ULTIMA - 20/1/19 - LE 8 QUALIFICATE AI QUARTI DELLA COPPA VERONA 2018-19

Si sono giocate oggi le partite della terza ed ultima giornata del 1° turno della Coppa Verona 2018-19 riservata alla formazioni di Terza categoria, denominata “Memorial Gianni Segalla”, che hanno consegnato il pass per il passaggio ai quarti di finale in programma domenica prossima. Nel Girone 1 il Lessinia vince 1 a 0 la sfida decisiva contro il Borgo San
...[leggi]

ULTIM'ORA

26/1/17
IL CALVI NOALE NEL RECUPERO BATTE IL LEGNAGO (2-1)

PER I BIANCAZZURRI DUE CEFFONI AMARI A NOALE. E ORA TOCCA A TRIESTINA E MESTRE
 
Il Legnago torna a Noale dopo 10 giorni per recuperare la gara rinviata per impraticabilità del campo il 15 gennaio e si becca due ceffoni che preoccupano alla vigilia di due gare proibitive a Trieste con la Triestina, seconda in classifica, e a Mestre contro la capolista che dopo il successo nel recupero di ieri con il Montebelluna (4-0) guida la classifica con dieci punti di vantaggio sulla Triestina. A Noale il Legnago trova un terreno insidioso con una fascia ghiacciata e zone scivolose e melmose. Orecchia rispetto alla formazione schierata contro il Belluno ha presentato Chiarini, Puka, Formuso lasciando in panchina assieme al portiere croato Luka Belogravic tesserato martedì e proveniente dal Vicenza, società alla quale era stato trasferito dall’Altovicentino, Mattera, Sergi, Friggi, Taylor, Magrini, Zoppellaro, De Venz e Barone. Assente Zanetti impegnato in un esame all’universita’ di Verona. Primo tempo molto brutto. Dopo 3’ un tiro di Fantinato deviato da Bigolin è parato da Bala. Al 9’ al tiro Zerbato che non inquadra la porta. Al 28’ un fiacco rasoterra di Formuso. Al 30’ azione Zerbato-Villanova, conclusione fuori. Al 42’ un sinistro di Zerbato dopo azione Formuso Villanova. Al 43’ un diagonale di Villanova, fuori.

La gara si infiamma nella ripresa. Dopo 3’ locali in vantaggio. L’arbitro fischia una punizione dal limite per un fallo di Benedetti (contestato dall’ex  Castelfranco Emila) su Magrassi. Batte la punizione Taddia e Bala è sorpreso dal rasoterra. Passano sei minuti e il Legnago pareggia su rigore trasformato da Formuso per un fallo di Ndoj su Zerbato. Orecchia pensa di poter vincere la gara e sostituisce Viviani con Barone al 13’, ma tre minuti dopo l’arbitro concede un rigore alla Calvi per un mani di Bigolin che cerca di ostacolare l’ex Munarini. Dal dischetto Magrassi non perdona. Al 25’ Magrassi impegna Bala. Il Legnago cerca disperatamente il pareggio. Mattera che ha sostituito l’ammonito Puka serve Barone, anticipato dal portiere. Al 33’ insidioso diagonale dell’ex Munarini, fuori. Al 41’ Zerbato già ammonito subisce un secondo giallo per un fallo sull’ex Caraceni e viene espulso. Al 43’ una punizione rasoterra di Barane è parata. I 3 minuti di recupero non cambiano il risultato. Sei gli ammoniti: Taddia, Magrassi, Chin, Puka, Benedetti, Zerbato (poi espulso). Così Andrea Orecchia a fine gara: “Una sconfitta che deve farci riflettere, la squadra ha sempre cercato di giocare, ma sicuramente puo' fare di più.” Più realistico il d.g. Biancazzurro Mario Preto: "Partita decisa solo da tre calci piazzati." Giovanni Soncin, allenatore del Calvi afferma: "Una vittoria sofferta, ma molto importante per la salvezza.”

Calvi Noale (4-4-2): Fortin, Ndoj, Taddia, Griggio, Pilotto,Caraceni,  De Pieri (32’st Rigato) , Bandiera, Magrassi, Chin, Fantinato( 14’at Munarini)  All: Soncin
Legnago (4-3-3): Bala ,Dabo, Chiarini, Tresoldi, Benedetti,  Bigolin, Puka (20’st Mattera), Viviani (12’st Barone),Formuso,  Villanova, Zerbato  All: Orecchia
Arbitro: Mezzalira di  Varese
Reti: 3’st Taddia, 8’st Formuso (rigore), 16’st Magrassi (rigore)
Note. Giornata di sole. Spettatori 150 circa. Espulso Zerbato 41’st per doppia ammonizione. Angoli 3-2 per il Legnago Recuperi 0 e 3

Aldo Navarro per www.pianeta-calcio.it

Visualizzato(1005)