ULTIMA - 20/1/19 - LE 8 QUALIFICATE AI QUARTI DELLA COPPA VERONA 2018-19

Si sono giocate oggi le partite della terza ed ultima giornata del 1° turno della Coppa Verona 2018-19 riservata alla formazioni di Terza categoria, denominata “Memorial Gianni Segalla”, che hanno consegnato il pass per il passaggio ai quarti di finale in programma domenica prossima. Nel Girone 1 il Lessinia vince 1 a 0 la sfida decisiva contro il Borgo San
...[leggi]

ULTIM'ORA

2/2/17
CARCERERI (JUVENTINA): “E’ ORA DI DARCI UNA BELLA MOSSA!”

Sempre molto soft gli interventi del diesse della Juventina Valpantena - guidata da mister Andrea Scardoni e animata dai fratelli Malaffo, il presidente Diego e il diggì Giorgio -,  l’ex virtussino, l’assicuratore Michele Carcereri. Michele ama non ricorrere ai pretesti inutili o agli sterili difensivismi: “Ci aspetta un finale di campionato al cardiopalma, dove ce la giocheremo fino all’ultimo minuto, ma, confidiamo anche che qualcosa, che non è finora funzionato, possa finalmente decollare”.

A cosa in particolare ti riferisci?
“Forse stiamo pagando i 10 anni di noviziato di una società che è ripartita “ex novo” con 25 elementi e che è balzata in Prima categoria, misurando ogni volta sempre il passo. Quest’anno, eravamo partiti bene, passando il turno di Coppa, fino a metà andata tutto filava liscio, collezionando nelle prime 5 gare 6 punti dei 10 totali con cui abbiamo toccato la boa. Certo, ci resta da recuperare la gara contro lo Zevio, là da loro, ma, ci aspettano gare equiparabili alla partita della vita ogni festa”.

Un dazio che era da voi previsto?
“Sì, sapevamo di fare i conti con un campionato di sofferenza, ma negli ultimi due mesi e mezzo si è avverato un black out inaspettato, caratterizzato da 5 sconfitte consecutive, le quali ci hanno relegato nel novero delle squadre che devono lottare per garantirsi la permanenza in Prima. Ora dobbiamo darci una bella mossa! Di sicuro, non molliamo e ce la giocheremo, la pelle, fino all’ultimo, ripeto”.

Voi e la Pro Sambo detenete il record "ibrido" dei tanti pareggi: 9 per voi, 11 per i sambonifacesi… “Infatti, noi abbiamo vinto una sola partita, quella d’apertura di stagione, contro il Bevilacqua. Ma, ci manca il filotto dei successi consecutivi per uscire dal pantano della bassa classifica e per recuperare maggior convinzione nei nostri mezzi. Anche in quest’ottica, stiamo recuperando la punta Riccardo Degani, che rientra da un infortunio, ma siamo fieri di giocare con tanti classe 1997 interessanti, vedi Mattia Bogoni, Elia Morandini, Giacomo Bragantini, ed alcuni ’98, vedi il secondo portiere Lorenzo Favari e Mattia Malaffo (14 presenze fino ad ora). Una parola vorrei spenderla per Cesare Falsirollo, 25 anni, da una vita in bianco e nero, ma davvero sorprendente per la sua prima volta in questa categoria”.

La lotta per la salvezza in Prima "B" contro chi sarà?
"Le nostre dirette concorrenti sono li, a qualche punto da noi, e domenica prossima al "Bellamoli" riceveremo proprio una di queste, il SanguinettoVenera. Ma, con noi lotteranno il Bevilacqua dell’amico e mister Adriano Laperni, le Alte Ceccato (gara ancora da recuperare con i vicentini) e il Sossano, anche se questi ultimi – duri da piegare – sono in grande ritardo a livello di recupero posizioni”.

Chi vincerà il vostro raggruppamento?
“Sarà una bella lotta a tre squadre, metterei al 33% delle probabilità Tregnago, gran bel gruppo e molto unito, l’Albaronco (la squadra con i nomi più alti) e il Valdalponeroncà. Ma, se dovessi giocarmi un solo euro, ebbene, questo lo spenderei a favore del Valdalponeroncà”.

La delusione e la sorpresa del vostro girone “B” di Prima?
“Mi aspettavo qual cosina di più dallo Zevio, conosco il gruppo e so che ha giocatori tutti di categoria. La sorpresa sono i Boys Buttapedra: che ha perso, per infortunio, un grande giocatore in Andrea Sabbion. Ed anche il Tregnago, oggi protagonista, ma l’anno scorso da posizioni molto meno nobili della classifica”.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1538)