ULTIMA - 27/5/19 - IL “BONE&BARBI’S FRIENDS 2019” IN RICORDO DI 2 AMICI

Sabato 15 giugno 2019, nei pressi del Campo Comunale "B. Guglielmi" di Lugagnano, si terrà il torneo memoriale “Bone&Barbi’s Friends 2019”, in ricordo di due grandi amici scomparsi ancora molto giovani qualche anno fa. A partire dalle ore 9.30, verranno disputate partite di calcio a 7 e, novità di quest’anno, partite di green volley 4
...[leggi]

ULTIM'ORA

20/12/16
LUCA SANDRI E LA RIPRESA DEL SUO CASTELNUOVOSANDRA’

Lo trovi soddisfatto all’interno della sua azienda di Pastrengo, che dà da mangiare a 120 persone. Il suo CastelnuovoSandrà, dopo un avvìo davvero alla camomilla, da un mese esatto (4 giornate) a questa parte ha infilato la strada giusta: quella della vittoria e della risalita dai fondali della bassa classifica del girone “A” di Prima categoria, chiudendo il primo quadrimestre al quart’ultimo posto con 16 punti, a -1 dal Bussolengo. “Ho sempre creduto” spiega Luca Sandri, imprenditore della classe 1960 e tifosissimo dell’Hellas Verona, presidente dei “castellani del basso Garda” “nei giovani che abbiamo. Ero convinto che ne saremo venuti fuori. Mister Gianni Canovo ha lasciato perché o non aveva più stimoli o perché non ci credeva più fino in fondo. Quando abbiamo chiamato mister Fabrizio Gilioli, anche lui ha voluto saggiare il terreno, trasformandolo poi – almeno fino ad ora – in un campo dei miracoli”.

C’è da dire che sono arrivati anche Nicola Fainelli, Marcello Gambadoro e Bonifacio Mochiah; quest’ultimo, per motivi di lavoro, deve essere ancora impiegato… “Gambadoro ha giocate da altre categorie, noi diciamo che siamo un bel mix tra giovani emergenti e giocatori navigati (il capitano e portiere Andrea Donatoni classe ’85 e il vice Alessio Sartori classe ’86). Tra i giovani, stanno emergendo Michele Zocca, classe ’99, prelevato dal Pescantina, e Mattia Ceschi, classe ’99 anche lui, quello dell’infortunio alla mandibola occorsogli in campo. Ma, ripeto, ero sicuro del valore del mio gruppo e che quindi prima o poi sarebbero esplosi”.

L’obbiettivo vostro per questa stagione?
“La salvezza; che per noi avrebbe il sapore della conquista di uno scudetto”.

Chi vincerà il vostro girone A di 1^ categoria?
“Il San Zeno Vr, perché l’ho visto ben impostato e poi ci ha dato una bella passata. Secondo me, i granata possono arrivare fino in fondo in testa alla classifica”.

Il Settore Giovanile vostro, i numeri?
“Abbiamo un vivaio fantastico in tutte le categorie, sfioriamo i 300 tesserati, compresi anche gli allenatori e i dirigenti (240 i giocatori effettivi). Abbiamo investito nel 3° pullmino e contiamo su 2 fisioterapisti, uno per la Prima squadra, l’altro per il vivaio”.

Hai sempre creduto nei giovani, tant’è che avevi fondato apposta la Benaco… “Sì, sono di Pastrengo, ma neanche il nostro diggì Claudio Mosele è di Castelnuovo, e ho capito che alla pari del sindaco di un paese, si lavora meglio se non sei del paese: nessuno – è verissimo! – è profeta nella propria patria. Nei giovani, mi sono sempre convinto, bisogna credere perché solo facendoli giocare in Prima squadra loro acquisiscono esperienza e mestiere. Difettano in malizia e determinazione, ma queste doti esplodono solamente continuando a giocare e a farli sentire prim’attori. I nostri coprono bene e sanno ripartire altrettanto bene. Se riponi fiducia nei giovani, se hanno qualità, sono destinati a crescere e valorizzando il proprio vivaio una società può evitare di dissanguarsi in investimenti di giovani che provengono da altri orti”.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1683)