ULTIMA - 18/8/18 - IL POVEGLIANO E' PRONTO PER UNA NUOVA SFIDA

Dopo aver salutato mister Marco Pedron, passato in Eccellenza alla guida del San Giovanni Lupatoto, per il Povegliano del presidente Moreno Fabris è partita una nuova stagione nel campionato di Promozione sotto la guida di mister Lucio Beltrame. Del mercato delle "libellule biancazzurre" ne parliamo con il diesse Flavio Dal Santo: "Abbiamo
...[leggi]

ULTIM'ORA

5/3/16
ROMA CAPUT MUNDI AL SALONE D’ONORE DEL CONI

Il torneo giovanile Roma Caput Mundi ha dato ufficialmente il suo benvenuto a tutte le delegazioni partecipanti alla sua decima edizione e, per il secondo anno consecutivo, alle squadre femminili impegnate nel “Il calcio è rosa - Donne e pace”. Tantissime le maglie e le bandiere che hanno colorato mercoledì mattina il Salone d’Onore del CONI con i calciatori e le calciatrici provenienti da tutta Europa seduti fianco a fianco per il saluto tradizionale.  “Una sala così bella e gremita offre un colpo d’occhio emozionante – ha dichiarato Melchiorre Zarelli, presidente del CR Lazio organizzatore del torneo - Non si poteva festeggiare meglio il traguardo dei dieci anni, uno dei principali  obiettivi del torneo è proprio stimolare il confronto tra tante culture diverse”.

Dello stesso avviso il presidente della Lega Nazionale Dilettanti Antonio Cosentino: “Bisogna ringraziare il CR Lazio ed il suo presidente che ogni anno con grande tenacia offrono a tantissimi giovani talenti un’importante vetrina per mettersi in mostra e la possibilità di vivere un’esperienza unica in una città come poche al mondo”. Spazio anche alla competizione riservata alle calciatrici under 23 “Il Calcio è rosa – Donne e pace”, giunta alla sua seconda edizione. “Era importante dare continuità al buon inizio dello scorso anno – ha sottolineato Rosella Sensi, delegato al Dipartimento Calcio Femminile LND – E’ attraverso queste manifestazioni che richiamano l’attenzione a livello internazionale che il calcio femminile può acquisire visibilità sul territorio nazionale”.

Tra gli altri interventi quelli del presidente del CONI Lazio Riccardo Viola, del consigliere federale Giuseppe Caridi ed del segretario del CR Lazio Claudio Galieti. Nel corso della cerimonia di benvenuto sono stati inoltre premiati da Zarelli e Cosentino gli ambasciatori e alcuni rappresentanti istituzionali delle nazioni partecipanti. Dopo il turno di riposo osservato mercoledì, le squadre sono tornate in campo giovedì alle ore 15 per l’ultima giornata prima delle finali in programma venerdì a Fiumicino e Ostia Lido. Ecco come è andata...

Sfuma il sogno azzurro del terzo titolo di fila. Nel freddo di Monte Compatri la Nazionale Under 18 LND cede 2-1 di fronte alla Romania nello scontro decisivo per guadagnarsi la finale del Roma Caput Mundi. Nonostante il valore superiore di una formazione composta per lo più da calciatori professionisti, i ragazzi di Statuto hanno lottato fino all’ultimo per vincere una partita iniziata in salita col gol di Jurj su un errore della difesa. Bravi gli azzurrini in ogni caso a non abbattersi e ad agguantare il meritato pareggio con Spina nella ripresa prima che il nuovo vantaggio romeno spenga le loro speranze. “Dispiace molto essere usciti dal torneo ma non si poteva chiedere di più a questi ragazzi che per lunghi tratti hanno combattuto ad armi pari con dei professionisti – ha dichiarato a margine della gara mister Statuto – In ogni caso questa esperienza credo sia stata molto importante per la loro crescita umana e sportiva, in futuro sapranno sicuramente togliersi delle soddisfazioni”.

Dello stesso avviso il capo delegazione delle Nazionali LND Saverio Mirarchi, presente quest’oggi per sostenere da vicino la selezione under 18: “Faccio i complimenti al nostro allenatore e ai giocatori, la Romania si è dimostrata una grande squadra ma abbiamo lottato fino alla fine. Il bilancio è comunque positivo, come Lega Nazionale Dilettanti era importante dare ai nostri ragazzi la possibilità di confrontarsi in una competizione di alto valore tecnico che possa valorizzarli e dargli visibilità, anche oggi ho visto tanti osservatori sugli spalti”. Ultimo atto del torneo ieri presso lo stadio “Anco marzio” di Ostia Lido con la finale inedita tra Romania e Albania, che si è aggiudicata l’altro scontro decisivo con la Rappresentativa del CR Lazio nel gruppo B. Un risultato storico per la formazione albanese che accede per la prima volta alla fase conclusiva del Roma Caput Mundi mentre il suo avversario conta già quattro titoli in bacheca.
 
LA GARA: Al “Gillaro” di Montecompatri, piccolo comune nell’area dei castelli romani, scendono in campo due squadre che hanno fatto la storia di questa competizione: 4 i titoli vinti dalla Romania contro i 3 della Nazionale LND, l’ultimo incrocio tra le due formazioni è stato in occasione della finale 2013 vinta ai rigori dai romeni. Al 10’pt primo squillo della Romania con un tiro potente ma centrale di Szabolcz bloccato a terra da Abagnale. Poco dopo ci riprova Motreanu servito tutto solo in area ma incredibilmente non centra lo specchio della porta. Al 20’ rispondono gli azzurri con Fumanti sugli sviluppi di un corner, il tiro del difensore  del Gubbio viene però smorzato dall’intervento della retroguardia avversaria. La partita si sblocca al 24’ quando Jurj mette il piede su una palla controllata da Schiaroli beffando Abagnale.

Nella ripresa Statuto fa entrare Lombardo per aumentare il peso offensivo. La mossa paga ed infatti poco più tardi gli azzurri pareggiano il conto con Spina bravo ad intercettare in area una punizione di Loreto e a concludere nell’angolo lontano. La partita si fa molto combattuta, entrambe le squadre spingono alla ricerca del gol che vale una finale. Al 26’st la Romania si riporta in vantaggio grazie a Szabolcz che di testa indovina un traiettoria letale per Abagnale. Al 33’st altra grande chance sui piedi di Ciobanu ma l’esterno alto di destra è impreciso sul diagonale.

NAZIONALE U18 LND-ROMANIA 1-2
Nazionale U18 LND: Abagnale, Cigognini, Loreto, Sanavia, Fumanti, Schiaroli (dal 13’st Tupponi), Cormio (dal 25’st Ciotti), Di Paolo, Baraldi (dal 4’st Lombardo), Spina, Di Giacomo (dal 21’st Priori). A disp. Bigoni, Quarta, Novello. All. Statuto
Romania: Poiana, Motreanu (dal 3’st Ciobanu), Capusa, Szabolcz, Ciobotariu, Kanalos, Jurj (dal 6’st Coman), Oaida (dal 6’st Mihalcea), Pascanu, Oprut, Carnat (dal 31’st Ratiu). A disp. Suciu, Ghita, Draghici. All. Enache
Reti: 24’pt Jurj (R), 8’st Spina (N), 26’st Szabolcz (R)
Arbitro: Giordani di Aprilia
Note: ammoniti Di Paolo e Baraldi (N), Capusa (R); recupero 0’pt e 4’st
 
I risultati di della 3^giornata - 3 marzo
GIRONE A
Nazionale U18 LND – Romania 1-2
Grecia – Inghilterra 1-4
Classifica: Romania 9, Italia 6, Inghilterra 3, Grecia 0

GIRONE B
Albania – C.R. Lazio 1-0
Malta – Galles 4-2 dcr (1-1)
Classifica: Albania 8, Malta 4, CR Lazio 4, Galles 1 

Salvatore Dragone Ufficio Stampa e Comunicazione F.I.G.C. - L.N.D.
per
www.pianeta-calcio.it









Visualizzato(819)