ULTIMA - 19/1/19 - LA VIRTUS VERONA RIABBRACCIA MASSIMO GOH N'CEDE

L'attaccante scuola Juventus classe 1999, dopo essere stato uno dei protagonisti lo scorso anno della promozione in serie C dei rossoblu di mister Gigi Fresco con 7 reti realizzate in 30 partite disputate, nella giornata di ieri ha firmato un nuovo contratto con il sodalizio rossoblu che lo legherà ai virtussini fino al 30 giugno 2020. Goh, che
...[leggi]

ULTIM'ORA

9/1/17
IL LEGNAGO INIZIA BENE IL 2017 CONTRO IL TAMAI (2-0)

Il Legnago inizia bene il 2017 vendicando la sconfitta dell'andata (0 a 3) battendo il Tamai, frazione del comune di Brugnera in provincia di Pordenone, con un classico 2 a 0 che avrebbe potuto essere anche più vistoso. Pochi spettatori (150 circa in una giornata soleggiata, ma gelida) e c'è chi ci sollecita a scrivere che a Legnago c'è indifferenza verso una squadra che fa bella figura nella quarta serie nazionale. Con in tribuna lo squalificato Chiarini, l'allenatore Orecchia schiera la formazione sperimentata nel derby amichevole di venerdì contro il Cerea.

Il Legnago parte forte e al 6' va al tiro Villanova, ma il portiere ospite para la conclusione centrale. Due minuti dopo Zerbato cerca il gol della domenica con rasoterra sballato. Al 10' chiusura in area biancazzurra di Sergi sul difensore Bezzo, che accentua la caduta per un improbabile penalty. Al 21' Tresodi a cerca il gol , ma non inquadra la porta. Il primo gol al 34': Zanetti serve sulla fascia destra Zerbato che tocca per Barone il quale non perdona.

Nella ripresa il Legnago mette al sicuro il risultato con una impeccabile triangolazione Zanetti-Barone-Villanova. Il Tamai fa il suo primo tiro nello specchio della porta al 14' con un rasoterra debole. Al 24' Legnago ancora pericoloso nell'area delle frecce rosse con Zanetti che obbliga il portiere friulano a respingere di piede. Al 32' una bella azione del Tamai protagonisti Alcantara e Sellan che davanti a Bala incespica sul pallone e l'azione sfuma. Al 38' Taylor lanciato in gol da Bigolin si fa anticipare dal portiere. Un minuto dopo l'albanese Puka spreca un'altra occasione per il tris con un rasoterra di una spanna a lato.

Al fischio finale sventolio di bandiere biancazzurre e applausi del calcio club Radio scarpa che ha già aperto le iscrizioni per le trasferte di domenica prossima 15 gennaio a Calvi Noale e di domenica 29 gennaio a Trieste. Il Tamai  ha dovuto arrendersi di fronte ai biancazzurri in gran condizione atletica. A fine gara l'allenatore ospite Stefano De Agostini era sconsolato: «Il problema del Tamai è il gol, contro il Legnago non siamo riusciti a segnare neanche a porta vuota e questo è un grave problema per noi». L'allenatore biancazzurro Andrea Orecchia è invece soddisfatto: «Siamo stati bravi a interpretare bene la partita mantenendo lo stesso atteggiamento nella ripresa aggredendo alto il Tamai che si è buttato in avanti: Il Legnago nelle ripartenze ha avuto altre palle-gol con Zanetti Taylor e Puka. Bravi i ragazzi nelle due fasi, difensive e offensive; se non si prendono gol si fa strada».

Legnago (4-3-3): Bala, Dabo, Sergi, Tresoldi, Benedetti,  Bigolin, Zerbato, Viviani, Barone (44'st Zoppellaro),Villanova (36'st Puka), Zanetti (25'st Taylor). All. Orecchia
Tamai (4-4-2): Buiatti, Bezzo (33'st Bezzo), Russian, Brustolon, Poletto (33'st Cramaro), Faloppa, Alcantara, Kryeziu, Sellan, Paladin, Giglio. All. De Agostini
Arbitro: Rinaldi di  Messina
Reti: 34'pt Barone, 2'st Villanova
Ammoniti: Barone, Puka e Poletto
Note: Sole e freddo. Angoli 2-1 per il Tamai Recuperi 0 e 3'

Aldo Navarro per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1131)