ULTIMA - 18/3/19 - LA VIRTUS VINCE A TERAMO E INTRAVEDE LA SALVEZZA

Continua la serie positiva della Virtus Verona di mister Gigi Fresco che vince per 2 a 1 allo stadio “Bonolis” a Teramo e la salvezza ora sembra davvero possibile. I rossoblu veronesi hanno un ottimo approccio alla gara e all’11° sono già in vantaggio. Onescu dalla destra con un traversone basso taglia l’area biancorossa e sulla palla arriva in spaccata
...[leggi]

ULTIM'ORA

12/12/16
L'ARZIGNANOCHIAMPO SBATTE CONTRO IL LEGNAGO (0-0)

REGGE IL BUNKER DEL LEGNAGO. UN PALO PER PARTE. DUE MIRACOLI DI BALA. DOMENICA ULTIMA PARTITA DI ANDATA PER I BIANCAZZURRI CONTRO L'ALTOVICENTNO AL «SANDRINI»

L'Arzichiampo voleva la vittoria dopo cinque turni per agganciare in classifica il Legnago che al «Dal Molin» ha eretto un bunker insuperabile per un risultato positivo. Decisivo il giovane portiere del Legnago Cristian Bala per un paio di miracoli. Un palo per parte (Villanova e Tonani), qualche occasione sprecata da parte del Legnago spesso rannicchiato in difesa soprattutto nella ripresa quando Orecchia ha rinforzato il bunker con l'inserimento di Benedetti, in riva al Bussè da qualche settimana e destinato a prendere il posto di Falchetto che lascia in Legnago per Villafranca per gravi problemi familiari e di lavoro. Nell' Arzichiampo di Paolo Beggio hanno giocato i nuovi arrivati, l’attaccante Davide Tonani, ex Pro Vercelli e nel finale Marco Roveretto, ex Adriese e Virtus Vecomp. Il Legnago, rispetto alla formazione vittoriosa giovedì contro l’Este, presenta Sergi al posto di Dabo leggermente acciaccato, Zoppellaro al posto di Spadaro e Zanetti al posto di Zerbato. Mister Andrea Orecchia affida la fascia di capitano a Mattia Falchetto.

Dopo 2’ Zanetti scatta e conclude a rete, ma fuori. Al 7’pregevole spunto di Zoppellaro che serve Villanova che fa un ottimo assist per Formuso che non inquadra la porta. Al 9’ scambio Bernasconi- Grbac, bravo il giovane portiere del Legnago a bloccare. Al 13’ Formuso serve Villanova che dalla linea di fondo tira e colpisce il palo alla destra del portiere vicentino Kerezovic. Al 17’ alla conclusione Tonani, ma il rasoterra  è fuori bersaglio. Al 20’ al tiro il difensore Sergi dopo azione corale dei biancazzurri, ma facile la parata. Al 25’ un cross dalla linea di fondo di Zanetti, il portiere vicentino anticipa Formuso. L’Arzichiampo insiste con un teletiro di  Bernasconi,  una bella girata di Romio dopo elegante palleggio e un palo di Tonani al 38’ dopo azione locale.

Nella ripresa il Legnago si distende raramente in avanti, Al 3’ Zanetti conclude a rete da lunga distanza, ma la parata è facile. All’11’ grande occasione per l’Arzichiampo per passare in vantaggio ma prima Bala si oppone alla conclusione di Bernasconi e poi capitan Falchetto salva sul tiro di Tonani. Al 17’ ancora Bernasconi pericoloso. Al 35’ per un fallo su Zanetti batte la punizione Viviani e Zanetti “ gira” fuori la conclusione. Il Legnago al 39’ resta  in dieci perché l’arbitro espelle Zerbato per un fallo da dietro su  Antinori. In inferiorità  numerica per dieci minuti resiste il bunker del Legnago sia per la tempestività dei suoi difensori  sia per l’imprecisione dei giocatori locali.

Spogliatoi: L’allenatore ospite Andrea Orecchia è soddisfatto “E’ un pareggio importante contro una squadra forte. Nei primi 45' abbiamo avuto un paio di occasioni con Formuso e con il palo di Villanova. Nella ripresa la nostra difesa si è comportata benissimo organizzando anche qualche ripartenza non sempre sfruttata. Anche in dieci per l’ingenua espulsione di Zerbato abbiamo retto bene.” Così Mario Preto, direttore generale del Legnago: “L’Arzignano è stata una delle poche squadre che ci ha messo sotto creando tanto. Noi bravi a reggere l’urto di una squadra molto forte, un punto di carattere e di valore.” Così Paolo Beggio, mister vicentino: “Un pareggio stretto per noi che per 5-6 volte ci siamo presentati in zona gol, contro un Legnago solido e fortunato".

Legnago (4-3-3): Bala, Chiarini, Sergi, Tresoldi, Falchetto, Bigolin, Zoppellaro (21’st Spadaro), Viviani, Formuso, Villanova (1’st Benedetti), Zanetti (34’st Zerbato). All. Orecchia.
Arzignano (4-3-3): Kerezovic, Toso, Biasi, Santuari (40’st Carlotto), Antinori, Bertoldi, Romio, Bortoli (32’st Maldonato), Bernasconi, Grbac, Tonani (20’st Roveretto). All. Beggio
Arbitro: Picchi di Lucca
Note. Espulso Zerbato 39’st per fallo da dietro. Angoli 8-1 per l’Arzignano. Recuperi 1’ e 4’

Marcatori del girone C di serie D:
13 reti: Sottovia (Mestre)
11 reti: França (Triestina), Trinchieri (Alto Vicentino), Lauria (Campodarsego),
10 reti: Beccaro (Mestre)
9 reti: Ferrante (Abano), Guccione (Vigasio),
8 reti: Maccan (Cordenons), Madiotto (Union Feltre)
7 reti: Barone (Legnago), Formuso (Legnago)
6 reti: Paladin (Tamai), Rondon (Union Feltre)
5 reti: Alba e Mensah (Virtus Vecomp), Pandolfi (Altovicentino), Frezza (Pievigina), Aliù (Campodarsego), Dos Santos (Triestina), Serafini (Triestina), Cacurio (Vigontina), Carbonaro (Alto vicentino)
4 reti: Bernasconi (Arzichiampo), Brotto (Belluno), Zanetti (Legnago), Manarin (Virtus Vecomp), Fasan (Montebelluna), Casagrande (Vigontina), Sciancalepore (Virtus Vecomp). 

Aldo Navarro per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1173)