ULTIMA - 18/5/19 - FINALI PER IL TITOLO REGIONALE. DOMANI 3 VERONESI IN CAMPO

Domani, domenica 19 maggio si giocheranno anche le semifinali per il titolo regionale del Campionato di 1^ Categoria 2018-19. In gara secca ad eliminazione diretta il Calcio Marcon affonterà il Bassano 1903 mentre lo Scardovari ospiterà il Montorio al campo di Scardovari di Porto Tolle (Ro) in viale Repubblica. Il Montorio di mister Marco Burato nei quarti
...[leggi]

ULTIM'ORA

6/3/17
SOLO UN PUNTO DEL LEGNAGO CONTRO IL CAMPODARSEGO (1-1)

UN PAREGGIO CON LA TERZA DELLA CLASSE, MA AL LEGNAGO MANCA UN RIGORE GIGANTESCO. LEGNAGO SEMPRE IN ZONA PLAY OUT. DOMENICA RIPOSO, POI DERBY AL "GAVAGNIN-NOCINI" CONTRO LA VIRTUS

Un pareggio con la terza della classe può anche andar bene, soprattutto se si pensa che i biancorossi di Masitto potevano ottenere nel finale la vittoria con Radrezza, ma al Legnago è stato negato un rigore gigantesco. Era il 34' del secondo tempo quando Alberto Zoppellaro, n. 18 del Legnago, dopo uno sprint sulla fascia destra entrava in area ospite, saltava Lebran ed era atterrato: l'arbitro lo ammoniva per simulazione, ma solo davanti al portiere era sciocco gettarsi a terra invece che concludere a rete. L'errore del direttore di gara, Angelo De Leo di Molfetta, ha inviperito l'allenatore Andrea Orecchia e il pubblico legnaghese che non ha risparmiato insulti reiterati quando al 40' un altro rigore poteva essere concesso al Legnago per un fallo di mano in area di un giocatore ospite su tiro di Barone. Il Legnago senza gli squalificati Zerbato e Benedetti si è schierato con una difesa a quattro (Dabo, Chiarini, Friggi e Bigolin) con il giovane Nico Maghini, ex Primavera della Spal, classe 1998 sulla fascia destra, a centrocampo Viviani con Tresoldi e Villanova, in attacco Barone supportato dalle iniziative di Zanetti,

Subito al (5') un bel sinistro di Maghini parato dal portiere, poi Barone spara alto. Al 15' per un fallo di Friggi su Aliù batte la punizione il napoletano Fabio Lauria, classe 1986, ex Delta Porto Tolle e Parma ma fuori bersaglio. Al 20' Zanetti crossa in area , ma fuori misura. Al 27' ospiti in vantaggio: su una rimessa laterale il pallone s'alza a campanile su rinvio di Dabo e sul cross di Tanasa, Lauria realizza in girata il suo gol n.18. Passano tre minuti e il Legnago pareggia con Massimiliano Tresoldi che raccoglie un pallone fuori area e da una ventina di metri fa partire di destro una fiondata imparabile.

Nella ripresa la gara si accende al 19' con ospiti pericolosi con una incornata di Tanasa fuori. Al 31' si fa vivo il Legnago con un tiro cross di Alberto Zoppellaro entrato al posto di Maghini. Al 34' Viviani crossa in area, ma né Zanetti, né Barone deviano la palla. Al 34' il fattaccio esposto: Zoppellaro scatta veloce sulla destra, entra in area, salta il n. 6 biancorosso Lebran ed è atterrato. Rigore? No, per l'arbitro è simulazione. In tribuna le proteste velenose verso la terna si sprecano. Due minuti dopo Campodarsego pericoloso con Radrezza entrato al posto di D'Apollonia: Belogravic respinge di pugno. Al 40' Barone in area ospite tira deciso e il pallone batte sulla mano di un difensore, ma il direttore di gara non interviene. Allo scadere altro tiro di Radrezza deviato da Belogravic e respinto da Dabo sulla linea di porta. Al 47' punizione di Viviani, Barone gira alto. Tre minuti di recupero e il fischio finale fra le ire del pubblico legnaghese che batte le mani ai biancazzurri penalizzati da un arbitraggio ostile.

L'allenatore del Legnago Andrea Orecchia a fine gara dichiara: «Dopo il rigore negato domenica scorsa a Zerbato ad Abano, un altro rigore negato nella gara con il Campodarsego per uno sgambetto in area a Zoppellaro, addirittura ammonito, come Zerbato, per una simulazione inesistente. I ragazzi hanno comunque fornito un'ottima prestazione.» Così invece il d.g. Mario Preto: «Spiace non aver vinto dopo una gara super. Il rigore non concesso dimostra che l'arbitro non ha mai giocato a calcio perchè un giocatore libero a due metri dal portiere non può certo simulare.» Cristiano Masitto, mister del Campodarsego dice: «Mi complimento con il Legnago, non con il suo allenatore per quanto ha detto all'arbitro. Dopo il gol fatto dovevamo gestire meglio la palla e abbiamo cercato di vincere fino al 93° con Radrezza, rischiando. Il rigore per il Legnago? Bisogna accettare anche gli sbagli dell'arbitro, fa parte del gioco.»

Domenica prossima il campionato di serie D osserva un turno di riposo per il torneo di Viareggio. Consueti allenamenti per Legnago che sabato prossimo 11 marzo giocherà in amichevole alle ore 14.30 a Correggio (Reggio Emilia) contro la Correggese inserita come lo scorso anno nel girone D. Domenica 19 marzo è invece in programma l'atteso derby Virtus Vecomp – Legnago.

Legnago (4-3-2-1): Belogravic, Dabo, Chiarini Tresoldi , Friggi, Bigolin, Maghini (13'st Zoppellaro) Viviani, Barone ,Villanova (16' st Taylor) Zanetti (38'st Formuso). All. Orecchia
Campodarsego (4-2-3-1): Andreatta, Sanavia, Buson, Callegaro (7 'st Seno), Beccaro, Lebran, Franceschini, Tanasa, Aliù, Lauria (32'st Pignat), D'Apolllonia (24'st Radrezza). All. Masitto
Arbitro: De Leo di Molfetta
Reti: 27' pt Lauria, 30 pt Tresoldi
Note. Giornata di sole. Spettatori 250 circa. Ammoniti : Chiarini, Barone, Zanetti, Zoppellaro, Callegaro, Tanasa. Angoli 3-1 per il Campodarsego Recuperi 0 e 3'
 
Aldo Navarro per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1198)