ULTIMA - 19/10/18 - MENINI (MONTORIO): “ABBIAMO UN BUON DNA!”

Il Montorio non può prescindere dalla figura di Stefano Menini, il diesse che l’anno scorso, a causa dell’incidente occorso a mister Fabio Menegazzi ad inizio stagione, che non gli ha permesso di continuare sulla panca, ha portato in trionfo, nel girone “C” di 2^ categoria (71 i punti finali del Montorio contro i 70 dei vicentini del Real S.Zeno) l’undici
...[leggi]

ULTIM'ORA

4/3/16
BOMBER MONTAGNANI (POZZONOVO): “SPERO VINCA IL VIGASIO!”

A Pozzonovo, il “Giovinco di Boschi Sant’Anna”, l’ex Sambo di C2 ed ex A.C. Oppeano Alex Montagnani (classe 1991) ci è arrivato a gennaio del nuovo anno: “A luglio mi ero tesserato con la Dak Ostiglia, in Eccellenza, ma, essendo stata ripescata all’ultimo momento nella nuova categoria la matricola mantovana ha avvertito comprensibilmente il salto di categoria, lo scotto del noviziato. Ora, per fortuna, gli ostigliesi del portiere Luca Loschi e dell’ex A.C. Oppeano Mattia Pauletto e della giovane promessa maccacarese Francesco Magro (ex Juniores Nazionali dell’A.C. Sambonifacese) si sono ripresi, anche se stanno lottando per lasciarsi dietro i tentacoli dei play out”.

A gennaio 2016, la chiamata da parte del diesse dei padovani del Pozzonovo, Carlo Marzola: “E’ stato mister Simone Boron ad indicarmi al dirigente del club padovano, e devo dire che nel gruppo guidato da mister Sabadin mi trovo davvero un gran bene. Ottimo l’organico, anche se oramai siamo distanti dai play off, ma anche moltissimo dalla zona bollente. E’ una squadra molto giovane, tranne i navigati Bellemo, Volpara e Pasetto, costui insostituibile punto di riferimento a centrocampo. Finora, ho segnato un gol solo, alla Thermal Teolo”.

L’obiettivo per quest'anno del Pozzonovo?
“Sono arrivato a stagione in corso, a bocce in movimento: prima il Pozzonovo gravitava nei play off, ora, dopo aver perso qualche partita di troppo, siamo lontani da obbiettivi importanti. Anche se cercheremo di vincere più partite possibili per tornare nelle prime cinque”.

Differenza tra l’Eccellenza mantovana-lombarda e quella Veneto Occidentale? “In Lombardia tecnicamente e dal punto di vista dell’impiantistica sono più organizzati: giochi in terreni da serie D, serie C2. Da noi esistono piccole realtà che ce la mettono tutta per fare un gran calcio. Però, il livello è superiore da noi, nel Veneto Occidentale”.

Chi vincerà il girone “A” di Eccellenza veneto? “Sarà una bella lotta tra Vigasio ed Adriese; ma, io avendo molti ex compagni oppeanesi, mi auguro che la spuntino i “Guerrieri del Tartaro” di mister Alberto Facci. Ciononostante, la squadra da battere è l’Adriese e per i nomi e per il fatto che si allenano al pomeriggio e sono stati costruiti a senso unico. Ci resta solo, della triade Vigasio-Adriese-Caldiero, da affrontare il Vigasio, alla terz’ultima o alla penultima (alla 30^ andrà in scena ad Adria il mega-scontro tra i polesani e il Vigasio: non oso immaginarmi cosa potrà succedere se entrambe le contendenti dovessero arrivare all’ultima sfida a pari merito! Per il resto, abbiamo perduto al 97’ da noi contro il Caldiero e la domenica prima ad Adria, sempre per 1 a 0”.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it









Visualizzato(1454)