ULTIMA - 18/3/19 - LA VIRTUS VINCE A TERAMO E INTRAVEDE LA SALVEZZA

Continua la serie positiva della Virtus Verona di mister Gigi Fresco che vince per 2 a 1 allo stadio “Bonolis” a Teramo e la salvezza ora sembra davvero possibile. I rossoblu veronesi hanno un ottimo approccio alla gara e all’11° sono già in vantaggio. Onescu dalla destra con un traversone basso taglia l’area biancorossa e sulla palla arriva in spaccata
...[leggi]

ULTIM'ORA

29/10/16
ALESSANDRO PIGHI DIVISO FRA IL SUO CAVAION E LA NAZIONALE

Vuole restare in alto con il Cavaion, il grintoso capitano Alessandro Pighi. La sua vita è sempre frenetica, fra gli impegni con la nazionale amputati, il lavoro e con il suo Cavaion, compagine che è in vetta nel girone A della Seconda categoria. Nella vita ha sempre avuto coraggio e ha saputo superare con destrezza un terribile incidente sul lavoro. Adesso il ragazzo è forte e tenace e si diverte in campo con i compagni. La gioia di vivere non gli manca mai, per nessuna ragione al mondo. Il suo insegnamento non va mai dimenticato e serve da esempio per chi si demoralizza e non crede più in se stesso. "La vita va vissuta in tutte le sue sfaccettature. Ti può dare sberle o delle carezze, ma quello che ti toglie te lo restituisce, sempre. Perchè fermarsi, perchè stare al palo. Ogni problema, ogni circostanza avversa o poco positiva va superata. Nella vita devi avere le spalle belle larghe. La svolta è sempre dietro l'angolo. Bisogna andare avanti senza guardarsi alle spalle. Non bisogna mollare mai!"

E' appena tornato da una partita con la sua nazionale a Fano ospitato dalla famiglia Marcantonini, genitori di un ragazzo che veste la maglia della nazionale. Giocatori del nord contro giocatori del sud. Finita in parità 3 a 3, dopo i rigori, e Pighi era in porta. "Mi sono divertito tanto, ho subito tre goal imparabili. E' stata una bella gara assai avvincente. Ora con la nazionale ci fermiamo un attimino. Si riprenderà l'anno prossimo con alcune competizioni e partite amichevoli internazionali. Io non vedo l'ora di affrontarle".

Ha accompagnato l'amico terzino romano di Guidonia che gioca nella nazionale Arturo Mariani che ha presentato in questi giorni nel suo paese, Cavaion, il suo libro “Nato così senza una gamba” dove racconta la sua vicenda. E per lui un esperienza molto forte ed interessante. "Arturo ha una tempra eccezionale, come me. Siamo molto amici e siamo pazzi per il pallone. Ho letto il suo libro, è molto bello e va letto con passione pagina per pagina. Lui è nato senza gamba e racconta la sua esperienza nelle scuole".

Ha giocato poche partite con il suo Cavaion, ma ora è pronto a rientrare nel giro. "Ho disputato la Coppa e la prima di campionato. Siamo una bomba come squadra, te lo assicuro. Non sfiguriamo contro nessuno. Forse facciamo più fatica con quelle sotto di noi, visto che ci adattiamo ma non riusciamo a sprigionare tutta la nostra energia. Noi sicuramente ci siamo e possiamo quest'anno toglierci delle belle soddisfazioni. Qui c'è tutto per giocare un grande calcio, giochiamo senza pressioni e per divertirci. Siamo tutti ragazzi seri e siamo sempre quelli da tre anni ormai. La rosa del Cavaion è potenzialmente perfetta. Ci piace stare tutti assieme prima e dopo ogni gara. Dobbiamo proseguire così senza fermarci. Se giochiamo come siamo capaci non ce n'è per nessuno, ne sono convinto".

Vuole poi spendere due parole sul proprio mister Moreno Battisti e sul secondo Simone Chieregato, ex suo compagno di squadra a Castelnuovo. "Sono due tecnici che si completano uno con l'altro. Si trovano alla perfezione e ci stanno dando tantissimo. Sono forti e capaci. La società non poteva trovare di meglio. La loro mentalità è vincente e ci porteranno in alto, ne sono sicuro".

Quali sono le favorite del girone A di Seconda categoria?
"Il Calmasino è tostissimo, poi il PescantinaSettimo, il Real Lugagnano e noi siamo nella griglia dei possibili protagonisti. Anche se la classifica ora è un pò sfalsata. Ma il girone A è sempre ben assortito. E' bello per noi stare così in alto. Domenica abbiamo evitato la sconfitta in casa con il Pescantina di mister Marafioti pareggiando 1 a 1 e segnando nella ripresa dopo la prima marcatura di Zumerle al '45 del primo tempo. Il mio amico Juri Brognara al 16° ci ha ridato la felicità e l'imbattibilità. Domani, c'è la vedremo contro la Pieve San Floriano, un avversario da prendere con le molle che è in fondo alla classifica ma duro a morire. Dobbiamo ancora una volta dare il massimo perchè loro vogliono dare una svolta al loro campionato. Imponendo il nostro gioco possiamo scalfire la porta avversaria. Vogliamo i tre punti per rimanere in vetta!"

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1365)