ULTIMA - 18/2/19 - GRANDE GESTO DI FAIR PLAY DEL SAVAL MADDALENA

Grande gesto di fair play, che difficilmente si vede nei campi di calcio dilettantistici, quello accaduto ieri prima della gara fra la capolista Pieve San Floriano e il Saval Maddalena del presidente Flavio Massaro, squadra in piena lotta per una poltrona play-off nel girone A di Terza categoria. I biancazzurri locali avevano in distinta ben tre giocatori
...[leggi]

ULTIM'ORA

27/1/17
DE ANGELI (VIGO): “SIAMO DA VIAGGIO A LOURDES”

Davvero deludente la stagione, almeno fino a queste 18 partite, del GSP Vigo 1944. I bianco-granata della frazione di Legnago, ora come ora, occupano l’ultimo gradino della classifica, anche se in soli 8 punti si agitano una dozzina di concorrenti alla salvezza che nel girone D di Seconda categoria vede tutte invischiate tranne le prime quattro, Bovolone, Pozzo, Atletico San Vito ed Asparetto Cerea che ha una gara da recuperare a Castel d'Azzano il 19 febbraio.

“Mi sa che farò benedire la squadra” commenta, amaro, De Angeli, di ritorno dall’estremo e toccante saluto dato nella gremitissima chiesa di Santa Maria Assunta di Spinimbecco ad Antonello Degli Uomini, coordinatore del suo settore giovanile. “Non siamo capaci di venirne fuori, questo 2017 è iniziato peggio di come si era concluso il 2016: rottura dei legamenti della spalla al difensore Pietro Rossignoli, campionato finito anche per altri due nostri giocatori che hanno trovato un’occupazione notturna, per non parlare del centrocampista Marco Soave, che a pochi minuti dall’inizio della gara è stato portato via in autoambulanza. La punta Marco Rigobello, dopo aver toccato i primi palloni all’inizio partita e poi devuto subito correre a casa per motivi famigliari. Dai 22 che eravamo, ora ci troviamo ad allenarci in 13 giocatori, roba da matti!”

Domenica scorsa, l’immeritata debacle, 2 a 3 contro il Casteldazzano: “Ero in un letto dell’ospedale convalescente per l’operazione alle coronarie ma mi hanno riferito che non meritavamo assolutamente di perdere. Bomber Thomas Pasti ha sbagliato due grossissime palle-gol sul 2 a 2 maturato all’85à minuto ,e, neanche farlo apposta, gli avversari ci hanno trafitto a pochi secondi allo scadere della partita. Mister Luciano Malaman si è addirittura offerto di mettersi da parte, pur di vedere cambiare l’andazzo della domenica pomeriggio. Io, da buon cattolico, mi affido solo al cielo a ‘sto punto: faremo quel che Dio vorrà, cosa vuoi che ti dica!”

De Angeli impreca contro la mala sorte che accompagna il suo Vigo: “Forse, qualche colpa ce l’ho anch’io, nel senso che in 20 anni di presidenza non dovevo, la scorsa estate, lasciare a mister Luis Gustavo Passera il compito di condurre lui la campagna-acquisti; ma, l’ho fatto perché credevo davvero nel bene della squadra. Mi sono detto, chissà che così facendo – cioè delegando – le cose per la mia squadra vadano per il meglio. Invece, picche: dopo 4 domeniche mi è toccato a malincuore sollevare dall’incarico il trainer argentino. L’anno scorso, ogni tiro di bomber Pasti era un gol (17 i suoi centri), quest’anno l’ho vedo più impegnato, volitivo, ma la palla fatica ad entrare anche per lui. Speriamo davvero che cambi la sorte, altrimenti mi tocca veramente di prenotare un viaggio a Lourdes!”

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1475)