ULTIMA - 20/3/19 - TUTTI I RISULTATI DI OGGI. L'ISOLA RIZZA CONQUISTA LA FINALE

Il Caldiero Terme conquista un pareggio in trasferta che gli da ottime possibilità di passare il turno ed approdare alle semifinali della Coppa Italia - Fase Nazionale. I gialloverdi di mister Cristian Soave hanno pareggiato 1 a 1 nella gara di andata del doppio confronto contro gli astigiani del Canelli, che hanno battuto nel turno precedente il leggendario
...[leggi]

ULTIM'ORA

24/1/17
STEFANO FRANCHI, LA “BESTIA NERA” DELL'ATLETICO SAN VITO

I GRANATA FALLISCONO 3 RIGORI CONTRO IL GIPS SALIZZOLE

Tecnico esperto nella progettazione di impianti elettrici durante la settimana, alla domenica portiere esperto nel neutralizzare i calci di rigore battuti dagli avversari. Stefano Franchi, classe 1987, bovolonese doc, ha trascorso una vita come secondo per costruirsi quella tranquillità esperienziale che gli ha permesso di arrivare - da circa 5 anni – titolare in pianta stabile nel Gips Salizzole del presidente e mastro laccatore Leonello Migliorini. “Ho avuto la fortuna di formarmi tra i pali” racconta Franchi “all’ombra di forti portieri, quali Martinelli e Facchinetti (entrambi al Nogara) e Fabio Brutti (all’Oppeano). Ora Salizzole, da qualche anno a questa parte è la mia piazza ideale, quella in cui mi trovo meglio e che mi permette di esprimermi al meglio”.

Una sorta di “bestia nera” dell’Atletico San Vito il portiere del Gips: "Adesso che mi fai pensare, ricordo che all’esordio in 2^ categoria con la maglia del Nogara, non ancora 18enne, parai due rigori – uno per tempo – ai bianco-granata della frazione di Cerea. Domenica scorsa, invece, sono riuscito – sorride – a migliorare il record personale contro una delle papabili alla conquista del titolo, l’Atletico San Vito, appunto”.

Riviviamo, dunque, i 3 episodi che ti hanno permesso di balzare agli onori della cronaca: “Per intercettare il primo mi è stato utile il consiglio del compagno di squadra Nicola Modulon; mi ha detto: “guarda che lui, Perazzoli, lo batte a sinistra”. E, io, dopo aver atteso fino all’ultimo secondo, mi sono tuffato da quella parte. Nel  secondo, invece, Andrea Lonardi ha calciato alto, mentre in occasione del terzo ho parato il tiro centrale battuto da Riccardo Bissoli. Pochi istanti prima mi sono detto che non ci poteva essere il due senza il tre: mi è andata bene, sono stato fortunato!”

Tifoso della Juventus e come idolo Gigi Buffòn: “Da quando, ricordate?, il portiere della Nazionale ha indossato la maglietta color rosa della Juve, io l’ho subito indossata. E tutti i miei compagni da quella volta hanno cominciato a chiamarmi “Gigi” Franchi. Comunque, quel soprannome, quello di uno dei più grandi portieri italiani, non è che mi abbia portato male fino ad ora, eh!” 

Molte e poderose le pacche sulla spalla da parte dei suoi compagni di squadra del Gips, il complimento più bello dall’amico più sincero, Alessandro Carollo, anche lui punta bovolonese oggi in forza all’ACD Mozzecane: “E’ stato lui, Alessandro, il primo ad appiopparmi il soprannome di “Gigi” e di esternarmi domenica sera i suoi sinceri complimenti con quel suo “Portierone che sei altro, ti è andata bene oggi, eh!” Ma, anche la mia fidanzata Marina mi ha trasmesso la propria gioia. Mister Spadini? Continua a predicare il suo credo calcistico, quello in base al quale chi sbaglia di più inevitabilmente è condannato a perdere”.

Uno sguardo ora sul girone “D” di Seconda categoria: “Il titolo lo vince chi avrà fino alla fine più fame. Bovolone, Asparetto, Pozzo e Atletico San Vito sono le squadre più organizzate. Dovessi etichettarle con un sostantivo, allora, direi la grinta del Bovolone, la qualità del Pozzo, l’esperienza dell’Atletico San Vito e il giusto mix dell’Asparetto Cerea. Il Gips? Il campionato noi ce lo giochiamo ogni festa, dobbiamo guardare il meno possibile la classifica, anche perché tanto non ci capiresti niente di fronte a quell’ammucchiata di avversarie che giocano per evitare i play out. Ora, con mister Spadini, anche se i prodromi si avvertivano già con mister Adriano Rossignoli, sembra di aver imboccato la direzione giusta. Infatti, nelle ultime 4 partite giocate abbiamo totalizzato 3 vittorie, un pareggio e zero sconfitte”.
 
Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1869)