ULTIMA - 18/2/19 - GRANDE GESTO DI FAIR PLAY DEL SAVAL MADDALENA

Grande gesto di fair play, che difficilmente si vede nei campi di calcio dilettantistici, quello accaduto ieri prima della gara fra la capolista Pieve San Floriano e il Saval Maddalena del presidente Flavio Massaro, squadra in piena lotta per una poltrona play-off nel girone A di Terza categoria. I biancazzurri locali avevano in distinta ben tre giocatori
...[leggi]

ULTIM'ORA

21/12/16
GIANNI PASOTTO: “LA DELUSIONE E’ IL MIO GABETTI VALEGGIO!”

E’ un Gabetti Valeggio che sta viaggiando in contro tendenza rispetto alla sua norma: “Di solito” spiega il presidente rossoblù Gianni Pasotto “era il ritorno che marcava una nostra flessione, quest’anno è stato il primo quadrimestre. Abbiamo i punti che ci meritiamo, inutile accampare attenuanti”.

Ora la pausa natalizia e di Capodanno: “Ora mister Simone Bragantini ha tre settimane per lavorare, per metterci del suo e per cercare di mettere a punto nel ritorno un’altra squadra. Il gruppo ha tutto per poter fare meglio, vediamo se sarà in grado di esprimerlo con il nuovo anno”.

Chi ti ha più impressionato delle avversarie del girone?
“Il San Zeno Verona: una bella squadra, solida, che sa quello che vuole. Non era prima quando l’incontrammo, ma ora è diventata la regina d’inverno. Ha tutto: qualità, esperienza e il mix giusto di corsa e ragionamento”.

Qual è invece la squadra che ha espresso il gioco migliore?
“La Scaligera 1919: come gioco, quadratura ed automatismi i giallorossi di mister Nicola Bertozzo mi hanno impressionato. Gruppo stretto, raccolto e sempre ben organizzato”.

Di chi sentiremo parlare della Gabetti nel girone di ritorno?
“Di Riccardo Spartà, promettente ragazzo classe 1999, frutto del nostro vivaio: sta giocando dall’inizio del campionato come centrale difensivo. Ma, anche Mattia Parisse, classe ’98, pure lui frutto del nostro Settore Giovanile, era già titolare nel girone di ritorno dell’anno scorso”.

Quale giocatore avversario ti è piaciuto?
“Armin Mezildzic, dell’A.C. San Zeno Vr, ma anche la coppia offensiva del Parona, Daniele Begnoni e Joshua Nyamekeh”.

Chi vincerà il girone A di Prima categoria?
“Il San Zeno Verona di mister Umberto Urbani”.

Quale miglioramento ti aspetti dai tuoi ragazzi?
“Mi aspetto che migliorino dal punto di vista fisico, atletico perché li ho visti un po’ giù in questa prima parte di stagione. E che aumentino a livello di agonismo e di personalità. Fino ad ora hanno rispecchiato poco il loro reale valore”.

La delusione e la sorpresa del vostro girone?
“La delusione siamo noi; ma, anche il Pastrengo, eh: con quello che ha speso, noi facciamo due o tre campionati. La sorpresa? Il Parona e poi il Castelnuovo di quest’ultimo mese, caratterizzato da 4 vittorie di fila che hanno rilanciato una squadra che sembrava già spacciata”.

Cosa diresti al riconfermato presidente del C.R.V. Figc-Lnd Bepi Ruzza?
“Che le società senza alle spalle un proprio settore giovanile dovrebbero fare un campionato a sé. L’avevo ricordato anche al veronese Giovanni Guardini, per il quale noi della Gabetti Valeggio avevamo votato. Lo dirò anche a Ruzza, chiedendogli la radiazione dalla Figc di tutti quei dirigenti che in estate si recano presso le famiglie e vanno a prelevare le giovani promesse altrui. Poi, che il tesserino duri 10 anni, che i tesseramenti dei ragazzini siano più veloci, specie quelli per gli stranieri. E, che avvengano on line e non ancora sul cartaceo e con l’ausilio di timbri e quant’altro”.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1774)