ULTIMA - 20/1/19 - LE 8 QUALIFICATE AI QUARTI DELLA COPPA VERONA 2018-19

Si sono giocate oggi le partite della terza ed ultima giornata del 1° turno della Coppa Verona 2018-19 riservata alla formazioni di Terza categoria, denominata “Memorial Gianni Segalla”, che hanno consegnato il pass per il passaggio ai quarti di finale in programma domenica prossima. Nel Girone 1 il Lessinia vince 1 a 0 la sfida decisiva contro il Borgo San
...[leggi]

ULTIM'ORA

9/12/16
GAZZOLO 2014: I RAGAZZI DELLA...VALLE D'ORO DELL'EST

Com’è possibile che la squadra di una delle più piccole frazioni dell’estremo est veronese sia prima in classifica nel girone C di Terza Categoria? Il Gazzolo 2014 ha dimostrato che duro lavoro e spirito di sacrifico sono alla base di un team vincente. Il campionato è ancora lungo e insidioso, guai a fare proclami in casa gialloblu, il minimo comun denominatore è pensare partita per partita, l’importante è rimanere con i piedi per terra.

«Arrivare in testa è semplice, rimanerci è più difficile. Attualmente – ci racconta il presidente Paolo Valle – stiamo vivendo un buon momento di forma, siamo un buona squadra composta da giocatori validi, ma mi sembra prematuro parlare già di vittoria del campionato. Sono altre le squadre costruite per vincere: Bassan Team Motta, Sporting Badia Calavena e Boca Junior hanno le carte in regola per fare il salto di categoria. Noi, invece, dobbiamo fare un passo alla volta senza farci troppe illusioni ma rimanendo consapevoli di poter disputare un ottimo torneo. La nostra forza – prosegue il primo dirigente – è il gruppo, siamo affiatati e vogliosi di fare bene». L’esperienza maturata negli anni dal “pres” ha sicuramente contribuito alla crescita di questa piccola realtà: “Ho imparato che suddividere i compiti e scegliere con cura le persone con cui si collabora è indispensabile per raggiungere degli obiettivi”, inoltre, conclude il signor Valle “E’ un piacere veder lavorare mister Cristian Cannavò e il suo collaboratore Luigi Donadello, insieme stanno facendo veramente bene”.

Fabio Marconi, centrocampista classe ’85, è il capitano di questa sorprendente realtà: “Quest'anno abbiamo una mentalità diversa, siamo cresciuti tanto sotto questo profilo. Non ci aspettavamo di trovarci in questa posizione, adesso vogliamo chiudere nel migliore dei modi le ultime partite dell'andata per poi prepararci al difficile girone di ritorno. Ci sono anche altre squadre che possono dire la loro: Bassan Team Motta, Giovane Santo Stefano e Sporting Badia Calavena su tutte”. Il talentuoso centrocampista prosegue soffermandosi sull'ottimo momento che sta attraversando la squadra: “Siamo stati bravi ad approfittare di questo periodo dove tutto funziona a meraviglia. Il merito è del gruppo, ognuno sta apportando il proprio contributo”. “Un campionato – ci spiega Fabio – si vince se si affrontano tutte le partite con concentrazione. È fondamentale, inoltre, allenarsi al massimo e saper affrontare i momenti difficili, che nell'arco della stagione possono sempre arrivare”.

La fortuna della piccola società, situata sotto il comune di Arcole, la sta facendo la coppia del gol più prolifica del girone: Mattia Elia (12 gol), classe 1993 e Nicola Visentin (6 gol), classe 1989. I due bomber hanno un ottimo feeling in campo, dove mettono in apprensione le difese avversarie, e un bella amicizia nella vita di tutti i giorni, dove si divertono a passare del tempo insieme: “La nostra intesa – sottolinea Nicola - si è rafforzata nel tempo, non mi sono mai trovato così bene con un partner d’attacco. Abbiamo in comune diverse caratteristiche, ad esempio, entrambi sappiamo saltare l'uomo. In campo ci piace muoverci molto senza dare punti di riferimento”. Quali sono gli aspetti rilevanti per vivere una stagione positiva dal punto di vista realizzativo? “A mio avviso – risponde sicuro Nicola – bisogna rimanere tranquilli, senza farsi ossessionare dalla voglia di segnare. Il gol è la conseguenza di una partita giocata senza pressioni”.

Mattia, nonostante la sua caparbietà e il suo talento, è consapevole dell’importanza del lavoro svolto dal compagno di reparto: “Le sue sponde e i suoi movimenti mi hanno permesso di fare diverse reti. Nicola è essenziale per me e per la squadra”. Fissare degli obiettivi e dare il 100% per raggiungerli è la filosofia del capocannoniere del torneo: “Voglio chiudere questa prima parte della stagione superando i 15 sigilli, forse non ce la farò, ma darò tutto me stesso per riuscirci”. Vai e continua a stupire Gazzolo con i tuoi gemelli del gol.

Sebastiano Perbellini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1485)