ULTIMA - 19/1/19 - LA "ZONA CESARINI" ANCORA FATALE ALLA VIRTUS VERONA

Ancora una volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale dell'incontro. A decidere la sfida a favore del Monza Ŕ stata una rete di Palazzi all'83░ minuto. Buono l'avvio di gara dei rossoblu veronesi che dopo una decina di minuti colpiscono la traversa con una bella conclusione di Paolo Grbac. I brianzoli
...[leggi]

ULTIM'ORA

10/11/16
ANDREA SEGA (SONA) E' PRONTO ALLA SFIDA CON I SUOI EX COMPAGNI

Ha ritrovato i vecchi entusiasmi, il Sona Mazza targata Alessandro Renica. Con l'ex professionista veronese che ha giocato nello scudettato Napoli di Diego Armando Maradona seduto sulla panchina del Sona, la squadra rossobl¨ del presidente Paolo Pradella ha ritrovato se stessa. L'ultima gara persa domenica scorsa sul campo amico contro il San Martino Speme non ha lasciato il segno, come ci racconta il forte difensore classe 1978 Andrea Sega. "Francamente abbiamo perso una gara stranissima, loro hanno trovato la vittoria con un eurogol nella ripresa ma per tutta la gara hanno fatto rarissimi tiri in porta, noi per˛ non siamo stati incisivi e non siamo riusciti a fare nostra la contesa".

Si trova benissimo Andrea al Sona, per lui l'ambiente Ŕ ideale. "Ho dovuto lasciare, per problemi di lavoro, il Garda a malincuore. Ho trovato lÓ un ottima societÓ che aveva voglia di stupire tutti. L'anno scorso abbiamo fatto un ottimo girone di ritorno con mister Gigi Possente, ora passato al Villafranca in Eccellenza. E' stato per noi un campionato, quello della stagione appena passata, davvero strepitoso. Ricordo tutti con affetto, dal presidente Vittorino Zampini a tutti gli altri dirigenti e collaboratori. Cercavo una squadra che facesse due allenamenti settimanali e ho trovato il Sona che fa al mio caso".

Per uno gioco del destino il suo Sona domenica prossima andrÓ a far visita proprio al suo ex Garda. "Vogliamo dimenticare l'ultima sconfitta patita contro il San Martino di mister Filippo Damini. A Garda non faremo le barricate, ci giocheremo tutte le nostre carte, senza scoprirci troppo. Sono contento di vedere la compagine gardesana ancora molto in alto. Noi restiamo dalla prima un attimino distanziati. Cinque punti possono essere nella stessa maniera pochi o tanti, dipende da come vogliamo vederla. Noi se vinciamo a Garda possiamo riaprire le ostilitÓ e rientriamo in zona play-off".

Guarda alla testa della classifica Andrea, conscio che la sua squadra pu˛ mutare la propria nelle prossime giornate. "La classifica dice che in testa ci sta il Povegliano di mister Pedron, seguita a -1 da un'altra neopromossa, il San Giovanni Lupatoto di mister Manganotti, che schiera in attacco il mio amico Yao Doria. Sono due ottime formazioni e la classifica di solito dice sempre la veritÓ. Ma se devo essere sincero dico che noi del Sona e la Provese sono, a mio parere, le squadre pi¨ forti del girone A di Promozione.

In alto non Ŕ deciso nulla e tutte le prime sei possono dire la loro. Noi siamo un buon gruppo dove io ho finora giocato tutte le gare da titolare. La difesa Ŕ ben registrata ma anche l'attacco non scherza con il veloce Rkaiba ed il grande temperamento di Lorenzo Meda, sono due fulmini. Ma tutta la squadra Ŕ solida e ben congegnata. Staremo a vedere nelle prossime sfide. Noi vogliamo viaggiare con il vento in poppa, le nostre avversarie sono avvisate.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1682)