ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

ULTIM'ORA

11/11/16
BONFERRARO GAMBIZZATO DAL GIUDICE SPORTIVO. 8 ESPULSI

Dall’ultimo comunicato n°28 del 09 novembre 2016 della delegazione di Verona, si apprende che alla società Polisportiva Amatori Bonferraro è stata comminata una multa di euro 60 per comportamento offensivo da parte dei propri sostenitori nei confronti dell'arbitro a fine gara, e altri 60 euro per il comportamento offensivo da parte dei propri dirigenti, non Identificati, nei confronti dell'arbitro, sempre a fine gara. Una giornata di squalifica è stata data ai giocatori Corradini Andrea e Patuzzo Alberto (espulsi durante la gara). Mentre ai calciatori Andreetto Mauro, Lanza Diego, Marostica Matteo, Oliani Davide, Remondini Marco, Scipioni Riccardo, Sgrenzaroli Nicola, Silvestrini Mirko, Corradini Andrea e Patuzzo Alberto (non espulsi dal campo) sono state inflitte 2 giornate di squalifica.

Queste le parole della delusa dirigenza giallo-amaranto sull’accaduto in campo domenica scorsa: “Nel suddetto comunicato sono stati squalificati 2 giocatori (espulsi in campo) e 8 nostri giocatori per insulti all'arbitro a fine gara (da notare che a nessuno di loro è stato esposto nessun cartellino). Ci sono state inoltre inflitte multe per insulti all'arbitro da parte di dirigenti della società. Noi dirigenti, facente parte della società, siamo veramente sorpresi di quello che ha scritto il direttore di gara, il signor Daniele Rossetti. Le cose non sono andate assolutamente così, nessun dirigente del Bonferraro ha insultato il sig. Rossetti e i giocatori gli hanno chiesto solo delle spiegazioni, nessuno lo ha insultato. Gradiremo sapere con che criterio il direttore di gara ha scritto queste cose sul suo referto. L'unica cosa che qualcuno di noi ha fatto e dirgli “bravo arbitro” in senso ironico”.

“La gara, fino al 70° minuto di gioco, si era svolta in maniera regolare. Dopo, l’arbitro ha espulso un dirigente del Merlara che era in panchina e a seguire un nostro giocatore, uno loro, poi il nostro capitano e un'altro loro giocatore, ricevendo così rimbrotti da entrambe le tifoserie. Nel terzo minuto di recupero un loro giocatore ha fatto fallo da dietro al nostro numero 3 e tutti si sono fermati, ma l'arbitro non ha fermato l'azione e un giocatore del Merlara ha calciato il pallone che ha centrato l'incrocio entrando poi in rete. Secondo il direttore di gara il gol è valido e subito dopo ha fischiato la fine. La nostra tifoseria si è comprensibilmente arrabbiata e il nostro vice capitano ha chiesto spiegazioni ricevendo come risposta “Per me va bene così”. I  ragazzi sono entrati negli spogliatoi molto arrabbiati ma senza mai insultarlo. Finita la doccia si sono riuniti fuori, all'interno del campetto da tennis, per partire tutti assieme”.

“La nostra società vorrebbe quindi sapere quando il signor Rossetti è stato insultato e da quali giocatori e dirigenti. Ci piacerebbe avere una copia del referto arbitrale. La cosa più strana è che nessuno abbia chiesto delucidazioni, ne a noi che alla squadra avversaria, su una cosa così grave, con otto giocatori squalificati, non uno, tra i quali i due portieri, e tutti per due o tre giornate, mettendo in crisi la squadra e anche la nostra società. Aspettiamo ora dei chiarimenti, pensiamo che ci siano dovuti, in quanto non abbiamo fatto le cose che ci sono state imputate. Noi continueremo a giocare, anche se, a botta calda, ci era passata la voglia di farlo, soprattutto quando sai che quello che è stato riportato e totalmente falso, cosa che sicuramente potrà confermare anche la società Merlara“.

www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(2014)