ULTIMA - 27/5/19 - IL “BONE&BARBI’S FRIENDS 2019” IN RICORDO DI 2 AMICI

Sabato 15 giugno 2019, nei pressi del Campo Comunale "B. Guglielmi" di Lugagnano, si terrà il torneo memoriale “Bone&Barbi’s Friends 2019”, in ricordo di due grandi amici scomparsi ancora molto giovani qualche anno fa. A partire dalle ore 9.30, verranno disputate partite di calcio a 7 e, novità di quest’anno, partite di green volley 4
...[leggi]

ULTIM'ORA

10/1/17
TROCCOLI (SAN ZENO VR): “MEZILDZIC E’ IL NOSTRO ASSO!”

Parte sotto la peggior stella l’anno solare 2017 per l’A.C. San Zeno Vr del tandem tecnico Piergiorgio Troccoli-Umberto Urbani: pesante sconfitta, alla “busa”, di 0 a 4, per mano non di una Cenerentola del girone “A” di Prima categoria, ma di una papabile al titolo: la Scaligera 1919 di mister Nicola Bertozzo. “Eh, sì”, sdrammatizza Troccoli, giocatore di lunga carriera, classe 1975, “il 2017, che ha visto il mio debutto in panchina, è iniziato male. Ma, sono fiducioso della forza del mio gruppo, molto unito, anche perché c’è da considerare anche l’ottima caratura della Scaligera, guidata da gente di categoria superiore ed esperta, quali Gramegna e Ghirigato”.

Perché ti sei seduto in panchina alla 1^ di ritorno?
“Allora, in estate siamo partiti assieme io e Umberto (Urbani) e il nostro staff (l’allenatore in seconda Andrea Pellicari e il preparatore dei portieri Antonio Candido): abbiamo formato la “rosa”, poi, io dal 19 novembre ho iniziato a frequentare il Corso Allenatori a Verona, conseguendo il patentino Uefa B il 17 dicembre. Ma, siamo ancora in perfetta sintonia collaborativa, noi due!”

Una sconfitta, secondo te, che può lasciare i segni?
“Ma, no, è la 4^ di tutta la stagione finora, poi, abbiamo ottenuto 3 pareggi e tutte vittorie. Ci rifaremo domenica prossima a Pedemonte, siamo tranquilli”.

Un incidente, di percorso, insomma?
“Certo. Devi sapere che quest’anno la società A.C. San Zeno Vr è ripartita come anno zero, senza obbiettivi precisi, se non il mantenimento della Prima categoria. Dall’alto le direttive sono quelle di tenere in campo un comportamento rispettoso, leale, profondendo in campo il massimo dell’impegno, cercando di giocare la palla, anche perché dobbiamo trasmettere l’esempio a un settore giovanile rifondato fin dalle sue radici e i  forte espansione”. Certo, che dovessimo arrivare a Piazza San Pietro, ci piacerebbe vedere il Papa affacciarsi alla finestra”.

Di chi dei vostri giocatori sentiremo parlare?
“Credo di tutti; ma, se devo fare un solo nome, io scommetto su Armin Mezildzic, punta datata 1994 (ex Belfiorese), giocatore dal gran fisico e con ampi margini ancora di miglioramento. E' già andato in gol 16 volte in altrettante partite”.

La rivelazione e la delusione del girone “A” fino adesso?
“La rivelazione è sicuramente il Parona: non pensavo fossero lassù, nonostante nessuno ti regali niente. Mi aspettavo invece più punti dal Pastrengo, squadra con grosse individualità”.

Il giocatore avversario che più ti ha impressionato?
“Mattia Fraccaroli, della Scaligera”.

La vostra “bestia nera”?
“La Scaligera: ci ha mangiato ben 6 punti, rifilandoci 7 reti in 180 minuti. E’ una seria papabile al titolo”.

Da un anno e più circa alla società San Zeno Vr, ma, in particolar modo a te, Piergiorgio, è venuto a mancare Pasquale Troccoli, segretario inappuntabile e il tifoso in più di voi granata… “Eh, lo so: alla domenica giochiamo anche per lui. Io ti confesso che ho giocato ed ora alleno per lui. Lui si è portato in cielo una parte di me, io porterò sempre nel cuore un pezzo di mio padre”.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(2007)