ULTIMA - 22/3/19 - COMPOSTI I GIRONI DEL 26° TORNEO “ELIO MONTRESOR”

Si è svolto allo Stadio “Avanzi” il sorteggio dell'attesissima 26esima edizione del Torneo “Elio Montresor” alla presenza dell’Assessore allo Sport del Comune di Verona Filippo Rando, del Presidente della 5^ Circoscrizione Raimondo Dilara, del Presidente della Commissione Sport Marco Padovani e del Consigliere regionale FIGC Mario Furlan. Il Torneo,
...[leggi]

ULTIM'ORA

1/3/17
PATRICK OKONJI, LA PANTERA NERA DEL TREGNAGO

Dopo il grande gesto di sportività, di cui si è reso protagonista Patrick Okonji, nella partita infrasettimanale fra Tregnago ed Isola Rizza, terminata in parità (vedi brevina), conosciamo meglio questo giocatore, capitano del Tregnago di mister Antonio Bogoni e del diggì Andrea Defazio.

Nato a Lagos, in Nigeria, Patrick Okonji è senza dubbio uno dei giocatori extracomunitario più talentuosi del calcio dilettantistico veronese. Dotato di estro e fantasia, con le sue giocate è in grado da solo di risolvere qualsiasi partita. Patrick Okonji vanta un passato tra i professionisti, come racconta egli stesso: "Da bambino sognavo di diventare un grande campione di calcio. Sono una prima punta, anche se preferisco giocare da seconda punta. Ho iniziato la mia carriera a 18 anni come professionista. Ho giocato un anno nello Zenith San Pietroburgo in Russia; poi sono andato in India per una nuova esperienza e lì ho trascorso 4 anni giocando come professionista in seria A con due differenti squadre, il Mohammedan Sporting Club ed il Salgaocar F.C. Ho ricevuto molti riconoscimenti come miglior giocatore, grazie anche alle tante reti segnate".

Sposato con Paola, Patrick ha tre figlie di 9, 7 e 4 anni, ed è in Italia da 10 anni e lavora come operaio: "Ho conosciuto mia moglie in India e quando ci siamo spostati abbiamo deciso di venire a vivere in Italia a Tregnago, suo paese d'origine. Per me è stato un grande cambiamento e qui ho iniziato una mia nuova carriera calcistica, nei dilettanti. Tre anni nel Tregnago, un anno nella Provese, poi Illasi, Hellas Monteforte, Pro Sambo ed ancora Tregnago. Nel 2011 mi sono classificato al secondo posto per la Prima categoria, nella Top Player del giornale Arena. Finora ho segnato 110 gol tra la Prima categoria e Promozione, senza mai calciare rigori. Mi piace accettare nuove sfide e avere nuovi obiettivi".

Tifoso del Milan e fan di Lionel Messi, Patrick Okonji parla anche dei campioni del nostro calcio dilettante: "Ho avuto la fortuna di giocare con Alberto Cantachin, Alessandro Bottaro ed il portiere Simone Peretti, che considero tra i più bravi in assoluto. Tra gli allenatori non posso dimenticare Fiorenzo Bognin, Andrea Defazio e Antonio Bogoni, perché con loro mi sono sentito come quando giocavo tra i professionisti; mister Bogoni poi, è quasi un padre per me".

Patrick Okonji ha già realizzato 12 reti in campionato con il suo Tregnago che è secondo in classifica nel girone "B" di Prima categoria: "L'obiettivo della società, prima di iniziare il campionato, era la salvezza. Ora però il nostro obiettivo è cambiato; stiamo giocando bene e abbiamo un bel gruppo. Ci sono capacità e qualità in tutti i giocatori gialloblu. Possiamo essere protagonisti in questo campionato; di certo scendiamo sempre in campo per vincere ogni partita. Continuando così questo campionato possiamo anche vincerlo!"

Antonio Dal Molin per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1697)