divertenti poi, le uscite con le compagne di squadra".

Si sono giocate già 5 gare nel vostro girone di Serie C, come procede?
"Bene direi, il Sant'Anna guida la classifica con quattro fenomenali vittorie, assieme alla mia squadra, l'Hellas Monteforte, entrambe a punteggio pieno. Ci inseguono a due punti di differenza il Pasiano ed il Keralpen. Sarà una dura lotta per tutti, ma noi, credimi, siamo fortissime e determinate. Con gli innesti di giocatori di categoria superiore, vedi il portiere Francesca De Beni, il difensore Marta Peretto, Cristiana Casarotto punta e Francisca Yeboa, assieme alla sottoscritta, possiamo recitare un ruolo di primo piano".

Ma non scherza neanche il vostro mister Cristian Dori?
"E' bravo e molto preparato. Arriva dalla Fimauto Valpolicella, ha vinto molto ed è un grande motivatore per noi ragazze. Gli danno una grande mano in maniera esplosiva la vice allenatore e preparatore atletico Chiara Lobbia e  Gianluca Erinni, preparatore dei portieri. Uno staff di primo piano, a mio parere."

Quali sono gli allenatori che ricordi con più piacere?
"Renato Longega che quando ero a Verona mi ha dato la possibilità di giocare in Serie A ed in Champions, anche se per pochi minuti. Antonietta Formisano nei tre anni fantastici al Mozzecane ed il mister Walter Bucci nei due mesi intensi al Valpolicella".

Dove vuoi arrivare Rachele?
"E me lo domandi! In serie A...è fuori di dubbio! Con la maglia del mio Hellas Monteforte. Aspettateci che stiamo arrivando fedeli tifosi! Continuare poi a segnare una valanga di reti, facendo inchinare dentro la loro porta i numeri uno avversari, per raccogliere il pallone da me scagliato rete".

Rachele le ultime parole di questa intervista sono tue?
"Un ringraziamento a te ed alla redazione per la visibilità che date al mondo del calcio femminile. Ai miei genitori che non si perdono mai, quando possono, una mia partita. A tutti coloro che mi conoscono e mi vogliono bene. Venite a vederci e seguitici sulla nostra pagina di facebook, ne vale la pena...Ve lo assicuro!"

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1686)