ULTIMA - 18/2/19 - GRANDE GESTO DI FAIR PLAY DEL SAVAL MADDALENA

Grande gesto di fair play, che difficilmente si vede nei campi di calcio dilettantistici, quello accaduto ieri prima della gara fra la capolista Pieve San Floriano e il Saval Maddalena del presidente Flavio Massaro, squadra in piena lotta per una poltrona play-off nel girone A di Terza categoria. I biancazzurri locali avevano in distinta ben tre giocatori
...[leggi]

ULTIM'ORA

20/1/17
ASPARETTO LANCIATO, VA BENE COSI’ GRIDA VICENTINI

Il ghiaccio ha fermato domenica scorsa la gara che avrebbe dovuto vedere l’Asparetto Cereasud impegnato nella trasferta di Casteldazzano, ma non certo i bollori e i sogni del club della frazione di Cerea guidato da mister Filippo Crivellente. Il presidente Gianni Vicentini, nel frattempo, ha ricaricato a mille le batterie, dando una nuova verniciata – da buon carrozziere – a quella che è più di una sua creatura (era diesse in Prima categoria dei bianco-blu-granata, e da presidente 3 stagioni fa l’ha fatta ripartire dalle macerie del fallimento, riportandola subito in Seconda ed ora sognando il grande ritorno in Prima).

“Viviamo le gesta di un campionato un po’ strano, nato sotto il segno dell’equilibrio. Da una parte, ci sono 4-5 squadre che hanno qualcosina in più, dall’altra – raccolte in uno spazio di 5-6 punti – un plotoncino di compagini che cercano di mettersi in salvo il prima possibile. Voglio dire che anche l’ultima è capace di mettere in seria difficoltà chi viaggia a marce alte”. Questa la sua disanima sul combattutissimo ed affollato di derby girone “D” di Seconda categoria.

Come gioco, a che punto siamo?
“Rispetto ad alcuni anni fa, in questi due ultimi campionati ho riscontrato tanto agonismo che prevale spesso sul gioco manovrato. Forse, si guarda troppo la tivù, ma, c’è troppa intensità e molto meno spettacolo”.

La squadra-delusione e la sorpresa del vostro girone?
“Il Vigo e il Gips Salizzole stanno finora deludendo, tutti questa estate le davano fra le prime cinque. La sorpresa è l’Atletico San Vito: lo pensavo da play off, invece, è già balzato al comando della classifica, complimenti!”

Tra le sorprese, perché non i Boys Gazzo e anche il Sustinenza?
“Sono due belle squadre, che stanno facendo un campionato positivo, certo, ma votato soprattutto a portare più fieno in cascina per cercare di evitare i tentacoli dei play out”.

Chi salirà in Prima categoria quest'anno?
“Siamo, ripeto, in 4-5 a trasformare ogni festa nella classica partita della vita: noi, l’Atletico San Vito, il Pozzo ed il Bovolone”.

Di chi sentiremo parlare dei vostri ragazzi da qui a maggio?
“Mi auguro di tutto l’Asparetto, da Matteo Gianello all’ultima nostra riserva; comunque, se devo fare un nome, allora, vi segnalo il nostro 1997 Enrico Vicentini, in prestito dall’A.C. Isola Rizza, un giovane che sta facendo molto bene da noi e che sono sicuro che si esprimerebbe ancora meglio in Prima categoria”.

Di chi il calcio migliore visto finora?
“Quello del Pozzo. La nostra “bestia nera”, quella che ci ha fatto più soffrire in questi ultimi due anni, è invece il Coriano”.

Il giocatore avversario più forte che avete incontrato?
“Ardjan Shkrepa del Bovolone e Luigi Onofrio del Pozzo. Dei miei, mi piace segnalare Eddi De Carli e Matteo Gianello”.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it









Visualizzato(1485)