ULTIMA - 22/3/19 - COMPOSTI I GIRONI DEL 26° TORNEO “ELIO MONTRESOR”

Si è svolto allo Stadio “Avanzi” il sorteggio dell'attesissima 26esima edizione del Torneo “Elio Montresor” alla presenza dell’Assessore allo Sport del Comune di Verona Filippo Rando, del Presidente della 5^ Circoscrizione Raimondo Dilara, del Presidente della Commissione Sport Marco Padovani e del Consigliere regionale FIGC Mario Furlan. Il Torneo,
...[leggi]

ULTIM'ORA

2/1/17
2016 FANTASTICO PER IL MOZZECANE DEL PRESIDENTE PAOLO GIAVONI

Non perde mai il timone del proprio veliero il Mozzecane, capolista del girone B di Seconda categoria. Esaurite le feste natalizie, dirigenza, staff tecnico e giocatori al completo riprendono la rotta verso l'obiettivo. Vincere la concorrenza continuando a guidare i giochi fino a maggio. Le altre pretendenti inseguono la truppa di mister Nicola Santelli, ma Scarabello e soci non mollano il colpo. Afferma proprio il bomber per tutte le stagioni classe 1985 approdato da queste parti proprio quest'anno, dopo aver contribuito al salto di categoria a San Giovanni Lupatoto portandolo a suon di gol in Promozione: "Dopo qualche mangiata di pandoro e piatti prelibati, il mio peso aumenterà sicuramente. Ma i piedi  - e ride -, sono sempre buoni e la vista per fare male ai portieri avversari, sportivamente si intende, è molto aguzza. Mi trovo benissimo a Mozzecane, siamo un gruppo formidabile e con merito guidiamo la classifica. Ci aspetta però un girone di ritorno non facile, le nostre avversarie ci aspettano cercando di farci lo sgambetto".

Una compagine, quella rossoblu, che fin dalle prime giornate ha dimostrato un gioco ficcante e molto efficace vincendo con continuità e subendo una sola battuta d'arresto, contro l'Ares in casa per 2 a 1. Se in coda l'Avesa ha mosso la classifica vincendo 3 a 0 nel recupero contro la Primavera, in alto il “Mozze” si rilassa e si gode i suoi 40 punti, cinque in più dell'Ares Verona incalzata a -1 dal Real Grezzana Lugo. "Il divario per noi è importante ma bisogna far attenzione a chi ci insegue - dice il trainer Nicola Santelli -. Con l'anno nuovo dobbiamo riprendere a lavorare con impegno senza guardare troppo agli altri, quando siamo concentrati non c'è ne per nessuno. Bisogna tenere alta l'intensità fino al novantacinquesimo, cercando di essere essenziali. Adesso carichiamo le pile e poi si riparte, abbiamo giocato un bellissimo girone di “apertura” come si dice in Argentina, adesso ci aspetta la “clausura” che ci può consacrare o mettere all'angolo. Dobbiamo andare con il nostro passo senza perderci".

Ne ha fatta di strada il Mozzecane. Nato negli anno settanta. Quest'anno festeggia 46 anni di vita all'insegna della passione e del fortissimo entusiasmo. Credendo nei giovani e nel duro lavoro da consumare sul campo, senza perdere la linea del puro divertimento con fame di risultati e di vittorie sportive. Memorabile l'annata 1990-91 quando la squadra aveva conquistato la promozione in Prima categoria. Nel 2007 il Mozzecane aveva messo in tasca il prestigioso titolo di migliore attacco veronese dell'anno con 65 goal fatti, una soddisfazione enorme. Nelle ultime stagioni il Mozzecane ha centrato diverse volte l'obiettivo play off ma non è mai riuscito ad approdare in Prima categoria. In questa stagione targata 2016-17 il Mozzecane sta cullando il sogno, ma la scaramanzia è d'obbligo ed in casa rossoblu si sfiora l'argomento con discrezione, anche se la realtà e la classifica attuale sono davvero splendide, da toccare con mano e con entusiasmo.

Con 35 goal fatti il Mozzecane assieme al Real Grezzana Lugo è il secondo miglior attacco del girone. Ha fatto meglio solo l'Ares con 38 goal all'attivo. Con 11 goal subiti però il Mozzecane è la miglior difesa del girone B di 2^ categoria. Nella graduatoria cannonieri il bomber Alessandro Carollo con 9 centri è attardato di poco dalla vetta dei capocannonieri dove ci sono Riccardo Baldi della Scaligera Lavagno e Francesco Montolli dell'Ares calcio Verona, hanno chiuso l'andata in doppia cifra con 10 goal, mentre Scarabello ha finora realizzato 8 reti saltando diverse gare, ma il bottino è ancora da completare nel girone di ritorno. "Finora ho avuto qualche guaio fisico che mi ha fermato ma quando sono in condizione non c'è per nessuno. Voglio dare una mano ad Alessandro Carollo che è bravissimo ed ha il fiuto del goal, insieme possiamo fare la differenza. Voglio segnare sempre molto ma quando sono in campo servo sempre assist importanti. Da noi c'è un forte spirito di squadra perche vogliamo raggiungere la meta finale".

E' soddisfatto pure il presidente Paolo Giavoni che coccola sempre i suoi ragazzi, assieme al fidato vice presidente Riccardo Montefameglio e al d.s. Diego Pasotto. Grande l'apporto del segretario Paolo Zamboni e del factotum Antonio Trematore, senza mai scordare il lavoro delle squadre giovanili che sono sempre il fiore all'occhiello della società con tecnici preparati e laboriosi. Con costanza lavora sodo lo staff tecnico di mister Santelli formato dai vice allenatori Luca Melotto e Orfeo Chiaramonte e il preparatore dei portieri Amos Picone. "I ragazzi nel ritorno devono continuare a metterci la testa credendo fermamente in quello che sanno dare - chiude Santelli -. Sono molto fiero di loro ma la strada è ancora lunga e tortuosa, non dobbiamo dimenticarlo mai. Insieme facciamo la forza da soli non si fa nulla".

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1486)