ULTIMA - 19/1/19 - LA VIRTUS VERONA RIABBRACCIA MASSIMO GOH N'CEDE

L'attaccante scuola Juventus classe 1999, dopo essere stato uno dei protagonisti lo scorso anno della promozione in serie C dei rossoblu di mister Gigi Fresco con 7 reti realizzate in 30 partite disputate, nella giornata di ieri ha firmato un nuovo contratto con il sodalizio rossoblu che lo legherà ai virtussini fino al 30 giugno 2020. Goh, che
...[leggi]

ULTIM'ORA

20/11/16
DUE RIGHE SU...: SANGUINETTOVENERA-ZEVIO (1-1)

Il SanguinettoVenera gioca la sua migliore partita stagionale, sconfigge anche la malasorte, che lo vedeva soccombere ad un quarto d'ora dalla fine, dopo aver perso per infortunio Giacomo Comunian (uno degli uomini più preziosi dello scacchiere di mister Alessandro Roveda), e pareggia i conti con il ritrovato Mattia Ortolani, che festeggia nel migliore dei modi il suo 27° compleanno. Mister Roveda, in emergenza, schiera dal primo minuto lo Juniores classe '97 Federico Lonardi e, nel corso della partita anche l'altro "baby" Lorenzo Pedrini. Non è da meno mister Tiziano "Titti" Salvagno, che impiega dal primo minuto Raphael Padurean (classe '99) e Ionut Bolog (classe '99).

Le squadre si affrontano a viso aperto ed al 9' lo Zevio costruisce una pregevole azione, iniziata da Dimitri Soave che apre per Stevani, il quale crossa al centro per lo stacco di testa di Gianmarco Ravelli, che trova la pronta risposta di Alberto Lanza in volo plastico. Al 12' rapida ripartenza del SanguinettoVenera; Ortolani apre per El Badaoui il quale, in area, viene anticipato dalla tempestiva uscita di Boninsegna. Al 17' Ortolani è bravo a procurarsi un calcio di punizione dal limite che egli stesso calcia; la palla passa attraverso la barriera ma Boninsegna non si fa sorprendere e para. Al 25' Mattia Ortolani, autentico protagonista della gara, addomestica la palla sulla trequarti e l'appoggia rasoterra in verticale per Girardi che viene strattonato in area; l'arbitro assegna il calcio di rigore. El Badaoui si fa ipnotizzare dall'esperto Umberto Boninsegna che salva il risultato parando la sfera. Il SanguinettoVenera continua a far gioco, grazie anche alle pericolose incursioni di Manuel Franzini, classe '96. Al 29' Comunian, bello il suo duello contro il sempre valido Andrea Oliboni (che non corre più sulla fascia ma inventa gioco a centrocampo con precise traiettorie per i compagni), serve Franzini che salta l'uomo e crossa morbido per Girardi che fa velo, non si sa per chi, e la palla esce comunque a lato creando una certa apprensione per la difesa bianconera. Al 42' un tiro cross di Franzini, esce a fil di traversa. Allo scadere, lo scatenato Franzini, calcia da dentro l'area e la palla sfiora il palo alla destra di Boninsegna.

Nel secondo tempo, Michele Peroni (ex Audace) rileva sin da subito il giovane Bolog ed al 9' un suo cross, attraversa tutta l'area, non sfruttato dai compagni. Al 12' Ortolani si destreggia bene al limite dell'area e poi calcia, chiamando Boninsegna alla parata in presa alta. Al 15' mister Roveda sostituisce l'ottimo Franzini con capitan Alessandro Greggio (detto Ezio). Poco dopo Lanza rinvia lungo per Girardi che appoggia sul libero Ortolani che entra in area ma si allunga la palla, vanificando la superiorità numerica e favorendo l'uscita di Boninsegna. Al 19' "Ezio" Greggio serve in area Andrea Girardi che, vistosamente trattenuto, riesce comunque a calciare; la palla esce vicino al palo. Al 21' occasione per lo Zevio: Peroni serve in verticale Ravelli che calcia in corsa sul primo palo, ma Lanza risponde da par suo ed in tuffo si salva in corner. Al 24' i locali perdono per infortunio Comunian, sostituito da Nabil El Quakili. Poco dopo, sugli sviluppi di un corner, lo Zevio passa in vantaggio: l'opportunista Ravelli, con una zampata sottomisura, gonfia la rete e le speranze bianconere. Sembra un ingiustizia per i nero-verdi (oggi in maglia bianca), che comunque non demordono e, grazie ad un intervento difettoso di un difensore, pareggiano i conti con Ortolani che scatta velocissimo, si presenta in area e fulmina Boninsegna con un tiro a mezz'altezza. Poi, pazzo di gioia, corre ad esulture verso la panchina, abbracciato da tutti. Lo Zevio si riporta sotto ed allo scadere ha l'occasione per il colpaccio: Ravelli calcia da buona posizione ma Lanza si allunga e tocca la palla che esce a fil di palo. E' l'ultima emozione che ha regalato la partita.

Mister Roveda, oggi si è visto un bel Sanguinetto? "Sono contento; i ragazzi hanno dato tutto. Credo sia stata la nostra miglior prestazione stagionale". Gli fa eco lo "storico" dirigente locale Graziano Bertozzo "Speriamo sia un punto di partenza per il proseguo del nostro campionato". Mister Tiziano Salvagno, gira nervosamente davanti allo spogliatoio: "Eravamo andati inaspettatamente in vantaggio ad un quarto d'ora dalla fine ma poi siamo calati sul piano fisico e mentale e non abbiamo saputo coglier i tre punti che avrebbero dato una svolta al nostro campionato. Il pareggio non serve a nessuna delle due squadre".

SanguinettoVenera: Lanza, Chiavegato, Buratto, Comunian (24'st El Quakili), Cacciatori, Bottura, El Badaoui, Lonardi (30'st Pedrini), Girardi, Ortolani, Franzini (15'st Greggio). All. Roveda.
Zevio: Boninsegna, Cenci, Padurean, Boniardi (15'st Benini), Colombari, Bolog (1'st Peroni), Carpene, Oliboni, Ravelli, Soave, Stevani (25'st Poli). All. Salvagno.
Arbitro: Mattia Ferron di Vicenza.
Reti: 28' st Ravelli (Z), 34' st Ortolani (S).

Antonio Dal Molin per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1581)