ULTIMA - 18/8/18 - IL POVEGLIANO E' PRONTO PER UNA NUOVA SFIDA

Dopo aver salutato mister Marco Pedron, passato in Eccellenza alla guida del San Giovanni Lupatoto, per il Povegliano del presidente Moreno Fabris è partita una nuova stagione nel campionato di Promozione sotto la guida di mister Lucio Beltrame. Del mercato delle "libellule biancazzurre" ne parliamo con il diesse Flavio Dal Santo: "Abbiamo
...[leggi]

ULTIM'ORA

18/2/16
A.C. COLOGNA, UN'AMMAZZAGRANDI DI PRIMA CATEGORIA


Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare?
Si potrebbe dire così per l'A.C. Cologna Veneta, che con le cosidette "grandi" quest'anno ha sempre fatto benissimo, come testimonia la vittoria di domenica contro, fino a prima delle ore 15, la capolista S.S.D. ValdalponeRoncá. Purtroppo, per il Cologna Veneta vincere con la prima o con l'ultima conta sempre tre punti. La squadra di mister "Gigi" Zuccon occupa nel girone "B" di Prima categoria attualmente l'undicesimo posto di una classifica incredibilmente corta che vede a 31 punti la zona play off e a 26 quella play out. Tutto è ancora possibile e tutto ancora da decidere, quindi.

Siamo andati ad intervistare il diesse gialloblù Renato Martinelli, dottore commercialista, il quale ci ha rilasciato la sua impressione: "Siamo in un momento positivo e lo dimostra la vittoria di domenica contro i quotati monscledensi di mister Mirco Dalle Ave. La squadra è più che viva, e può giocarsela con tutti. L'ultima partita davvero sbagliata risale alla trasferta contro il Croz Zai dove, anche per le condizioni proibitive del terreno di gioco, la squadra non è riuscita proprio ad esprimersi. Per il resto, sono abbastanza soddisfatto: i nostri ragazzi cercano di arrivare al risultato sempre tramite il gioco, e questo è anche merito della mentalità che sta infondendo il nostro mister".
 
Vi sentite "l'ammazza-grandi" di questo girone?
"Sicuramente, quando arrivano le partite di cartello, ci esaltiamo. Oltre alla vittoria di domenica, abbiamo battuto il San Giovanni Lupatoto, sempre in casa nostra, e perso immeritatamente contro l'Albaronco, colpendo addirittura quattro pali. Paradossalmente, facciamo meno fatica con quelle che sulla carta sono le più forti perché giocano a calcio ma lasciano anche giocare. Con le squadre più chiuse, quelle che fanno della fisicità e dell'aggressività il loro punto di forza, soffriamo maggiormente. Potrebbe essere anche un discorso di stimoli, ma non voglio credere sia così, anche perché una squadra come la nostra, che punta alla salvezza, dovrebbe "sputare sangue" tutte le partite".
 
Qual'è la squadra che più l'ha impressionato, e che vede favorita per la vittoria finale? "Partiamo col dire che il girone "B" di Prima categoria è forse uno dei gironi più equilibrati di tutto il calcio dilettantistico veronese. La squadra che mi ha più impressionato, soprattutto da metà campo in su, è l'Albaronco. Quando hanno la palla tra i piedi, fanno praticamente quello che vogliono. Per la vittoria finale, vedo molto bene anche il ValdalponeRoncà, senza sottovalutare assolutamente il San Giovanni Lupatoto".
 
Nelle retrovia invece c'è qualcuna già di spacciata?
"La classifica dice che per l'A.C. Sambonifacese sia durissima, se non impossibile. Poi per il resto, è ancora tutto in discussione. Con due vittorie puoi ribaltare completamente il campionato. Noi faremo di tutto per raggiungere una salvezza tranquilla il più presto possibile, ma in un campionato così livellato e così combattuto non è facile. Reputo che questo girone sia uno dei più forti mai visti per una Prima categoria".
 
Mattia Cacciatori per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1399)