ULTIMA - 19/1/19 - LA "ZONA CESARINI" ANCORA FATALE ALLA VIRTUS VERONA

Ancora una volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale dell'incontro. A decidere la sfida a favore del Monza è stata una rete di Palazzi all'83° minuto. Buono l'avvio di gara dei rossoblu veronesi che dopo una decina di minuti colpiscono la traversa con una bella conclusione di Paolo Grbac. I brianzoli
...[leggi]

ULTIM'ORA

17/1/17
ZORZELLA (ATL. VIGASIO): "LA NOSTRA FORZA E' IL GRUPPO UNITO"

Le vacanze natalizie ormai sono alle spalle. I chili di troppo devono essere smaltiti in fretta perché si è già ricominciato a fare sul serio. Adesso cominciano ad arrivare le partite che contano, ogni pallone inizia a pesare di più, ogni domenica si vede l'obiettivo o più vicino o più lontano. Il cammino di molte squadre sta cominciando a delinearsi per bene e si comincia a capire che stagione sarà. Siamo andati ad intervistare Federico Zorzella, difensore classe 1995 ora in forza all'Atletico Vigasio del presidente Gianfranco Pozza e con un passato con la casacca nero-verde del Raldon. La squadra di mister Adelchi Malaman sta disputando il girone B di Seconda categoria ed occupa attualmente, dopo 16 partite giocate, il quarto posto con 29 punti. Per i bianco azzurri il girone di ritorno è iniziato in maniera molto positiva con la vittoria per 1 a 0 in casa contro la Scaligera Lavagno.

Federico Zorzella ha fatto un resoconto della stagione in corso: "Siamo partiti un po' a rilento, ma poi pian piano abbiamo cominciato ad ingranare e adesso le cose stanno girando nella maniera giusta. Ora che abbiamo invertito la tendenza negativa della prima parte di campionato dobbiamo essere bravi a dare continuità alle nostre prestazioni, che è senza dubbio la cosa più difficile. È fondamentale rimanere lì attaccati alle prime posizioni per provare ad essere competitivi con le primissime fino alla fine del campionato".
 
Federico, personalmente come valuti questa stagione?
"Bè sono abbastanza soddisfatto della stagione in corso, ovviamente si può e si deve sempre migliorare. Sono partito anche io non molto bene come tutta la squadra. Ora sto trovando continuità, vengo impiegato spesso come terzino ma all'occorrenza anche da difensore centrale. Diciamo che posso ricoprire tutti i ruoli della difesa sia a tre che a quattro. L'importante comunque è avere continuità nelle prestazioni e per fare questo è necessario allenarsi sempre con grande voglia e determinazione".
 
Soprattutto in queste categorie la forza del gruppo può fare la differenza. Il vostro com'è? "Il gruppo è fantastico. Siamo compatti sia dentro che fuori dal campo. Siamo anche amici oltre a semplici compagni di squadra e penso che questo possa inconsapevolmente fare la differenza. Se devi fare la corsa in più per "l'amico" la fai. Se il gruppo è sano si riesce a lavorare meglio anche durante gli allenamenti ed anche nei momenti difficili se si è uniti si riesce sempre a venirne fuori. Penso che il gruppo sia fondamentale, per una Seconda categoria forse anche più importante delle qualità tecnico-tattiche".
 
Tu hai giocato sia in Prima che in Seconda categoria. C'è un grande divario tra le due categorie? "No, non penso ci sia un grande divario sia tecnico che atletico. Penso però che in Prima la cosiddetta "forbice" sia più ampia. Il divario tra le prime e le ultime nella categoria superiore è più marcato, mentre in Seconda categoria questo viene praticamente ad annullarsi ed accada anche che la prima in classifica possa perdere in casa dell'ultima. Significa quindi che bisogna affrontare ogni partita sempre con grandissima concertazione ed attenzione altrimenti si può perdere da chiunque. Detto questo spero che la squadra continui sui livelli degli ultime partite così da raggiungere l'obiettivo play off che ci eravamo prefissati all'inizio dell'anno per poi chissà, sognare qualcosa di grande".

Mattia Cacciatori per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1600)