ULTIMA - 25/5/19 - IL BASSANO 1903 BATTE IL MONTORIO ED E' CAMPIONE REGIONALE

E' stata una bella partita, quella giocata ieri sera a Montecchio Maggiore, fra il Bassano e il Montorio, calcio valida per il titolo Regionale di Prima categoria. I giallorossi di mister Francesco Maino partono subito forte e passano in vantaggio dopo soli 5 minuti con Cosma, che, su invito di Garbuio, mette in rete con un tiro da sotto
...[leggi]

ULTIM'ORA

5/3/17
DUE RIGHE SU…: SANGUINETTOVENERA-TREGNAGO (1-2)

Che fosse un annata non certo fortunata per il SanguinettoVenera, era ormai cosa certa, visti i tanti episodi negativi patiti e subiti dai ragazzi di mister Alessandro Roveda, ma la gara vista oggi, condizionata dall'incerto arbitraggio del signor Luca Meta di Vicenza, che è costata la sconfitta ai nero-verdi, ha fatto traboccare il vaso e, seppur censurabili le proteste a fine gara di tutto lo staff dei "venerabili", sono almeno comprensibili. Il Tregnago va detto, non ha rubato nulla, anzi, va dato merito alla sportività del diggì Andrea Defazio, che per primo ha dichiarato inesistente il rigore che ha consentito alla propria squadra di vincere e di mantenere il passo della capolista ValdalponeRoncà.

Ma passiamo alla cronaca, ricca di episodi nel primo tempo, dove il SanguinettoVenera, schierato con il 5-3-2, che diventava all'occorrenza 3-5-2, ha messo in difficoltà i più quotati avversari. Al 4' Hamza El Badaoui, serve in verticale Francesco Girardi che si presenta solo in area ma Peretti sceglie bene il tempo dell'uscita e lo anticipa di piede. Al 6' azione corale del Tregnago e tiro finale di Nicolò Derna con risposta di Lanza che para con sicurezza. All'8' bello scambio Okonji, Derna e tiro di Bejar; Lanza c'é! Al 10' su azione d'angolo, palla fuori area per Giacomo Comunian che calcia potente e la palla passa vicino all'incrocio alla sinistra di Simone "barba" Peretti. Al 12' Okonji vince il duello aereo con Bottura ed indirizza la palla sul secondo palo; Lanza si salva in angolo. Al 16' Dalla Mura parte palla al piede, salta un paio di avversari e calcia dal limite; pronta la risposta di Alberto Lanza. Al 20' occasione per il Tregnago: cross di Derna dalla sinistra e "piattone" di Okonji che manda la palla fuori d'un soffio, alla destra di Lanza. Passano cinque minuti e Francesco Girardi entra in area e viene a contatto con il giovane Tagliapietra (classe '96). L'arbitro ravvisa gli estremi per un calcio di rigore (tra le proteste del Tregnago) e lo stesso Francesco Girardi, con un tiro potente, porta in vantaggio il SanguinettoVenera. Il Tregnago accusa il colpo ed al 33' un traversone deviato di El Badaoui, attraversa tutto lo specchio della porta a 20 cm dalla linea, mettendo i brividi ai sostenitori giallo-blu. Poco dopo ci prova l'ex Raldon Mattia Cacciatori, ma Peretti para in volo plastico. Al 38' un lancio scavalca Cacciatori ed Okonji si vede anticipare dal bravissimo Lanza che in uscita gli impedisce il tiro a rete.

Nella ripresa cambia lo spartito ed il Tregnago mette alle corde il SanguinettoVenera, almeno per il primo quarto d'ora, nel quale viene espulso per proteste il dirigente nero-verde, Graziano Bertozzo, e cominciano a fioccare le ammonizioni (discutibili) ai danni dei castellani (alla fine saranno 5 più un espulso, contro un solo ammonito contro il Tregnago). All'11' Alessio Bartolomioli (buona la sua gara) calcia un punizione poco oltre la metacampo, cecando la testa di Patrick Okonji che salta più alto di Lanza in uscita e lo beffa, siglando il gol del pareggio. Il SanguinettoVenera ci prova con azioni di rimessa ma mister Antonio Bogoni vuole vincere la partita ed inserisce nel giro di 2 minuti, sia Vallisari che Tracco. Pian piano si spegne l'azione del Tregnago ed al 38' il SanguinettoVenera si rende pericoloso; Visentini imbecca in verticale F. Girardi che viene anticipato dall'uscita tempestiva di Peretti che capisce tutto e sventa la minaccia. Al 43' F. Girardi entra in area e serve Tavella che crossa sottomisura; la palla ad un metro dalla linea di porta, viene deviata da Scaglia che allontana la sfera. Il Tregnago sembra privo di energie ed il SanguinettoVenera pregusta un pareggio sulla carta sottofirmato. Al 48' accade l'imprevisto: Bejar viene a contatto con Tavella e l'arbitro tra lo stupore generale, ripeto generale, assegna il calcio di rigore. Ci vogliono ben 4 minuti per placare gli animi, nel frattempo A. Girardi viene espulso. Al 51' sul dischetto si presenta Marco Tracco, l'uomo giusto al posto giusto, che batte Lanza e consegna la vittoria al Tregnago.

Pochi istanti dopo l'arbitro fischia la fine e scoppia il parapiglia generale, dove mi permetto di elogiare Alex Mariotti, secondo portiere del Sanguinetto, che si è prodigato per allontanare i compagni dall'arbitro, aiutato anche dal portiere avversari Peretti, che cercava di portare gli avversari a più ragionevoli propositi. Non entro nella zona spogliatoi ma riesco a scambiare due battute con il mister locale Alessandro Roveda: "Ci sentiamo presi in giro! - commenta seccato - Siamo stufi di subire gli errori di arbitri incapaci ed indisponenti. Meritavamo ampiamente il pareggio, è proprio una vergogna!"

SanguinettoVenera: Lanza, Bottura, El Quakili (42' st Tavella), Visentini, Chiavegato, Cacciatori, El Badaoui, Comunian, Francesco Girardi, Andrea Girardi, Beltramini. All. Roveda.
Tregnago: Peretti, Tagliapietra (36'st Preto), Derna, Tarulli, Scaglia, Beltrame (26'st Tracco), Dalla Mura (24' st Vallisari), Bartolomioli, Dal Forno, Okonji, Bejar. All. Bogoni.
Arbitro: Luca Meta di Vicenza.
Reti: 25' pt rig. F.Girardi (S), 11'st Okonji (T), 51'st rig. Tracco (T).

Antonio Dal Molin per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1861)