ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

ULTIM'ORA

22/12/16
L'ACD ARBIZZANO FESTEGGIA IL NATALE ALL'8° POSTO

L'altro ieri sera, presso la Pizzeria “Settimo cielo” a Settimo di Pescantina, si è tenuta la festa pre-natalizia dei giallo e blu del presidente Silvano Gasparato e del diggi e diesse Daniele Vantini. Presente anche l'ex presidente regionale veneto Giovanni Guardini, da sempre amico e sostenitore della squadra del paese dove abita. Presenti anche tutti i dirigenti e i giocatori gialloblù con le rispettive compagne. Unico assente è stato il vice presidente Ezio Ferrari perché in vacanza in crociera al caldo. Presenti invece l'altro vice presidente Fedele Adami assieme al figlio Simone, che è il responsabile della Scuola Calcio gialloblù, il responsabile del settore giovanile Saro Contruscieri e il segretario Giancarlo Ponzin.

“E’ una campionato davvero difficile” ha sottolineato el "Ciri" Gasparato “e tutte le partite sono difficili. Non dobbiamo sottovalutare nessun avversario, la dimostrazione è il Castelnuovosandrà che sembrava spacciato e invece due domeniche fa ci ha dato una bella lezione ed ora è a soli due punti dalla salvezza diretta. Noi speriamo, e ci auguriamo, di arrivare ad una salvezza tranquilla, senza passare dai play-out, questo è il nostro augurio e il nostro intendimento, perchè penso che la Prima categoria sia la nostra giusta dimensione. Quest'anno non vi abbiamo fatto un regalo come il solito (guanti, scaldamuscoli, ecc...), ma abbiamo pensato di addolcirvi regalandovi un pandoro e un calendario della nostra società.”

"Volevo ringraziare tutti i presenti, le ragazze, che sono presenti sugli spalti alla domenica, assieme al nostro mitico Ciocci, la nostra mascotte. Ringrazio inoltre tutte le persone che lavorano dietro le quinte ma che sono quelle che permettono di far andare avanti la nostra società. Tutte persone che ci permettono di sopravvivere aiutandoci in tutto e alle nostre iniziative, come la festa dello sport. Ringrazio tutti gli allenatori, da quelli della Prima squadra a quelli dei più piccoli." 

Il presidente, assieme al direttore generale Daniele Vantini, hanno poi fatto sfilare tutti i giocatori, dirigenti, collaboratori consegnando loro pandoro e calendario. Per la squadra ha parlato Andrea Cinquetti che si è sbilanciato dicendo che i gialloblù arriveranno ai play-off, fra le toccatine generali. "Abbiamo creato un bel gruppo, finora non abbiamo sfigurato e contiamo di migliorare nel girone di ritorno. Faccio, a nome di tutti i miei compagni, gli auguri a tutti i presenti di Buone Feste e Buon Natale."

Il presidente ha poi presentato lo staff tecnico di mister Ivo Castellani, composto dal vice Cristiano Bissoli, dal preparatore dei portieri Roberto Cammalleri e dalla fisioterapista Fiorella Caporali. Ha poi omaggiato, uno ad uno, tutti i collaboratori, dai tre guardialinee, Cesare Gottardi, Edoardo Vantini e Gianfranco Tommasi alla mascotte tuttofare el "Ciocci" che si è esibito anche come ballerino assieme alla Caporali. Chiamate poi le tre bariste del campo sportivo, Antonella, Monica e Martina. Omaggiati anche i baristi e i cuochi gialloblù. Fra questi anche Tullio che, insieme al "Ciri" Gasparato, ha ideato la festa dello Sport. Applausi per tutti dal primo dirigente fino alla signora Marisa Vantini, moglie del diggì e mamma del bomber gialloblù Nicola Vantini, che si presta a lavare tutte le maglie dei gialloblù.

Dopo aver mangiato e fatto le varie presentazioni, la serata è proseguita con dell'ottima musica prodotta dal vivo dal preparatore dei portieri Roberto Cammalleri, ottimo chitarrista che si esibito anche come cantante. Senza dimenticare che nei gialloblù giocano due ragazzi che fanno parte di altrettante band, bomber Nicola Vantini, e soprattutto Matteo Breoni che con il suo gruppo è appena tornato dall'America dove si sono esibiti con successo. "Mi esibisco con la mia band nel fine settimana - ci ha confidato Matteo - quindi, seppur a fatica, riesco a fare entrambe le cose, suonare e giocare. Suonare è il mio lavoro, giocare a calcio la mia passione e finchè il fisico me lo permetterà continuerò a farlo."

Mentre i tre intrattenevano i presenti alla serata gialloblù, ne abbiamo approfittato per far due parole col direttore generale Daniele Vantini e con il mister Ivo Castellani, protagonista della splendida promozione dello scorso anno. Il primo a parlare è stato il diggì e diesse gialloblù che ci ha detto: "Abbiamo chiuso l'andata leggermente sotto le aspettative, dopo una partenza al rallentatore ci siamo ripresi bene, le due vittorie consecutive con Audace fuori casa e Bussolengo in casa ci hanno consegnato 6 punti che ci hanno risollevato in classifica e nel morale. Ci manca solo avere più continuità, evitare cioè i continui alti e bassi."

L’obbiettivo per quest'anno qual è?
“Quello primario rimane la salvezza, senza passare per i play-out, una volta raggiunta, quello che verrà in più sarà ben gradito. Intanto in questi giorni abbiamo concluso lo scambio con l'Olimpia Ponte Crencano cedendo ai gialloblù il centrocampista ex Cadidavid e San Marco Alberto Biondani in cambio della punta ex Garda e Valgatara Luca Simeone”.

Chi vedi papabile al titolo nel vostro girone A di 1^ categoria?
“Bè, è senza dubbio un campionato molto equilibrato, il San Zeno ha qualcosa in più, ma anche la Croz Zai è ben attrezzata, il Parona sta facendo bene forte di un gruppo ben rodato mentre il Pedemonte, 4° assieme alla Scaligera, è una piacevole sorpresa. Queste sono le mie favorite per i play off fino a quanto visto finora”.

E voi, dove vi collocate quest'anno?
"Confesso che dopo l'ottimo campionato dello scorso anno pensavamo di fare molto bene anche in Prima, ma questa è una categoria che non ti perdonano il minimo errore. Forse inizialmente ci è mancata un po' di umiltà e di determinazione, speriamo che nel ritorno le cose cambino. Abbiamo un bel gruppo, formato da ragazzi che si impegnano sempre al massimo, il mister e il suo staff tecnico godono della nostra massima stima, quindi sono molto fiducioso e sono convinto che nel ritorno faremo qualche punto in più."

Chi è il giovane che più ti ha stupito dei vostri?
“Il difensore Denis Righetti (classe 2000), è un ragazzo davvero promettente e sicuramente sentiremo ancora parlare di lui. Tutti i giovani provvengono dal nostro vivaio, abbiamo promosso altri 3-4 giocatori della Juniores e vogliamo attingere anche dagli allievi. Sono molto soddisfatto del nostro settore giovanile, ottimo il lavoro del responsabile Saro Contruscieri e grande anche il lavoro di Simone Adami che è il responsabile della nostra fiorente Scuola Calcio. Stanno crescendo ragazzi davvero interessanti per il futuro gialloblù”.

E passiamo al mister della Prima squadra gialloblù, Ivo Castellani che dice: "Sono abbastanza soddisfatto del girone di andata, ci manca qualche punticino ma alla fine abbiamo chiuso all'8° posto. Siamo partiti davvero male e il doppio impegno, campionato e Coppa, non ci ha certo giovato, infatti dopo la gara infrasettimanale di Coppa perdavamo sempre. Solo un mese e mezzo fa eravamo penultimi, poi, usciti dalla Coppa, abbiamo trovato i giusti equilibri e siamo risaliti in classifica”.

Cos'è che non andava all'inizio?
"Abbiamo pagato diversi nostri errori, abbiamo buttato al vento partite che sembravano già vinte. Il nostro è un girone molto equilibrato e noi, da neo promossa, stiamo dimostrando che possiamo dire la nostra. Dobbiamo solamente avere più continuità di risultati e di rendimento."

Dove volete arrivare quest'anno?
"La nostra priorità è la salvezza, poi, una volta raggiunta, si vedrà se è possibile alzare l'asticella. Di certo ti posso dire che il livello della Prima categoria visto finora è davvero ottimo."

Chi vedi favorita alla promozione nel vostro girone A?
"Metto il San Zeno un gradino sopra, poi, Croz Zai, Valpolicella e Quaderni non sono da trascurare, senza dimenticarci della grande forza del gruppo del collaudato Parona di mister Flavio Marai."

Chi ti ha più sorpreso dei tuoi giocatori?
"Inanzitutto Denis Righetti, ragazzo classe 2000 che si allena e gioca con la forza e la caparbietà di un veterano, è stato davvero una bella sorpresa. Poi, c'è la certezza Nicola Vantini, che da quando è qui ad Arbizzano con il sottoscritto in meno di due anni ha fatto 35 gol in 52 partite, non male!"

La redazione di www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1546)