ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

ULTIM'ORA

4/11/16
L'ALBARONCO HA RIPRESO A VOLARE CON MAZZO E COLOGNESE

Dopo l'esonero del trainer lupatotino Massimiliano Canovo dalla panchina dell'ambizioso Albaronco, giunto alla fine della 5^ giornata di andata e dopo il pareggio per 1 a 1 alla "Bonbonera" di Zevio, la società del presidente Giuseppe Faustini e del vice Daniele Dall'Oca aveva deciso di affidare la conduzione della Prima squadra al tandem formato da Davide Mazzo e Michele Colognese, quest'ultimo già molto conosciuto come giocatore. Ma andiamo a conoscere meglio Davide Mazzo, alla sua prima esperienza in categoria.

Allora Davide, parlaci un po' del tuo percorso calcistico, dove hai giocato e chi hai allenato in passato? "Ho sempre giocato nell’U.S. Ronco, tranne i due anni nell’U.S. Albaro nell’anno che ha preceduto la fusione tra le due società. Giocavo centrocampista esterno e mi sono fermato in Terza categoria. Nel 2005, alla fine delle superiori, ho cominciato ad allenare nella scuola calcio dell’Albaronco. Ho fatto il mister in tutte le annate, tranne che nella Juniores. Ho avuto la fortuna di poter collaborare con le due società professionistiche di Verona nella scuola calcio, cosa che mi è servita molto come esperienza in fatto di crescita e maturazione".

Come è organizzata la gestione della Prima squadra bianco-verde-granata fra te e Michele Colognese? "Collaboriamo strettamente nella preparazione agli allenamenti. Michele ha però dalla sua molta più esperienza di me avendo giocato in categorie alte e la società ha fatto una scelta molto mirata nel proporre a Michele questa nuova avventura. E’ entrato subito bene nel nuovo ruolo che gli è stato affidato assieme al sottoscritto. Da una settimana è rientrato a far parte dello staff anche Francesco Salvoro, che era il vice di Nicola Corrent lo scorso anno. Abbiamo allestito davvero un buon gruppo di lavoro."

Pensi che sia l’anno giusto per l'Albaronco?
"La squadra è molto competitiva, quindi può essere davvero l’anno giusto. Però a dare il verdetto finale è sempre il campo. Noi dobbiamo pensare a  preparare al meglio le partite che si vanno ad affrontare domenica dopo domenica".

Quali sono le papabili alla vittoria del vostro girone?
"Ho visto bene il Valdalponeroncà che ci ha eliminato dalla Coppa, ma anche Cologna, Tregnago e il sorprendente Boys Buttapedra possono essere delle gradite sorprese. Senza dimenticare le retrocesse Zevio e Pro Sambo".

Quali sono i vostri giovani piu’ promettenti?
"Abbiamo giovani molto bravi che vengono da un anno di esperienza nelle categorie inferiori, come Riccardo Cherubin e Ahmed Bellakhdim, già con noi l'anno scorso. Da quest’anno abbiamo promosso in 1^ squadra altri tre juniores (Tedesco, Dalla Pellegrina e Vesentini). Sono giovani che sicuramente garantiscono un buon futuro alla nostra società che cura molto il settore giovanile e che ha l'obiettivo di promuovere ogni anno 4 o 5 giocatori dalla nostra Juniors alla Prima squadra".

Davide chiude ringraziano la società e con un sogno...
"Ringrazio la società per l’opportunità e la fiducia che ha dato al sottoscritto e a Michele Colognese, speriamo che a fine stagione sia ricambiata con il raggiungimento di un risultato positivo".

Intanto la gestione Colognese-Mazzo ha portato l'Albaronco del diesse Alessandro Romio a risalire al 2° posto del girone B di Prima categoria a quota 18 punti, uno in meno della capolista Tregnago. Nelle tre partite sotto la loro guida la squadra bianco-verde-granata ha raccolto 7 punti, frutto di due vittorie e un pareggio, segnando 6 reti e subendone due. Domenica ci sarà l'atteso derby a Cologna Veneta fra le due società che sono divise da tre punti e da poche centinaia di metri, sicuramente sarà una partita che attirerà il pubblico delle grandi occasioni.

La redazione di www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(2013)