ULTIMA - 23/3/19 - MICHAEL DE SANTIS (ROSEGAFERRO) CREDE NELLA SALVEZZA

Domani si gioca al 26^ giornata dei campionati dilettantistici veronesi dove comincia ad infiammarsi la lotta per il titolo e per non retrocedere. In Seconda categoria quest'anno retrocederanno solo due squadre per girone quindi i play-out vedranno impegnate solo la 14^ e 15^ squadra classificata, da questo scontro uscirà la squadra che sarà
...[leggi]

ULTIM'ORA

17/2/17
LUCA MANCINI (LUGAGNANO) E' ORGOGLIOSO DEI SUOI RAGAZZI

E’ pronto a nuove sfide il Lugagnano impegnato nel cercare di raggiungere la salvezza nel difficile campionato di Promozione. La sconfitta maturata nel turno precedente, sul campo amico, contro la talentuosa Aurora Cavalponica allenata dall'esperto mister, ex giocatore di Sampdoria e Roma Loris Boni, non ha intaccato il morale gialloblu. "Per noi non cambia niente, - afferma l’allenatore Luca Mancini -. Contro l’Aurora abbiamo perso ma siamo stati noi a fare la partita. Abbiamo condotto le danze sprecando varie occasioni da rete. Mileto, ad inizio partita, ha trasformato un rigore, ma poi siamo saliti in cattedra noi. Tanto che, in zona Cesarini, con Tellosi potevamo conquistare il pareggio. Peccato che il loro portiere ha fatto una grande parata".

Ora è tempo di voltare pagina, domenica 19 febbraio di nuovo sul campo amico, il Lugagnano se la vedrà contro la Monteballdina, nel recupero della 2^ giornata di ritorno rinviata per il maltempo. Una gara da tripla, ma sopratutto un match fondamentale in chiave salvezza. Mister Mancini è sempre sul pezzo: "La Montebaldina è una squadra ordinata e compatta. Sicuramente non troveremo una squadra arrendevole ma una squadra che vorrà giocare la partita a viso aperto, senza fare barricate. Noi dobbiamo fare dell’intensità e del carattere la nostra forza. Giochiamo bene, ma spesso non riusciamo a concretizzare, e questo, a mio parere, è un peccato. Siamo comunque fiduciosi e lotteremo fino alla fine".

Gli fa eco Luca Masoli, difensore classe 1988: "Dobbiamo essere più cinici, non possiamo creare tanto e vanificare tutto. Serve più lucidità e mordente sotto porta. Abbiamo gettato alle ortiche diverse possibili vittorie. E’ ora di raccogliere punti". La Provese, capolista del girone, non sbaglia un colpo e tiene ben salde le redine. 17 vittorie, un solo pareggio e 2 sconfitte, la dicono lunga sull'impianto di gioco messo in atto da mister Giovanni Orfei. Sono ormai dieci i punti di distacco dal San Martino di mister Filippo Damini. La Provese deve guardare solo a se stessa, procedendo spedita verso il traguardo finale. Con l'arrivo in porta di Maragna, via Vigasio, la difesa è stata puntellata grazie anche allo statuario ed efficace stopper Simone Dal Degan. Quella rossonera è la miglior difesa con solo 12 goal subiti. In avanti l'estro di Guandalini e Fracasso (9 gol a testa) fanno sempre la differenza.

Il Lugagnano dovrà affrontare gli incontri futuri con maggiore intraprendenza. La lotta per la salvezza è sempre molto intricata con diverse squadre raccolte in pochi punti: "Voglio comunque fare un plauso ai miei ragazzi perchè in campo danno tutto e lavorano con profitto durante la settimana. Purtroppo - chiude Mancini - le cose non ci stanno girando per il verso migliore ma prima o poi la ruota girerà anche per noi portandoci risultati positivi. Ora, dopo la Montebaldina, altro recupero mercoledi prossimo contro il Povegliano e poi di nuovo casa domenica prossima contro l'Olimpica Dossobuono. Tre gare per noi fondamentali sotto tutti i punti  di vista".

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1530)