ULTIMA - 18/3/19 - LA VIRTUS VINCE A TERAMO E INTRAVEDE LA SALVEZZA

Continua la serie positiva della Virtus Verona di mister Gigi Fresco che vince per 2 a 1 allo stadio “Bonolis” a Teramo e la salvezza ora sembra davvero possibile. I rossoblu veronesi hanno un ottimo approccio alla gara e all’11° sono già in vantaggio. Onescu dalla destra con un traversone basso taglia l’area biancorossa e sulla palla arriva in spaccata
...[leggi]

ULTIM'ORA

1/11/16
SPETTACOLO FRA FORTITUDO MOZZECANE E REAL MEDA (3-3)

BRUTTI-GOL AL 96°. LA FORTITUDO MOZZECANE AGGUANTA IL REAL MEDA ALL’ULTIMO RESPIRO

L’urlo di gioia arriva al minuto 96. L’abbonamento al segno «X» continua. La Fortitudo Mozzecane agguanta il 3-3 sul campo di Pradelle contro il Real Meda al fotofinish, dopo una partita ricca di colpi di scena e, allo stesso tempo, di rimpianti. Non bastano i venticinque minuti iniziali di dominio gialloblù (i migliori dall’inizio del campionato) e la voglia di rimontare due volte lo svantaggio: le ragazze di mister Comin conquistano il terzo pareggio consecutivo in tre giornate, rimandando ancora l’appuntamento con la prima vittoria della nuova annata.

Salaorni e compagne cominciano la gara con autorità, prendendo possesso della manovra e andando vicine al gol in diverse occasioni: tra il 5’ e il 7’ Brutti ci prova due volte dalla distanza, all’11 Caneo viene lanciata in profondità e si presenta a tu per tu con Pizzi, però il suo destro a giro finisce a lato, e al 20’ sempre la numero dieci gialloblù scappa sulla fascia e serve in area De Vincenzi che calcia a botta sicura ma Vergani salva la palla sulla linea di porta. Il Real Meda gioca di rimessa e colpisce al 27’: Moroni crossa la sfera dalla destra, Olivieri sbaglia l’uscita, il pallone sbatte sulla testa di Sossella e termina in rete (0-1). L’autogol è una vera e propria doccia fredda per la Fortitudo Mozzecane: in cinque minuti, dal 28’ al 33’, la formazione lombarda cerca senza fortuna lo 0-2 con le conclusioni da lontano di Sironi e Moroni, entrambe alte. Sul finire del tempo, però, le gialloblù rialzano la testa e si riaffacciano dalle parti di Pizzi: al 39’ il sinistro da fuori di Welbeck non inquadra lo specchio, al 44’ Martani lavora palla al limite dell’area, poi si gira e tira: traiettoria centrale, il portiere para.

La ripresa è un’altalena di emozioni continue. Pronti, via e arriva il raddoppio del Real Meda: al 6’ Coda riceve il pallone in area e calcia di prima intenzione, Olivieri respinge ma la stessa numero nove lombarda è più lesta di tutte e ribadisce la sfera in rete (0-2). Al 15’, poi, il destro dalla distanza di Fusi coglie il palo e fa tremare ancora le padrone di casa. Comin, allora, inserisce Peretti per Martani, Rasetti per De Vincenzi e Zangari per Caneo, ridisegnando il tridente offensivo, con Piovani punta centrale. E, in una manciata di minuti, la Fortitudo Mozzecane riacciuffa avversarie e risultato: al 27’ Welbeck crossa in area dalla sinistra, Vergani in spaccata intercetta il pallone, Rasetti e Coppola provano ad intervenire ma la sfera capita tra i piedi di Peretti che, a due passi dalla porta, sigla l’1-2; al 30’ Sossella effettua un traversone dalla destra, la neo-entrata Zangari prende il tempo alla difesa avversaria e, di testa, segna il 2-2 e il suo primo gol in serie B.

Le due squadre vogliono vincere e si danno battaglia. Al 37’ è di nuovo il Real Meda a colpire: Stucchi ruba palla a Zangari sulla trequarti, prende la mira e con il sinistro sorprende Olivieri con un tiro dai 20 metri. Le gialloblù non ci stanno e reagiscono sessanta secondi dopo: Rasetti calcia da fuori, la difesa mura la conclusione, il pallone carambola a Dal Molin che, da dentro l’area, fa partire un destro a palombella. Traversa. Le emozioni non sono finite, anzi. Al 47’ il Real Meda ha l’occasione per chiudere la gara, però Coda (dopo aver saltato Caliari ed essersi presentata davanti ad Olivieri) sbaglia la mira e il tiro termina sul fondo. Gol «mangiato», gol subito: già, perché al 50’ Piovani riceve palla da Peretti, punta la porta e viene fermata fallosamente al limite dell’area da Dubini (poi espulsa). Brutti batte la punizione, la sfera sbatte sulla testa di Roma e cambia direzione, sorprendendo Pizzi. La Fortitudo Mozzecane esulta in unico abbraccio, il 3 a 3 è conquistato all’ultimo respiro. 

Fortitudo Mozzecane: Olivieri, Sossella, Welbeck, Dal Molin, Salaorni, Caliari, Piovani, Martani (11’ st Peretti), Caneo (25’ st Zangari), De Vincenzi (17’ st Rasetti), Brutti. All. Fabiana Comin
Real Meda: Pizzi, Roma, Vergani, Dubini, Coppola, Ragone, Fusi (22’ st Molteni), Moroni (26’ st Buttò), Coda, Stucchi, Sironi (15’ st Arosio). All. Zaninello
Arbitro: Franco di Cuneo.
Assistenti: Guzzetti e Vinco di Verona
Reti: 27’pt autogol Sossella (RM), 6’ st Coda (RM), 27’ st Peretti (FM), 30’ Zangari (FM), 37’ st Stucchi (RM), 51’ st Brutti (FM)
Note: ammonite Rasetti, Salaorni (FM) e Coppola, Roma (RM). Espulsa Dubini al 50’ st (RM). Recuperi: 3+6

Matteo Sambugaro per www.pianeta-calcio.it
Foto: Graziano Zanetti Fotography












Visualizzato(1045)